Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 622 msec - Sono state trovate 14531 voci

La ricerca è stata rilevata in 48177 forme, per un totale di 33619 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
48107 70 48177 forme
33576 43 33619 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: 0ece7c9aaf274118a078d8c5d070b651)
Definiz: in vece di CON.


3) id: fc9648417a1840dd9fcbcfa0a1b8ff98)
Esempio: Ar. Fur. E, temprato, che l'ha, tira di forza.


4) id: 1751b13d9a0844068b95c0707757f057)
Esempio: Salust. Catell. Di grandissima forza si combattea da ciascuna parte.


5) id: 59320387414740728f7dd3db3c321f40)
Esempio: Dan. Purg. c. 32. E ferío 'l carro di tutta sua forza.


6) id: 6f2d4c9d331c48c1b7307820640996d0)
Esempio: Liv. M. Elli sen'andavano di piano andare verso le logge de' nimici.


7) id: 8c25e6d0b74a4cf68a1fe0629d3824a8)
Esempio: Bocc. n. 85. 18. Maestri, a me conviene andar testè a Firenze, lavorate di forza.
101) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: 485b71a57be24e3bbc30dd957d033b3c)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Ti menerebbe al Ninferno, Così è di verità.


3) id: 5b6715c2374243759e23289468989b09)
Esempio: Bocc. n. 15. 17. Ve ne potreste tutti andar di brigata.


4) id: 2abbed8d78fb49648f591cf1892bc63e)
Esempio: E Bocc. n. 19. 21. Dimmi di che io t'ho offeso.


5) id: 6194cdb8ad9a4bc39beddf462c9dcadf)
Esempio: E Bocc. n. 90. 11. Levatasi in piè, di buona fe disse al marito: bestia che tu se.
102) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: dd840f65853a43dc80d2d51f2fe97453)
Definiz: in vece di PER.


3) id: 8dd1265e91184c06bfa6d48c6bb94508)
Esempio: E G. V. lib. 9. 304. 2. Consigliando di porsi a Santa Maria a monte, e di Fermo era il migliore.


4) id: af7e2ff7dbc94043992b3cf3a97a578a)
Esempio: G. V. ... E di certo se Papa Giovanni fosse più lungamente vivuto.


5) id: 6e13c1b4ca0d4a44a5ffc9779249a298)
Esempio: Liv. M. Ma elli piagnea, e di grande pietà non potea motto fare.


6) id: 1675821f82524adba2af29566f6d2c1b)
Esempio: Cavalc. Medic. cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.
103) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: af940cac29d54e81b2db63c017c122c3)
Definiz: in vece di CHE. Lat. quàm.


3) id: c0ca8537e3c7412aacf935e87567ea38)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Che non ha più figliuoli di lui.
104) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: ec0725bd28724ae7adabd6d03c2ddf19)
Definiz: in sentimento di contrassegno, o di titolo, ma con l'articolo unito insieme.
105) Dizion. 1° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.257



2) id: b7f8b38169d249218f1aa1648a34dc36)
Esempio: Bocc. introd. n. 21. E assai n'erano, che nella strada pubblica di dì, o di notte, finivano.


3) id: 2bdf0908af6c4bdab57e7d36447f1af4)
Esempio: Tes. Br. 2. 43. Di non è altra cosa, che esser lo Sole sopra la terra, che passa tutti gli altri lumi.
106) Dizion. 1° Ed. .
ACCAGIONARE
Apri Voce completa

pag.8



1) id: 88d9772eb1fa44e686ba4c97c523f24f)
Esempio: Fior. di Vir. A. Mon. Fu preso, e menato dinanzi allo 'mperadore: egli lo domandò se era vero quello, di che era accagionato.


2) id: 524e08b0161d496b96cc53f1db229507)
Esempio: M. Cíno. Che voi vogliate lo mio cuor tradíre, Di ciò sovente l'amor v'accagiona.
107) Dizion. 1° Ed. .
STIMARE
Apri Voce completa

pag.848



1) id: 42d91cafa8b24bfea0b18c9e06d2fa35)
Esempio: G. V. 11. 92. 4. Per ambasciadori, che vanno per lo Comune, stimati l'anno più di fior. 5000. d'oro [cioè giudicati di spesa]
108) Dizion. 1° Ed. .
VANTAGIONE
Apri Voce completa

pag.919



1) id: 1a4e96fcf2be4cc0944bdc0e0ebbb049)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Lo secondo è vantagione, cioè a lodarsi d'alcuna cosa.


