Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 556 msec - Sono state trovate 14531 voci

La ricerca è stata rilevata in 48177 forme, per un totale di 33619 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
48107 70 48177 forme
33576 43 33619 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 1° Ed. .
SOFFREGAMENTO
Apri Voce completa

pag.809



1) id: c9625821b4524ff5bb9b80f86f30d57d)
Esempio: Medit. arb. cr. Con istridór pauroso di soffregamento di denti.
141) Dizion. 1° Ed. .
A LARGA
Apri Voce completa

pag.34



1) id: 7fbaa26834fb437782934c29dd541541)
Esempio: G. V. 11. 20. 2. E in vasellamenti, croci, corone, e mitrie, e altri gioielli d'oro, con pietre preziose, si stimò, a larga, di valuta di sette milioni di fior. d'oro.
142) Dizion. 1° Ed. .
AVARO
Apri Voce completa

pag.96



1) id: e3d907b64cdc4aef9d9b43744222722d)
Esempio: Fior. Vir. Ag. Mon. Quegli è propriamente avaro, che ritiene quello, che è da spendere.


2) id: d5573f5c8a394d74a5bf5215af78a40b)
Esempio: Bocc. proem. 8. La quale, dove meno era di forza, ec. Quivi più avara fu di sostegno.


3) id: a7a41fd26c1f4dcbbbb759b9bf28d807)
Esempio: Amm. Ant. All'avaro non falla cagion di negar servigio.


4) id: c014855973ea463284718a1d09f095de)
Esempio: Petr. Son. 45. E siate omai di voi stesso più avaro.


5) id: e28259f5a09e4c93bbdd094f82c7d446)
Esempio: Bocc. n. 2. 9. Intanto avari, e cúpidi di danari gli vide, che, ec.


6) id: 82fdf0a9433447e599a4bec60630c749)
Esempio: E Bocc. n. 8. 7. Pure avendo in se, quantunque avaro fosse, alcuna favilluzza di gentilezza.
143) Dizion. 1° Ed. .
VAPORARE
Apri Voce completa

pag.919



1) id: 1f0d779be31e4391913470e0ff9c311f)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Vaporando tutto 'l tempio, col fummo dello 'ncenso, gridavano ad alta voce.


2) id: 3632a028d67246a680489361902d61d9)
Esempio: Cr. 5. 10. 11. E di sotto ad essi, in luogo di Sole, si metta cenere, che vapori quegli, e riscaldigli.
144) Dizion. 1° Ed. .
GHIAGGIUOLO
Apri Voce completa

pag.383



1) id: e51ce6e67f68462ca78bb5e000ccf18e)
Definiz: Pianta nota, le cui barbe secche sono odorifere, e fa i fior paonazzi. Lat. Iris.


2) id: 28eba763dcfb4504b63ccdeeabeca1a9)
Esempio: Cr. 4. 40. 5. Altri in verità, così i vini condiscono: togli cardamomo, ghiaggiuolo, ec.
145) Dizion. 1° Ed. .
RESTITUZIONE.
Apri Voce completa

pag.696



1) id: bf9940ecda0d4bbaba1ce51f3b7a522f)
Esempio: Bocc. nov. 19. 32. Niuna pena più aspettandone, che la restituzion de' fior. 5000. d'oro.


2) id: cf01a18eb0644d79800716c9ea85994d)
Esempio: G. V. 11. 49. 8. Avesse guiderdone libero, e senza tenimento di restituzione a ragione di quindici per centinaio.
146) Dizion. 1° Ed. .
PLACATO
Apri Voce completa

pag.632



1) id: 1cf7d453076d4db38343f46aeb3b0b55)
Esempio: Fior. d'Ital. L'angelo placato si partì da Moisè, e la mogliera si tornò a casa.
147) Dizion. 1° Ed. .
FIDUCIALMENTE.
Apri Voce completa

pag.345



1) id: 1f1b3bbb39c644c0b9cbb1f3434c7d64)
Esempio: Fior. d'Ital. D. In tutte l'altre cose Moisè, e Aaron aoperaro fiducialmente, ciò ch'aveano fatto.
148) Dizion. 1° Ed. .
PREALLEGATO
Apri Voce completa

pag.643



1) id: 91cdc3df80e84dcd852b481df07f41b9)
Esempio: Fior. d'Ital. D. Truovo eziandio, secondo, che scrive il preallegato santo, che le lettere, ec.
149) Dizion. 1° Ed. .
SENZA, e SANZA.
Apri Voce completa

pag.787



1) id: 59f65fdee2f84fec94e3c229cea37a72)
Esempio: Petr. Son. 295. Che senza ella è quasi Senza fior prato, e senza gemma anello.
150) Dizion. 1° Ed. .
EPITIMO
Apri Voce completa

pag.316



1) id: 585cabe01c7a463e8b0577c1ebe5e5c4)
Definiz: Fior del timo più duro. Vedi Mattiuol. che in lat. lo dice epithimum. Gr. ἐπίθυμον.


