Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 514 msec - Sono state trovate 9077 voci

La ricerca è stata rilevata in 26781 forme, per un totale di 17687 occorrenze

1° Edizione
Diz Giu. totali
26734 47 26781 forme
17657 30 17687 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 1° Ed. .
INCOMPRENSIBILE
Apri Voce completa

pag.432



1) id: df6e3190d1524c6b9b0960f867a24910)
Esempio: Sen. Pist. Se noi diamo i comandamenti a ciascuna per se, questa è opera incomprensibile.
141) Dizion. 1° Ed. .
INCHIEDERE
Apri Voce completa

pag.429



1) id: 6da310c5dd4b4618ba3e15bdd788f89d)
Esempio: Sen. Pist. Io domando, e inchieggio di te a tutti quelli, che di costà vengono.


2) id: 478a29a7c2ce412aa5291a0213441a3c)
Esempio: Liv. M. E priegovi Consoli, Se 'l Senato vi commette, che imprima, imprima, incheggiate contro a me.


3) id: 8ccff19225ba48cb8e82e4248e9d9e89)
Esempio: G. V. 8. 87. 2. Fecer venire in Firenze l'esecutor degli ordinamenti della giustizia, il quale dovesse inchiedere, e proceder contro a' grandi.
142) Dizion. 1° Ed. .
MALLEVARE
Apri Voce completa

pag.503



1) id: 78eabd2856ca462aac0b3034afa27050)
Esempio: Sen. Pist. Ne già avresti amico sì caro, per cui mallevare, tu andassi a Corte.
143) Dizion. 1° Ed. .
VIVUOLA, e VIUOLA.
Apri Voce completa

pag.944



1) id: c2e66413c7e04ace88d7f6d072ef5959)
Esempio: Sen. Pist. Ciascuno prod'huomo ama meglio d'essere svegliato a suon di trombe, e a romor d'arme, che a suon di cetera e di viuóla.
144) Dizion. 1° Ed. .
GIOVATRICE
Apri Voce completa

pag.388



1) id: ddc0a64e7bef4d04b59027eb7d5a0e0e)
Esempio: Ovvid. Pist. E però piaccia a lei d'essere a me benigna atatrice d'amore, com'ella m'è stata benigna giovatrice del Mare.


2) id: e4ac61f4435d42d29e49cfac6de0cb75)
Esempio: Guid. G. A' quali disidérj Fortuna giovatrice innanzi sentito avea.
145) Dizion. 1° Ed. .
BORBOTTATORE
Apri Voce completa

pag.128



1) id: 35c47711f8d9408fac0aeda29ec8c925)
Esempio: Sen. Pist. Quando e' si doveva attemperare, e altre truffe, che danno materia a' borbottatori, e a' gracidatori [cioè mormoratori]
146) Dizion. 1° Ed. .
RAGIONE.
Apri Voce completa

pag.680



1) id: bbc8b27a4afa4fa99761818e116ab379)
Esempio: Sen. Pist. Che cosa è ragione? seguitamento della natura.


2) id: 22b825d2b517448eb745a66bc1a91138)
Esempio: Bocc. n. 80. 33. E di quindi buona, e intera ragione rimandò a Firenze a' suo' maestri.


3) id: a1097287b593463d82069386186a1bb0)
Esempio: N. ant. 94. 3. E poi andò a vendere gli altri a quella ragione, che 'l Signore aveva dato.


4) id: 37e60a1a0a2e410cb76a86784d2254c7)
Esempio: Bocc. n. 65. 5. S'avvisò, a consolazion di se medesima, di trovar modo, ec. che a ragione le fosse fatto.


5) id: 5a051721fe2e4feb8f0b1a7da3d7479a)
Esempio: Passav. 122. Questi casi riservati a' Vescovi dalla ragion canonica.


6) id: 67a0e931cce748aea484a4f7afa6dd16)
Esempio: Bocc. n. 75. 7. Messere, voi fate villanía a non farmi ragione.


7) id: 328a34568cdf438488b871c47ed25465)
Definiz: Di ragione, a ragione, e con ragione, cioè ragionevolmente, giustamente. Lat. iure, meritò.


8) id: 0a971728e867465093cee8ac216af242)
Esempio: G. V. 4. 19. 4. A cui di ragione pareva s'appartenesse il regno.


9) id: 99ea7fd8bc4c4ff0b28451591182e0d9)
Esempio: E Bocc. nov. 80. 23. E fatto ogni cosa scrivere a sua ragione.


10) id: f2750c8a03a4423daeab736a7f139ae9)
Definiz: ¶ Far ragione, nel bere, è risponder bevendo a colui, che t'invita a bere, il quale invito si dice Far brindis, e da' latini, propinare, praebibere, da' Greci προπίνειν.


11) id: 7bea6ee3019d4a658b37a6b3956ac746)
Esempio: Lib. Sagram. Mai non si metterebbono a ragione i peccati, che di questo albero nascono.


12) id: 64af4ec4048c4480b2b09342116fee55)
Definiz: onde Andarsene alla ragione è andare a chieder ragione, dove ella s'amministra. Lat. ius adire.


13) id: 1043b98d90234aeb83202340e27d67a4)
Esempio: Bocc. n. 80. 30. Egli non ne vuol meno, che a ragione di trenta per centinaio.


14) id: 3dbda8b4ad054ffdb221bee9001e548b)
Esempio: E G. V. lib. 11. 39. 1. Stendea il suo uficio di ragione, e di fatto, a modo di bargello.


