Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 378 msec - Sono state trovate 358 voci

La ricerca è stata rilevata in 739 forme, per un totale di 381 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
739 0 739 forme
381 0 381 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 1° Ed. .
VIOLATORE
Apri Voce completa

pag.940



1) id: 1ba89e5a8941461d8bf02044efd10ca0)
Esempio: Maestruz. Cinque sono i casi riservati di consuetudine approvata. Il primo l'omicidio volontario, secondo falsarj, e terzo i violatori della libertà della Chiesa.
221) Dizion. 1° Ed. .
CAUSALITA
Apri Voce completa

pag.167



1) id: fe4404fac4d94811ac1ea7aa59e27f96)
Esempio: Maestruz. Due effetti si sottraggono alla causalità de' celestiali corpi, ec. Ancora sono sottratti alla causalità de' celestiali corpi, agli atti del libero albitrio.
222) Dizion. 1° Ed. .
GUATAMENTO
Apri Voce completa

pag.407



1) id: 3476b6132b91446e851d91010c3d19d6)
Esempio: Maestruz. Il secondo modo è, quando la cognizion sensitiva è ordinata ad alcuna cosa nocevole, sì come il guatamento della donna s'ordina alla concupiscenza.
223) Dizion. 1° Ed. .
FORTUNOSO
Apri Voce completa

pag.361



1) id: 624f0582b4bf44d2bd28b0d5df14bcaf)
Esempio: Maestruz. Caso fortunoso è quello, che in niuno modo si può prevedere, sì come lo 'ncendio, la rovina, il pericol del Mare, rapina, ec.


2) id: 8ef219cab15947c79d884fdb995dbf7c)
Esempio: E Maestruz.di sopra. Simigliante se sono così nati, o vero per forza furono smozzicati, o vero per caso fortunoso, dando opera a cosa licita.
224) Dizion. 1° Ed. .
ACCIDIA
Apri Voce completa

pag.10



1) id: e91b46097c464896999d18e95f45e3f3)
Esempio: Maestruz. l'accidia è alcuna tristizia, che aggrava l'animo dell'huomo in tal modo, che nulla gli piace di fare, e perciò l'accidia importa alcun tedio.
225) Dizion. 1° Ed. .
INDISTINTAMENTE
Apri Voce completa

pag.436



1) id: 088212307db74aa583da592e4ec4cdda)
Esempio: Maestruz. Gli smozzicati spontaneamente, sanza giusta cagione, ec. indistintamente in qualunque membro, o vero da se, o vero da altrui, son rifiutati in promozione.
226) Dizion. 1° Ed. .
SEDIZIONE
Apri Voce completa

pag.779



1) id: b2b0d0b9af054ee198d066da68502f1b)
Esempio: Maestruz. La sedizione propriamente è contraria all'unità del popol della Città, o vero del regno, e così è contraria alla giustizia, e al comun bene.
227) Dizion. 1° Ed. .
DISCORDIA
Apri Voce completa

pag.379 [279]



1) id: a1983e0c4d924b7d813ad157435a4b61)
Esempio: Maestruz. E la discordia peccato mortale? Quando alcuno scientemente, e con intenzione discorda dal bene di Dio, e del prossimo, nel quale e' dee consentire.
228) Dizion. 1° Ed. .
DINUNZIAZIONE
Apri Voce completa

pag.271



1) id: 6279cad0428f40ef944f719ecd91c42f)
Esempio: Maestruz. Se quando il bando, overo la denunziazione, fu fatta, egli era fuori della parrocchia, o vero se la dinunziazione non potè perveníre a lui.
229) Dizion. 1° Ed. .
DIOCESANO
Apri Voce completa

pag.271



1) id: 302b79aaf6704d178a2b607e10375182)
Esempio: Maestruz. E chi fu ordinato fuor del tempo, e da altro vescovo: ma più vera cosa è, che 'l Diocesano, con questo cotal, potrà dispensare.
230) Dizion. 1° Ed. .
FURTO
Apri Voce completa

pag.373



1) id: 8ff23fb3029c4eb98b001995bd89f04c)
Esempio: Maestruz. Furto è il toglimento della cosa altrui mobile e corporale, fraudolenta, o voglia il Signore di cui ell'è, o nò, per cagion di guadagno.


2) id: e6848b99a94849fd8a946f824ce60766)
Esempio: E Maestruz. appresso. La pena del furto si varia secondamente, che variamente di lui si tratta, e criminalmente, e a pena di peccato criminale.
231) Dizion. 1° Ed. .
RICEVIMENTO
Apri Voce completa

pag.702



1) id: 0f456f0e095f4e42baf4bb3f6196b35e)
Esempio: Maestruz. Negli altri si richiede la propria fede, non a ricevimento di sagramento, ec. ma quanto al ricevimento della cosa del sagramento [cioè della grazia]
232) Dizion. 1° Ed. .
AZZICATORE
Apri Voce completa

pag.302, in realt 102



1) id: 94a9c8a094c24079a29b0a1123de1296)
Esempio: Maestr. Aldobr. l'huomo è ardito, come Lione, e azzicatore, come mulo.
233) Dizion. 1° Ed. .
SREVERENTEMENTE
Apri Voce completa

pag.842



1) id: 895f785819854ca490cfcc549eb40d86)
Esempio: Maestr. E questo pare, che sia, quando giura sreverentemente, quasi biastemmando.
234) Dizion. 1° Ed. .
FITTA
Apri Voce completa

pag.351



1) id: 44393b404b0d400c8248901c95d323b0)
Esempio: Maestr. Aldobr. B. V. Doglie, e fitte spesso in esso tonamento.
235) Dizion. 1° Ed. .
TRAMITE
Apri Voce completa

pag.898



1) id: 7053481125f640f595a0dcddd68ab717)
Esempio: Maestr. Aldobr. E non si disvijno dal diritto tramite della ragione.
236) Dizion. 1° Ed. .
LIEVITO
Apri Voce completa

pag.485



1) id: ca2371f492e14e2ca1d2f8be03c210d1)
Esempio: Maestr. Aldobr. E sia il pane ben cotto, e ben lievito.
237) Dizion. 1° Ed. .
FUMIGIO
Apri Voce completa

pag.369



1) id: 2a06a80a7938483b995a10668d5a8a10)
Esempio: Maestr. Aldobr. E se corizza procede, per freddo, riceva questo fumigio.
238) Dizion. 1° Ed. .
INFREDDARE
Apri Voce completa

pag.443



1) id: 7b280acb772d422d8fc6714a2a632a06)
Esempio: Maestr. Aldobr. A chi fosse infreddato tolga per novero giuggiole venti.
239) Dizion. 1° Ed. .
SCAGLIUOLO
Apri Voce completa

pag.755



1) id: e5a6b4ebd9f64fcc98cf7ce173272b57)
Esempio: Maestr. Aldobr. Rec. radici di ginestra, ec. allume scagliuolo, e galle.