Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 408 msec - Sono state trovate 25 voci

La ricerca è stata rilevata in 51 forme, per un totale di 25 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
51 0 51 forme
25 0 25 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 2° Ed. .
CECE
Apri Voce completa

pag.167



1) id: aa2c58d894964a7ebc7050dd4f751b32)
Definiz: Spezie di legúme, o civáia. Lat. cicer.
2) Dizion. 2° Ed. .
DIRIMPETTO
Apri Voce completa

pag.269



1) id: a8ca0267628c49418ec5c506668b80bd)
Esempio: Dittam. E quel che vedi, che t'è dirimpetto, E' Cicerone.
3) Dizion. 2° Ed. .
CALOGNA
Apri Voce completa

pag.141 [143]



1) id: c80e8d8581ab4b89b9295f8a2e80b881)
Esempio: Pist. Cic. a Quinto. Quella acerbissima calógna, cioè falsa accusazione.
4) Dizion. 2° Ed. .
PIISSIMO
Apri Voce completa

pag.613



1) id: 8840c6d67e9548f09d133b00d3a73c17)
Definiz: Superl. di pio. pijssimus, disse Curzio, benchè Cicerone dica non esser Latino.
5) Dizion. 2° Ed. .
SCONVENEVOLEZZA
Apri Voce completa

pag.761



1) id: f61c0e98d474431b8d928a2bcbdf55b1)
Esempio: Pist. Cic. a Quin. La loro avarizia, e le loro sconvenevolezze.
6) Dizion. 2° Ed. .
SFRENAMENTO
Apri Voce completa

pag.786



1) id: ea0d6f7dcb0c44d5b8aae104ad232abe)
Esempio: Pist. Cic. a Quin. Dov'è infinita licenzia, cioè sfrenamento degli huomini.
7) Dizion. 2° Ed. .
INTENDERE
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 60d6f1a5a273435dbf93ee7b02fd7455)
Definiz: ¶ Per avere intenzione, pensiero. Lat. Habere statutum cum animo, disse Cicerone. Alicui certum esse.
8) Dizion. 2° Ed. .
IN SOMMA DELLE SOMME
Apri Voce completa

pag.443



1) id: 02a9c6fa6584491789f6333c4d3f431e)
Definiz: Per final conclusione. Senec. Pist. disse. Summa summarum haec erit. E Cicer. Ad Q. Fratr. in omni summa faciam, ut mones.
9) Dizion. 2° Ed. .
INTRINSICO
Apri Voce completa

pag.451



1) id: c3a3b540752c42e39a2ff8e93d2b7266)
Definiz: Intrinsicarsi con altrui, vale, pigliare interna dimestichezza, e familiarità. L. coniungere necessitudinem cum aliquo, disse Cicerone.
10) Dizion. 2° Ed. .
GRAZIA
Apri Voce completa

pag.392



1) id: 3b358859ed1942798f23d2fdd0e2e927)
Esempio: Filoc. lib. 2. 78. La grazia della sua lingua potrebbe agguagliare alla dolcissima eloquenza dell'antico Cicerone.
11) Dizion. 2° Ed. .
PISPIGLIARE
Apri Voce completa

pag.615



1) id: cc59be7f8ba441ff99b34eb8d665e5cd)
Esempio: Pist. Cicer. a Quint. Non sieno tali, che in essi fittiziamente, e simulatamente, per cagione di guadagnare si possa susurrare, o pispigliare.
12) Dizion. 2° Ed. .
SUSURRARE
Apri Voce completa

pag.859



1) id: 451e99d1b2d14fffa4a1e01658180acb)
Esempio: Cic. Pist. a Quinto. Per cagione di guadagnare non si possa susurrare, o pispigliare.
13) Dizion. 2° Ed. .
SFIDARE
Apri Voce completa

pag.785



1) id: e3d1c00e2bea49569d311ea08abf0999)
Esempio: Pist. Cic. a Quinto. Che io non mi sfidava la cosa dover venir fatta.
14) Dizion. 2° Ed. .
NESCIENTEMENTE
Apri Voce completa

pag.541



1) id: 393bf836b15d4c93ab56669d75793312)
Esempio: Cic. a Quint. fr. Feci nescientemente, e spezialmente adoperando cosa, per la quale, ec.
15) Dizion. 2° Ed. .
DOGLIOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.295



1) id: 2d4f8f4ef9bd496683e4728cab0e21b4)
Esempio: S. Agost. C. D. La qual Cicerone piange dogliosamente, tanto tempo innanzi, che Cristo in carne venisse.
16) Dizion. 2° Ed. .
GRUCCIA
Apri Voce completa

pag.395



1) id: 8e859fc9c238443aa97f63f8650d74ce)
Definiz: Tenere in su la gruccia, vale tener sospeso, e si dice dell'animo. Lat. detinere, aliquem suspensum, disse Cicerone.
17) Dizion. 2° Ed. .
RAGGRINZARE.
Apri Voce completa

pag.660



1) id: 010748a1a81740f29cc7ca3ecf4c38e9)
Esempio: Pist. Cic. a Quinto. Imprima ti priego di questo, che tu non raggrinzi, ne allassi nell'animo tuo.
18) Dizion. 2° Ed. .
SOMMERGERE
Apri Voce completa

pag.804



1) id: 88c33684728142f4a922aa9f66d99df3)
Esempio: Pist. Cic. a Quin. Che tu non ti lasci soperchiare, ne sommergere dalla grandezza delle faccende [cioè sopraffare]
19) Dizion. 2° Ed. .
PELLICCIA
Apri Voce completa

pag.590



1) id: b4815f355b1748438fa0e9fa602281d9)
Definiz: Vesta foderata di pelle, che abbia lungo pelo, come di mártore, di volpi, di vai, e simili. Lat. Mastruca. Benchè già fosse propria de' Sardi, come dice Cicer.
20) Dizion. 2° Ed. .
FRATELLESCO
Apri Voce completa

pag.356



1) id: afaab6c51119458891090a3ce39e01e6)
Esempio: Pist. Cic. a Quinto. Egli si forzi di mostrar verso noi amor fratellesco, ec. con questi fratelleschi, parlo teco.