Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 237 msec - Sono state trovate 14691 voci

La ricerca è stata rilevata in 47498 forme, per un totale di 32790 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
47457 41 47498 forme
32766 24 32790 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 2° Ed. .
GODENTE.
Apri Voce completa

pag.383



1) id: 96c9a5f8471b4e8c940f8ac50744bde0)
Definiz: Ordine di frati Cavalieri, instituito da Urban Quarto. Vedi i Comentatori.
2) Dizion. 2° Ed. .
CUBITO
Apri Voce completa

pag.238



1) id: c87bb88516384247b2327042ca264a45)
Definiz: ¶ Per misura, che il cubito minore, secondo Vitruvio, è di sei palmi, il comune di 16. Il maggiore di 36.


2) id: c4f040a3090947a5a4e3fe03a423dea5)
Esempio: G. V. 36. 8. 4. Per ispazio dall'una torre all'altra di venti cúbiti.
3) Dizion. 2° Ed. .
SOFFOLCERE, e SOFFOLGERE
Apri Voce completa

pag.799



1) id: 424a897cd5e54ba79e8a53c0c096a211)
Esempio: But. la vista tua pur si soffolge, cioè si ficca. Altri Comentatori, s'appoggia, e si ficca. Altri, s'affissa.
4) Dizion. 2° Ed. .
NODOSITA
Apri Voce completa

pag.546



1) id: 9f5962a718664045a1432fd590540792)
Definiz: La durezza del legno, ch'è intorno al nodo. Vitruvio dice in lat. nodatio, e Cresc. lat. *nodositas.
5) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 3a2057f8a4304bbc931bf2a974b8790c)
Esempio: G. V. 9. 309. 1. Fuggíti in una casa di verso il borgo di Bruggia.


3) id: cf86df713bd6462aa10fc9de7f372a31)
Esempio: Boccac. proem. 5. In cambio di ciò, ch'io ricevetti.


4) id: 39a5e57437894dc59b7c13edfddbe232)
Esempio: Boccac. proem. n. 8. Intendo di raccontare cento novelle.


5) id: 27adb54adfb04f6ea5a9156aadc96428)
Esempio: Dan. Parad. 17. A molti fia savor di forte agrume.


6) id: 3085860862c0422590d5c619762fe55e)
Esempio: Boccac. n. 40. 12. La qual tornò, e disse di sì. E in questi due ultimi esempli, la DI può aver forza di CHE. E nell'ultimo del Bocc. può anche esser particella riempitiva.


7) id: 2f429758df3c47fd9b0360287650f82e)
Esempio: E Bocc. Introd. n. 3. Al numero pervenuti di mille trecentoquarantotto.


8) id: 8ffe13f3dec54d11a961b84989e18195)
Esempio: E Bocc. nov. 15. 2. Il cui nome era Andreuccio di Pietro [cioè figliuol di Pietro] modo comune a noi, e a' Greci. Flos. 54.


9) id: e92c42668abc464090af675f2751f216)
Esempio: G. V. 3. 1. 5. Non però che fosse della grandezza di prima.
6) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 9fb42e3eb5be4bcf83db0c3008a3e2cf)
Definiz: segno di particolareggiamento, e vale alcuni, o alquanti.


3) id: 9626842a35b44d21a612133a08f7c26a)
Esempio: Bocc. n. 34. 4. E misevi sù di valent'huomini.


4) id: 4c8f3bb1dbb14c738d78206fb0a3579f)
Esempio: E Bocc. g. 3. f. 7. Ed ebbervi di quelli, che intender vollono alla Melanese.
7) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 6e85511958e74e94ab4688844996af4e)
Definiz: in vece di A segno del terzo caso.


3) id: db923f81f77f41d39e008f4335a73804)
Esempio: Bocc. 46. 2. Ischia è un'isola, assai vicina di Napoli.


4) id: f99d67db6ff94573b75bc974b432af2e)
Esempio: Liv. M. Gli sbanditi, e servi, intorno di 1500. huomini.