2) id: c29b005cfedd45ba8951195ae807e091)
Esempio: E Fior. di Vir. A. M. appresso. Salamone disse del vizio della vantagione. Lasciati lodare ad altra lingua, e non alla tua.
109) Dizion. 1° Ed. .
SVISCERARE.
Apri Voce completa

pag.865



1) id: 2b7db1696df04c2cbc463c94e85a0506)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Lo Sparviere, poich'ha presa la colómba, la sviscera, e sbudella.
110) Dizion. 1° Ed. .
PILUCCARE
Apri Voce completa

pag.629



1) id: a36246b1bff547c6af61d78c1d0c6ca0)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Il cane ama l'osso, infino, che v'è da piluccare.


2) id: 0bf94b52fbcb4308b5d3c42b2a1f16bc)
Esempio: Morg. Rinaldo cominciava a piluccare, e trassesi di testa allor l'elmetto.
111) Dizion. 1° Ed. .
SPARPAGLIARE
Apri Voce completa

pag.827



1) id: a75b65e2fe3b4ccaaf2c39005077d953)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Andiamo addosso a' Troiani, li quali ci spaventano, e sparpagliano.


2) id: 2bb43581e177469489bab574230355e0)
Esempio: Cr. 9. 68. 5. Non le lascino importunatamente ragunare, ec. ma sempre le sparpaglino temperatamente, e dividano.
112) Dizion. 1° Ed. .
POLITICO
Apri Voce completa

pag.634



1) id: a10957d5128a4e0484b70609b2647e18)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Huomo cui, e da cui procedette in Italia vita politica.
113) Dizion. 1° Ed. .
RINGAGLIARDIRE
Apri Voce completa

pag.717



1) id: 74093d18ee4b4132b5bfd77b0ad829e0)
Esempio: Fior. Ital. D. Le forze del corpo ringagliardiscono, per abbondanza delle cose terrene.
114) Dizion. 1° Ed. .
SAGRARE
Apri Voce completa

pag.743



1) id: 8429f89def604c24812e271bb39cfad8)
Esempio: Fior. Ital. Sagravano a lui tutte le porte delle case, e de' templi.
115) Dizion. 1° Ed. .
SCANSARE
Apri Voce completa

pag.757



1) id: 4def0deaa204472c88eb4c1fcebc1401)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Io non voglio, che nullo Italiano si scansi per noi.


2) id: 28324a55cca24cf3a04d8fb969b5ff01)
Definiz: Usiamo SCANSARE in significato. di SFUGGIRE, come scansare un pericolo, un male.
116) Dizion. 1° Ed. .
TRISTIZIA
Apri Voce completa

pag.909



1) id: b7b1f17a7f3b448f8e6d19154d7297eb)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. Quando l'huomo s'attristisce di vana cosa, più che non si conviene, questa s'appella propriamente tristizia.
117) Dizion. 1° Ed. .
CORRUCCIO
Apri Voce completa

pag.230



1) id: b162c7dc6a524425a30a05999f8935d8)
Esempio: Fior. d'Italia. Costui, perchè fue molto bellicoso, e huomo d'arme, e di corruccio, chiamarlo li pagani Dio delle battaglie.


2) id: 22c10413f18d44f38258844a3792b541)
Esempio: Dan. Inf. c. 23. Ch'io 'l vidi huom già di sangue, e di corrucci.
118) Dizion. 1° Ed. .
MAGNANIMITA
Apri Voce completa

pag.499



1) id: eabcffb450314099bd47d47ef8936ebb)
Esempio: Fior di Vir. A. Mon. Magnanimità si è attendere a belle, e ad alte, e valorose, e virtudiose cose.


2) id: d2de861917964d16bd28c38f603f9134)
Esempio: Albert. cap. 6. La magnanimità è ragionevole, e spontano cominciamento di far le cose malagevoli.


3) id: 1027c48d991f4f96b93785575c90e151)
Esempio: Sen. Pist. Ivi sarebbe provedenza, e nobilezza, e l'alta magnanimitade, che di queste virtudi rampolla.


4) id: 0a54d016bc44421b9d7260683e772e1a)
Esempio: Bocc. n. 77. 41. Non se tu di quelle, in cui la magnanimità debba i suoi effetti mostrare.


5) id: 4a85e78252164670805270b44d75ab20)
Esempio: Tes. Br. 6. 20. La vera magnanimità si è solamente nelle cose, per lequali si serve a Domenedio glorioso, ec. dunque magnanimitade si è ornamento, e corona di tutte le virtudi.
119) Dizion. 1° Ed. .
DOTTORARE
Apri Voce completa

pag.304



1) id: a319ba4838e54e499aa6148c59104f32)
Esempio: M. V. 2. 71. Il dì di calendi Maggio detto anno, dottorato un suo figliuolo, e menato moglie con dota di Fior. 1500. d'oro.