Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 534 msec - Sono state trovate 358 voci

La ricerca è stata rilevata in 739 forme, per un totale di 381 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
739 0 739 forme
381 0 381 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
320) Dizion. 1° Ed. .
GAGLIOSO
Apri Voce completa

pag.375



1) id: ce160214208040f89d6a2f7642e5290a)
Esempio: Maestr. Aldobr. E tal sustanzia, ch'è gagliósa, si è calda, e secca, ed hae di sua natura di purgar lo stomaco.
321) Dizion. 1° Ed. .
FIEVOLITA
Apri Voce completa

pag.347



1) id: 9d90c26f5b4247c5a029bccd01b55cd4)
Esempio: Maestr. Aldobr. Quelli che sono di gran tempo non sofferano grandi medicine, per la materia, e per la fievolità della loro complessione.
322) Dizion. 1° Ed. .
BIGAMIA
Apri Voce completa

pag.123



1) id: 37652b93e41140f0a8bbf6118d48ab37)
Esempio: Maestr. Bigamía, ec. proprio è, quando alcuno successive, in diversi tempi ha due mogli, e l'una, e l'altra cognobbe in atto carnale.


2) id: 40d48fc0cf8a46839581fd192fd8f865)
Esempio: E Maestruz. di sopra. E non dispensa, agevolmente, sì come se nell'omicidio volontario, o simonía, o nella bigamía.
323) Dizion. 1° Ed. .
VOLGARE
Apri Voce completa

pag.951



1) id: 9a8dbd984de8497380bcc914ca0e13d4)
Esempio: Maestr. Aldob. Compiuto è il libro, che parla delle medicine, per santà guardare, compilato da' Filosofi, traslatato di Francesco in volgar Fiorentino.
324) Dizion. 1° Ed. .
BUSCHETTE
Apri Voce completa

pag.137



1) id: 8ffc396e4028488b9a69a461924ae02f)
Esempio: Maestruz. In quanti modi si fa lo 'ndovinamento, che si fa per sorte, ec. In molti modi, ec. Alcuna volta per cedole scritte, o vero non iscritte, nell'occulto poste, e considerasi, chi le toglie: e simigliantemente ne' fuscelli non eguali, cioè buschette, chi la maggiore, o la minor tolga.
325) Dizion. 1° Ed. .
ADULARE
Apri Voce completa

pag.23



1) id: 261af25c516e49c8a335e7ed0a5bc7d7)
Esempio: Maestr. Ma se alcuno, per solo disiderio di dilettare, o vero di schifare alcun male, ec. adulerà alcuno, non è contro alla carità.
326) Dizion. 1° Ed. .
DIRISIONE
Apri Voce completa

pag.273



1) id: 06a1ce1553484a9fb7336e31b82c65a7)
Esempio: Maestruz. Quando alcuno pone il male, e 'l difetto d'alcuna persona in giuoco, e dirisione: questa è detta dirisione. La dirisione è più grave, che la contumelia, imperocchè il contumelioso par, che pigli il mal dell'altro, seriosè, ma il beffardo, e dirisore, in giuoco, e così pare maggior dispregio, e disonore.
327) Dizion. 1° Ed. .
LEGALE
Apri Voce completa

pag.478



1) id: 7e7116a07f264a47a6f1bb7c7ca2d6c5)
Esempio: Maestr. Impedimento settimo del parentado legale, lo qual si fa per adozione: onde è da sapere, che tre spezie di parentado legale nascono dell'adozione.
328) Dizion. 1° Ed. .
DISPENSAZIONE
Apri Voce completa

pag.288



1) id: 6d23615afdbd4b38b3624eff07ac8166)
Esempio: Maestruz. Dispensazione è una relassazione della ragione, ond'ell'è chiamata fedita, perch'ella fedisce la comune ragione. Ma la dispensazione è ella ragione? La dispensazione è un'atto della ragione conceduto, ma secondo colui, in cui è dispensato, è una licenzia, o vero permissione, fatta contro al rigore della ragione, ma non è ragion comune.
329) Dizion. 1° Ed. .
MATRIMONIO
Apri Voce completa