5) id: 5059e62a1b1d4d93a806f3e270eb4d0f)
Esempio: Bocc. Introd. n. 13. E i più di tali servigi non usati.


6) id: 3037a2a5da34408fbf6761f629578ae7)
Esempio: E Bocc. n. 100. 6. Io ho trovato una giovane, secondo il cuor mio, assai presso di quì.
8) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 1c2e7fd576dc49ff88299c4da7bf6943)
Esempio: Bocc. n. 18. 15. Rispose, ch'era di Piccardia.


3) id: c776696257c24a06b8d99919ec29aedc)
Esempio: Boccac. introd. n. 19. Di questa vita, senza testimonio, trapassavano.


4) id: 93d8dc1ab4104815a2bf17772a3ac318)
Definiz: proposizione, che propriamente significa moto di luogo. Lat. ex, è, de.


5) id: 5520b323741f4752bb82b88600751540)
Esempio: E Dan. Purgat. c. 1. Lo Duca mio allor mi diè di piglio.


6) id: 0beb6ccbeecd4074922a2226b1f64f3a)
Esempio: Dan. Parad. 17. E poscia per lo Ciel di lume in lume Ho io appreso.


7) id: 3828163034734776be4db8c72e50c9be)
Esempio: E Bocc. nov. 17. 35. appressandosi, di giorno in giorno più alla guerra, le cose, ec.


8) id: f84b2607bdac47788a598288a2bf2aa7)
Esempio: E Dan. Par. can. 3. E così le fu tolta Di capo l'ombra delle sacre bende.
9) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 9b2e27ee56a54e0fafae56ed221f24d0)
Definiz: in vece di DA, o CON.


3) id: 0e4c252c5f6342468f05bdc7a26e3f57)
Esempio: E Bocc. n. 39. 6. Passato di quella lancia, cadde.


4) id: a32f4eea3fd94e28baeb9990eec8c9a5)
Esempio: Bocc. n. 60. 21. Chiunque di questi carboni è tocco. ec.
10) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 50610f59d4e345cab5eead4dd3cb6928)
Definiz: in vece di CON.


3) id: 1ebdb97438bd457f94975189fbb0b69c)
Esempio: Dan. Inf. 31. Torreggiavan di mezzo la persona.


4) id: 2c1fc8ae6a4347c6ba50b953089ed68a)
Esempio: Ariost. Fur. E, temprato, che l'ha, tira di forza.


5) id: 6903afb57ab94d77968ef5acf2efb8c5)
Esempio: Salust. Catell. Di grandissima forza si combattea da ciascuna parte.


6) id: f84c014a4ac84a42a84205dac421ea27)
Esempio: Dan. Purgat. c. 32. E ferío 'l carro di tutta sua forza.


7) id: 7b9f37822fb8474f9bd0aafe1bb41a1e)
Esempio: Liv. M. Elli se n'andavano di piano andare verso le logge de' nimici.


8) id: 4497ab87ae1349c98fca72b3b3dc984f)
Esempio: Bocc. n. 85. 18. Maestri, a me conviene andar testè a Firenze, lavorate di forza.


9) id: 21d9813af4ac4400bdfad30acdf84430)
Esempio: Bocc. 79. 46. abbiamo sta notte avuto tante busse, che di meno andrebbe un'asino a Roma.
11) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 29c84139bfe74b5fb022d22181fc3d5a)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Ti menerebbe al Ninferno, Così è di verità.


3) id: 551e4c8c27624d9aaa13760867aad50c)
Esempio: Bocc. n. 15. 17. Ve ne potreste tutti andar di brigata.


4) id: 66a5c313e7f3447bb4236d8aea0471f9)
Esempio: E Bocc. n. 19. 21. Dimmi di che io t'ho offeso.


5) id: 1b28fcdeb2094a69892e5ab37f6c4f3b)
Esempio: E Bocc. n. 90. 11. Levatasi in piè, di buona fe disse al marito: bestia che tu se.
12) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 31eae22391cf49328388edc513b57bdd)
Definiz: in vece di PER.


