Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 498 msec - Sono state trovate 7769 voci

La ricerca è stata rilevata in 22276 forme, per un totale di 14504 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
22268 8 22276 forme
14499 5 14504 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
120) Dizion. 1° Ed. .
ATTESA
Apri Voce completa

pag.92



1) id: de0a446c78d44a2ead9f92b56481362a)
Esempio: Rim. ant. P. N. Morozzo da Firenze. Di mia vita angosciosa, ch'ha fatto lunga attesa, Non si truova difesa.
121) Dizion. 1° Ed. .
CHIARITO
Apri Voce completa

pag.176



1) id: 87a13a7b2b0e41ea8859b8ab64a0015f)
Esempio: Rim. Ant. P. N. M. Ruggier. d'amici. E vassi consumando la mia vita Per voi chiarita, mia donna, valente.
122) Dizion. 1° Ed. .
GELATA
Apri Voce completa

pag.379



1) id: 1f642c346b56453ab1c185f252967bed)
Esempio: Rim. ant. P. N. La mia favilla in gran fuoco è tornata, e la picciola neve in gran gelata.
123) Dizion. 1° Ed. .
MUNERAMENTO
Apri Voce completa

pag.547



1) id: 4588b977eb0c462c96c8f52662cac48a)
Esempio: Rim. ant. P. N. Ser Pace notaio. Fino alla fine delle súe Tempora, Che lo muneramento cresce, e sale.
124) Dizion. 1° Ed. .
TRACUTAMENTO
Apri Voce completa

pag.896



1) id: 1c32a1c183d34a9dae44d21d568aea60)
Esempio: Rim. ant. P. N. Ragione è, che deggiate patire Li gran tracutamenti, che usati Avete lungo tempo a consentire.
125) Dizion. 1° Ed. .
FALLIGIONE
Apri Voce completa

pag.327



1) id: 8734ed8ceb70407d97e06d80f235a714)
Esempio: Rim. ant. P. N. Non laudo cominciar senza consiglio, Ne nome a piacimento, Dar lodo a chi commette falligione.
126) Dizion. 1° Ed. .
SERRA
Apri Voce completa

pag.790



1) id: aee77a8d68864545b95ed66e620c1782)
Esempio: Rim. ant. P. N. Haggia umiltà chi vuol, che io pur lasso, Che lo cuor m'ha segato, come serra.


2) id: 0c9df15dee374b6e970eb05a074d6872)
Esempio: E Rim. ant. P. N. di sopra, per luogo stretto, serrato. Latin. clausum. Di gran ricchezze giunto sono al basso, e d'alta rocca sono in bassa serra.
127) Dizion. 1° Ed. .
MISURANZA
Apri Voce completa

pag.534



1) id: 0ac5ef6b93e2408facc7bb6ac35885ac)
Esempio: Rim. ant. P. N. In piacer si mi tiene Lo suo avvenimento, E lo bel portamento, Che dona misuranza.
128) Dizion. 1° Ed. .
VOLENZA
Apri Voce completa

pag.950



1) id: 64f5f95cf686459a9d1ae36e6750e0a3)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Or venga al punto la 've pende, e giace Tutto ciò, che contien vostra volenza.
129) Dizion. 1° Ed. .
ZIMBELLARE
Apri Voce completa

pag.959



1) id: 01796c880b314e3fbaa14842a09e4078)
Esempio: Rim. ant. P. N. E, sì come sparviero, Posso dir veramente, Ch'io son preso malamente, Quando l'augello vede zimbellare.
130) Dizion. 1° Ed. .
UGNIMENTO
Apri Voce completa

pag.936



1) id: 08ae8722496e48989b941e612322d249)
Esempio: Pist. S. Ant. P. N. E sarà più utile per l'anima sua questo ugnimento.
131) Dizion. 1° Ed. .
ANCIDERE
Apri Voce completa

pag.53



1) id: 98df1241f6a445199f9f810448fb9837)
Esempio: Rim. ant. P. N. Ugo da Massa di Siena. E certamente è ver, ch'io sono Amore, Chi m'ancidesse Amore ancideria.
132) Dizion. 1° Ed. .
GETTO
Apri Voce completa

pag.383



1) id: 56a3c50ad05642a98b42f84f70b30bd0)
Esempio: Rim. ant. P. N. E sì come la nave, Che getta alla Fortuna ogni pesante, E scampane per getto periglioso.
133) Dizion. 1° Ed. .
SCARSITA
Apri Voce completa

pag.757



1) id: fb3a40f86d764b2595300ce394f30fdc)
Esempio: Rim. ant. P. N. Che è donna, ch'ha bellezze, ed è senza pietade? Come huomo, ch'ha ricchezze, e usa scarsitade.


2) id: 052b17fa09e74542bfbb0a52feefce2e)
Esempio: Bocc. Introd. n. 16. Essere abbandonati gl'infermi da' vicini, e da' parenti, e avere scarsità di serventi.
134) Dizion. 1° Ed. .
MANIERO
Apri Voce completa

pag.506



1) id: c5582ff66e764fca91cbfef6a4a771f2)
Esempio: Rim. ant. P. N. Re Enzo. Bene ho veduto, giucando di fuori, Li selvaggi sparvieri Prendere, e far maniere diventare.
135) Dizion. 1° Ed. .
VANTAMENTO
Apri Voce completa

pag.919



1) id: 14af8ae7726d4a0aae6eab45377b4ee3)
Esempio: Lib. Sagram. P. N. Il peccato del vantamento.
136) Dizion. 1° Ed. .
N
Apri Voce completa

pag.550



2) id: cef19c83306349d2b5dfc15274575671)
Definiz: lettera di suono simile alla M. Laquale si raddoppia, come l'altre consonanti, dove è mestiere, come PANNO, CENNO, ec. Posta dopo la G, perde una gran parte del suo suono, e quasi un'altra lettera ne diventa, e ciò addivien sempre nel mezzo della parola, e nella sillaba stessa: come AGNELLO. Può forse talora avvenir ciò, in principio di parola, ma molto di rado, e forse una volta, o due solamente, come GNAFFE, GNAU. Riceve dopo di se delle consonanti il C, D, F, G, S, T, V, Z, nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, e mantiene lo 'ntero suono: come BANCO, BENDA, ENFIATO, VANGELO, MENSA, VENTO, CONVITO, STANZA. Ammette avanti di se, in mezzo della parola, e in diversa sillaba, La R e S, come ARNIE, DISNEBBIARE, quantunque la S non si trovi mai in mezzo di parola, se non ne' verbi composti, con la preposizione DIS, ma nel principio più spesso, come SNODARE. E sempre si pronunzia la S, come avanti la N, nel suono più sottile, quale nella voce confusa, come si dice nella lettera S.
137) Dizion. 1° Ed. .
INCRESCENZA
Apri Voce completa

pag.433



1) id: 0b79955a2ca84d8da0317432d868d9f2)
Esempio: Rim. An. P. N. Non mi vien mai increscenza Penare lungamente per suo amore.
138) Dizion. 1° Ed. .
TRECCARE
Apri Voce completa

pag.904



1) id: 720e199308b74bbeb135125dc186dbe8)
Esempio: Rim. ant. P. N. E maggiormente ornato, e prode fatto, Chi me' sa di baratto, Treccando, e gabbando ad ogni mano.
139) Dizion. 1° Ed. .
ABBELLARE.
Apri Voce completa

pag.4



1) id: da8cf85b7dff40e3b15bddd22e492fe6)
Esempio: Rim. ant. P. N. Pena d'amore passa tutte ambasce, E però signoreggia, e addolora, E nasce di piacer sol ch'egli abbella.