pag.515



1) id: 4a9c301ff95645d08dd729b9416f0beb)
Esempio: Maestruz. Matrimonio è una congiunzione dell'huomo, e della donna, la quale ritiene una usanza di vita, la quale dividere non si può. E perchè nel matrimonio apparisce più l'uficio d'esso nella madre, che nel padre, perciò è determinato più dalla madre, che dal padre. Matrimonio, tanto è a dire, come uficio di madre.
330) Dizion. 1° Ed. .
BESTEMMIA
Apri Voce completa

pag.121



1) id: fe0946a9962d41b996ace47f1aeac627)
Esempio: Maestr. bestemmia è, quando a Dio s'attribuisce quel, che non si conviene, o vero, quando da lui sì rimuove quello, che a lui si conviene.
331) Dizion. 1° Ed. .
FELLO
Apri Voce completa

pag.338



1) id: 856a93dca8734a85a57203bec61a4204)
Esempio: Maest. Aldobr. Chi gli ha in fuori, e grossi, sì è fello, e gran parlatore.
332) Dizion. 1° Ed. .
EMINENZA
Apri Voce completa

pag.311



1) id: 4e49cc5e476f4679a20b65f280825074)
Esempio: Cirug. Maest. Guigl. Ranella si è alcuna eminenza, suso la lingua, appresso i denti dinanzi.
333) Dizion. 1° Ed. .
MATRICALE
Apri Voce completa

pag.515



1) id: 846b22eacf1445d997460d2d240c2095)
Esempio: Maest. Aldobr. Matricale si è caldo, e secco, e conforta, di sua natura, lo stomaco.
334) Dizion. 1° Ed. .
BUGIA
Apri Voce completa

pag.135



1) id: 05cb94a82bd8483cb749200734afce51)
Esempio: Maestruz. La bugía è falsa significazion della boce, con intenzion d'ingannare, ec. Che differenza è tra la bugía, e 'l falso? Il falso dice chiunque dice altro, che quel ch'è vero, ec. quando crede dire il falso, e parla contro alla mente: e questa è la bugía, ec. Quando vede dire la falsità, e ingannare, sarà bugía.
335) Dizion. 1° Ed. .
USCITURA
Apri Voce completa

pag.956



1) id: bac6fefd30db42ab97d952e62830176c)
Esempio: Maestr. Aldobr. E quando questa soluzione avviene, deesi guardare da quale umore proceda, e puotesi sapere per lo colare dell'uscitura [cioè di quel ch'esce Lat. foria orum. ]
336) Dizion. 1° Ed. .
CANFORA
Apri Voce completa

pag.149



1) id: a0c25f1f7160493ab18316533b4d8c15)
Esempio: Maest. Aldobr. Bea spesso vino, aceto mescolato con acqua fredda, e poco insieme, spesso canfora e acquarosa.
337) Dizion. 1° Ed. .
AFFETTATO
Apri Voce completa

pag.25



1) id: cd198439386b4104856e22635ad4a2ea)
Esempio: Maestr. E nota, che qualunque Vescovo ordina cherico d'altra diocesi, senza licenzia del suo superiore, scientemente, o vero con ignoranza affettata, è sospeso per un'anno di non potere ordinare.
338) Dizion. 1° Ed. .
FORCELLA
Apri Voce completa

pag.358



1) id: fcc3d5d4f72c45188ec7d87e90d6b058)
Esempio: Maestr. Aldobr. E sì come di mangiare concorde, mellóni, lomie, muliache, pesche, mele di state a digiuno, per lo gran caldo, per la forcella, e per lo fegato caldo, raffreddare.
339) Dizion. 1° Ed. .
AUSPICIO
Apri Voce completa

pag.97



1) id: 2d0e71a1f206450fa36ae8e3aee27bd6)
Esempio: Maestruz. In quanti modi si fa lo 'ndovinamento, che si fa per la considerazion della disposizione, o vero movimento d'un'altra cosa? fassi in molti modi, ec. per movimenti, e voci d'uccelli, o vero d'animali, ec. Questo s'appartien generalmente ad agurio, il quale è detto garrita avium, ec. Sì come auspicio ab aspectu avium, de' quali il primo s'appartiene agli orecchi, il secondo agli occhi.