3) id: 80324e92fbf64911b4e2c9a64d1b4565)
Esempio: E G. V. lib. 9. 304. 2. Consigliando di porsi a Santa Maria a monte, e di Fermo era il migliore.


4) id: c838d8f41ea44e7c8f06e9665b83c190)
Esempio: G. V.... E di certo se Papa Giovanni fosse più lungamente vivuto.


5) id: 7f2ce0828f2e44a7959cc497a3ec49db)
Esempio: Liv. M. Ma elli piagnea, e di grande pietà non potea motto fare.


6) id: f4fea4e927ea4353a177034821f94fd9)
Esempio: Cavalc. Medic. cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.
13) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: c8b95df3519a43f79bb47a953b869873)
Definiz: in vece di CHE. Lat. quàm.


3) id: 83b1a3ef76af4ce48acf1ecd00a353fe)
Esempio: Fr. Giord. Salv. Che non ha più figliuoli di lui.
14) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 020c0290cf5045c2bebf927c5e319c08)
Definiz: in sentimento di contrassegno, o di titolo, ma con l'articolo unito insieme.
15) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 15e3a3f5b7514aeba31a010ffa573227)
Esempio: Dan. Infer. 26. s'i' meritai di voi mentre ch'io vissi, s'io meritai di voi assai, o poco.
16) Dizion. 2° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.254



2) id: 53203ce4168d4028b7495330e4be5e43)
Esempio: Bocc. introd. n. 21. E assai n'erano, che nella strada pubblica di dì, o di notte, finivano.


3) id: 447af8b953f840eaa8edfb7835b09cd6)
Esempio: Sport. Gello. Il buon di comincia da mattina.


4) id: 38a22801db344957b1ccb9910d33a84f)
Definiz: ¶ Diciam proverbialmente. Il buon dì si conosce da mattina, di chi dà buon saggio, e buona speranza di se per tempo,


5) id: 2b6dcdc7f81c4410aba1dbab32f3087e)
Esempio: lib. Astr. Poni l'opposito del grado del Sole se fosse di die.
17) Dizion. 2° Ed. .
CORNICE
Apri Voce completa

pag.124 [224]



1) id: b769c799c6294c36929d1028feb4aace)
Definiz: Ornamento, e quasi cintura di fabbrica, e di edificio, laquale sporge in fuora. Budéo le dice in Latin. coronae arum. Benchè, secondo Vitruvio, coronae, vaglia più tosto CORNICIONE.


2) id: abfa1c3a238a47fcae9f7262ecdd3429)
Definiz: Anche all'ornamento de' lavori di legname, fatto a questa similitudine si dice cornice.


3) id: 32d77108b1db4935bd95d54b71e2de62)
Definiz: E scorniciare si dice di marmo, legno, o simil materia, quando se ne fa la cornice.
18) Dizion. 2° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.1



1) id: 87ebc37bd31c4e25b519df7dfd45d33b)
Definiz: in vece di DI.


2) id: c17bf2b588c24057ba1beca665a1c5ee)
Esempio: Bocc. n. 43. 7. Esso non ardiva a tornare addietro [cioè di tornare]


3) id: 3cbd684ef67b47a5b8566c13f26796bd)
Esempio: Dant. Inf. c. 1. Sì ch'a bene sperar m'era cagione [cioè di bene sperare]


4) id: b28c0a29b52f4ad3bdea8dcb31b38eee)
Esempio: Bocc. n. 29. 15. In abito di peregrini, ben forniti a danari, e care gioie.
19) Dizion. 2° Ed. .
RANINO.
Apri Voce completa

pag.667



1) id: 34060239a0864ab583e4220482a1f641)
Definiz: Di natura di rana.
20) Dizion. 2° Ed. .
MUCILAGINOSO
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 47b2ecce96324df5b2c092188c7bca00)
Definiz: Di qualità di mucellaggine.