15) id: c87ddf34ef674eebb0f79cd5e3f7eb80)
Esempio: Bocc. n. 66. 11. Mise mano al coltello, e disse: traditor, tu se morto: io non mi posi a dimandar perchè ragione.
147) Dizion. 1° Ed. .
COMPITO
Apri Voce completa

pag.201



1) id: 7b9b8007eef5486282acf0e045cb09f1)
Esempio: Pist. Ovvid. E convienti rendere il filato per cómpito.
148) Dizion. 1° Ed. .
LAMENTOSO
Apri Voce completa

pag.470



1) id: 41acbf1d928d4ea29247d9fcdf4bd546)
Esempio: Sen. Pist. E con l'altra parte debole, e lamentosa.


2) id: 02a623f0ad6d4d0b9e4f7ec171a79c60)
Esempio: Ricord. cap. 18. Incominciò a far lamentoso pianto, dicendo.
149) Dizion. 1° Ed. .
LENTEZZA
Apri Voce completa

pag.480



1) id: cd98ece6cbe64a69be3a934f648c4a7c)
Esempio: Sen. Pist. E natural lentezza, e mollezza di coraggio.
150) Dizion. 1° Ed. .
ORDURA
Apri Voce completa

pag.576



1) id: 0f1968c5b45c464289b4e4ce3accfb80)
Esempio: Sen. Pist. E astinenzia puote bene essere sanza ordura.
151) Dizion. 1° Ed. .
MORBIDAMENTE
Apri Voce completa

pag.540



1) id: 85279f691b4e4544900ed50778fb503a)
Esempio: Sen. Pist. Dormiéno dolcemente, e morbidamente in pura terra.
152) Dizion. 1° Ed. .
SVANIRE.
Apri Voce completa

pag.860



1) id: b4c3898195a84a49976383420d568bed)
Esempio: Sen. Pist. Che l'odore non vada via, e svanisca.
153) Dizion. 1° Ed. .
TRANOBILE
Apri Voce completa

pag.900



1) id: 008f623c402540419246d1eb001a5f50)
Esempio: Sen. Pist. Seguiti le trabelle, e le tranobili cose.
154) Dizion. 1° Ed. .
TRABELLO
Apri Voce completa

pag.894



1) id: 058270b92865413aa0ac08ec65cbcd60)
Esempio: Sen. Pist. Seguiti le trabelle, e le tranobili cose.
155) Dizion. 1° Ed. .
AGO
Apri Voce completa

pag.32



1) id: 3a242f29cce84f58bd6f0676a7a16b5d)
Esempio: Ovvid. Pist. E ficca ne' miei fegati l'aguzzate ágora.


2) id: b6a634b964f6472581556d24d7d01392)
Esempio: Tes. Br. 2. 49. E sappiate, che a queste due tramontane vi s'apprende la punta dell'ago, ver quella tramontana a cui quella faccia giace.


3) id: 1c874e0752ba4b29ad1b61de019c3556)
Definiz: Diciamo AGO ancora a quel ferro aguzzo, che è appiccato alla toppa, e entra nel buco della chiave, e guidala a gl'ingegni della serratura.


4) id: 025354d5960c458f81a3f661177fb5cc)
Definiz: E AGO a quel risalto, che fa l'arpione, nel quale entra l'anello della bandella.


5) id: ddd74af981344200b2fbbe6b8c0686f6)
Definiz: E AGO a quel ferro della stadéra, sul quale son segnate l'once, e le libbre.


6) id: f9a116a60faa486c95913a7210d00d6a)
Esempio: Dan. Purg. c. 32. E come vespa, che ritragge l'ago, A se traendo la coda maligna.


7) id: 96399020741f43de92a30bec2466768a)
Definiz: ¶ Per similitud. quel sottil ferruzzo, sul qual s'accomoda la calamíta della bussola e degli oriuoli a Sole.


8) id: 9131fdc118cc4921a89c0d4baf356eab)
Definiz: ¶ Dicesi eziandio AGO a quella picciolissima spina, che hanno nella coda le vespe, le pecchie, i calabroni, e simili animaluzzi, col quale pungono.


9) id: 8e35529a34244b44b5ae0deb2e815107)
Definiz: Da AGO aghetto, ch'è alquanto di nastro, o cordellina, nella sommità del quale è una punta d'ottone, a guisa d'ago, per uso d'affibbiare.
156) Dizion. 1° Ed. .
DOMATORE
Apri Voce completa

pag.302



1) id: 7192296a724c475288c7781b681bbda0)
Esempio: Ovvid. pist. era cacciatore, e domator di fieri cavalli.
157) Dizion. 1° Ed. .
CONCHIUSO
Apri Voce completa

pag.204



1) id: 301de4870f7242d5875ecc01ba130911)
Esempio: Sen. Pist. Sermoni abbreviati, e conchiusi in poche parole.
158) Dizion. 1° Ed. .
DANNATORE
Apri Voce completa

pag.347 [247]



1) id: d6f588a160e04680a86a1ae806b6825d)
Esempio: Ovvid. Pist. D. Adunque si dee servire Iove dannatore.
159) Dizion. 1° Ed. .
FANCIULLESCO
Apri Voce completa

pag.328



1) id: 6bcb9d6ce17147909c51826b77e3bc1c)
Esempio: Sen. Pist. Tutti gli altri son piccoli, e fanciulleschi.