2) id: 3f6f142048724746a8357daf555d062e)
Esempio: Maestr. Aldob. Farai cuocere in acqua, polipode, settietimi, ed epitimo, cuscote, agarico, barbe di finocchio.
151) Dizion. 1° Ed. .
RIVERIRE.
Apri Voce completa

pag.732



1) id: b2f3b3dbd0f74380a6dcddcbba5d03f3)
Esempio: Fior. d'Ital. D. E questo faceano gli antichi reverendo in lui la prima ordinale materia.
152) Dizion. 1° Ed. .
SCARPIONE
Apri Voce completa

pag.757



1) id: 60612f0bd283420081934cddf7c9cf53)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Lo Scarpione lusinga con la faccia, e con la coda morde.


2) id: 3d235604ec9d476e8b08f7edafdd18b8)
Definiz: ¶ Per una spezie di pesce.


3) id: 3e403d119291424b9092b8d89425a0f8)
Esempio: Tes. Br. 4. 1. Scarpione è appellata una generazion di pesce, li quali si mangiano altrui le mani.
153) Dizion. 1° Ed. .
PROVEDENZA. E providenza.
Apri Voce completa

pag.661



1) id: 133dc31e91fd4de586c4ff06fad6ce1c)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. Puotesi appropriare la virtù della providenza alla formica, la quale è sollecita di trovare la state quello, di che dee vivere il verno.


2) id: 270d3b659a034f7dbad32cdeca070c91)
Esempio: G. V. 11. 113. 2. Il Comune ne fece provedenza di farne venir di pelago.


3) id: db0d7d0018a540ff85e12914b250a30d)
Esempio: S. Grisost. Lodoti di questo tuo consiglio, e con amore abbraccio la tua providenza.


4) id: 03cc5f777dba4792840cd68174eb0f9f)
Esempio: E G. V. lib. 12. 72. 3. Sarebbe il popolo morto di fame, se non fosse la buona, e larga provedenza fatta per lo Comune.
154) Dizion. 1° Ed. .
PALUDALE
Apri Voce completa

pag.588



1) id: 00479f329cfd45cc8338303578abf8e5)
Definiz: Di palude, di natura di palude. Lat. palustris.


2) id: 6a10badeffff45e4a6cd77d246cb71ed)
Esempio: Cr. 7. 1. 4. Sarà prossimano a natura di palude, e producerà panníe, e quadrelli, e simiglianti paludali erbe.
155) Dizion. 1° Ed. .
LUPIGNO
Apri Voce completa

pag.494



1) id: cad895fae78043a9a7a02e7c4df9e0d0)
Definiz: Di lupo, di razza di lupo. Lat. lupinus.


2) id: 530a0bf19ff5418cab48afe60a21a22b)
Esempio: Genesi. Fu di pelle bruna, ed ebbe gli occhi lupigni.
156) Dizion. 1° Ed. .
PALUSTRE
Apri Voce completa

pag.588



1) id: b05d1b0e67da4869bd29931d172f1ad1)
Definiz: Di palude, di natura paludale.
157) Dizion. 1° Ed. .
DI FUORI, e DI FUORE
Apri Voce completa

pag.262



2) id: 6be441f514254127854312440ac0e480)
Definiz: Dicesi, per proprietà di linguaggio, egli è di fuori , e vale: Fuor della Città, o terra murata. E, Egli è fuora , s'intende, di casa.


3) id: 225564512f8344dda1a7dd174c17de23)
Esempio: Bocc. n. 4. 12. onestamente miser la giovinetta di fuori.


4) id: b70a31be0e6244ac8639a0cce15708fd)
Esempio: Petr. Son. 9. E non pur quel, che s'apre a noi di fuore.


5) id: 34cb8186db224b15a288d309109efd88)
Esempio: Dan. Purg. c. 3. Di fuor dal regno, quasi lungo 'l verde, l'ossa del corpo mio sarieno ancora.
158) Dizion. 1° Ed. .
DI CONTRA, e DI CONTRO
Apri Voce completa

pag.260



2) id: ef57566e965240f4b3688bf4c1e9d97f)
Definiz: posto avverbialm. di rimpetto, dalla parte opposta. Lat. contra.


3) id: 94c46584350f4cc6b7bca75c08441b5b)
Esempio: G. V. 11. 139. 4. E se 'l capitan fosse almeno sceso al piano, di contro al prato di Lucca.


4) id: 853a410926e448b19a146ce67b2a11e2)
Esempio: Dan. Purg. 10. Lì precedeva, ec. Di contra effigiata ad una vista.
159) Dizion. 1° Ed. .
DI LUNGI, e DI LUNGE
Apri Voce completa

pag.267



2) id: 90eafd6a7195413f8569290cc00d70d3)
Esempio: E Cr. lib. 5. 19. 5. E, se vuoi ordinare ulivéto, dei fare uno di lunge dall'altro, 20. o 25. piedi.


3) id: 7216c5b076274de190f0b69019e4abdc)
Esempio: Cr. 2. 28. 6. Che fitti i pali due, o tre piedi, distanti quattro pertiche, ugualmente di lungi, per traverso si legano.


4) id: e2e7f2aede064348b083766abe350bad)
Esempio: Bocc. nov. 12. 8. Ma la notte scura il soprapprese di lungi dal castello presso ad un miglio.