Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 416 msec - Sono state trovate 1632 voci

La ricerca è stata rilevata in 3549 forme, per un totale di 1917 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
3549 0 3549 forme
1917 0 1917 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 2° Ed. .
RIMERITAMENTO
Apri Voce completa

pag.704



1) id: fcdeef24bf83498cb4b7a437add36ee2)
Esempio: Amm. ant. La quarta, del rimeritamento verso Padre, e Madre.
201) Dizion. 2° Ed. .
GIOVENTUDINE
Apri Voce completa

pag.379



1) id: 42c97f5a738d442b87654c213b7cc98a)
Esempio: N. ant. 92. 1. Fece assembrare tutta la gioventude Romana.
202) Dizion. 2° Ed. .
AFFRATAMENTO AFFRETTAMENTO.
Apri Voce completa

pag.26



1) id: 6ead1dcb3e064caabf6bb6d51c363ff9)
Esempio: Amm. ant. Massimamente al consiglio sono contrarj affrettamento, ed ira.
203) Dizion. 2° Ed. .
A GABBO
Apri Voce completa

pag.28



1) id: 78908ac8ac934bcb9d5d7874a337aeb5)
Esempio: N. ant. 28. L'uno rispose a gabbo. Havvi un cappello.
204) Dizion. 2° Ed. .
TARDITA.
Apri Voce completa

pag.864



1) id: 508a65c01cde4a0b9f2035274d35361f)
Esempio: Am. ant. La sua tardità compensa con gravezza di tormenti.
205) Dizion. 2° Ed. .
GODIOSO
Apri Voce completa

pag.383



1) id: 6925cb6a28fc42fca15560edbd13ede2)
Esempio: Amm. ant. Benavventurato non sarà godioso, ne malavventurato sarà tristo.
206) Dizion. 2° Ed. .
DONNEARE
Apri Voce completa

pag.298



1) id: 72bbe75e80e9490880eb09fb0689dce6)
Esempio: Nov. ant. 79. 1. Levate le tavole, menaronlo a donneare.
207) Dizion. 2° Ed. .
OZIOSO
Apri Voce completa

pag.569



1) id: 12d7a540c47440c0b3d4fd9a23d840a2)
Esempio: Amm. ant. Ogni ozioso ha de' grilli per la testa.
208) Dizion. 2° Ed. .
USATORE
Apri Voce completa

pag.944



1) id: 28c96e5135514f3c8ed9ee02b2c8c580)
Esempio: Amm. ant. La dignità per l'usatore è grande, e piccola.
209) Dizion. 2° Ed. .
POTENZIA
Apri Voce completa

pag.625



1) id: ea74672993a14459a2346fadbdf17519)
Esempio: Amm. ant. Potenza è ne' giovani, e prudenza ne' vecchj.
210) Dizion. 2° Ed. .
FIORE
Apri Voce completa

pag.343



1) id: 46cd59de2c9f495e8bb4a194cf944872)
Esempio: N. ant. tit. Questo libro tratta d'alquanti fiori di parlari.
211) Dizion. 2° Ed. .
MOLLEZZA
Apri Voce completa

pag.524



1) id: 82f9ccf5f67247fc8333c637451e6131)
Esempio: Amm. ant. La mollezza dell'acqua passa la durezza della pietra.


2) id: a6f4bcf16ab3419da20ff2ffafb011a3)
Esempio: Amm. ant. Chiunque è in istato di sanare le spirituali ferite, elli vi ponga, quasi, come vino, il morso del dolore, e quasi, come olio, mollezza di pietade.
212) Dizion. 2° Ed. .
ASSISTERE
Apri Voce completa

pag.85



1) id: e881ad2b92354e319497b2ab12f96823)
Esempio: Amm. ant. In un luogo perseverantemente assiste il corpo suo.
213) Dizion. 2° Ed. .
SVARIANZA.
Apri Voce completa

pag.849



1) id: 369b93eac2b34b02b12a66b6427caaae)
Esempio: Amm. ant. Non è dilettevole cosa, che non ha svarianza.
214) Dizion. 2° Ed. .
SVERGOGNATO.
Apri Voce completa

pag.854



1) id: 5f58da843bd547df82108eaac322fe4d)
Esempio: Amm. ant. A' giovani fa più svergognata la loro distemperanza.
215) Dizion. 2° Ed. .
SUGNA.
Apri Voce completa

pag.855



1) id: fe88547625ab4dffba32cbbf98300901)
Esempio: Rim. ant. Ami nel drappo suo cardo, e non sugna.
216) Dizion. 2° Ed. .
SUPINO.
Apri Voce completa

pag.857



1) id: ab4d275f5c3a46988c4afcfb7c2c2a28)
Esempio: N. ant. 100. 17. In quel sogno egli giacea supino.
217) Dizion. 2° Ed. .
APPARISCENZA
Apri Voce completa

pag.63



1) id: 274f89f1282b41ba94c00eb485d58b53)
Esempio: N. ant. 58. 2. l'huomo parea di non grande appariscenza.
218) Dizion. 2° Ed. .
INGAGGIARE
Apri Voce completa

pag.434



1) id: 932d4ae75b0e4725aa13aefb730112aa)
Esempio: N. ant. 83. 5. S'ingaggiaro, chi avesse più bella spada.


2) id: 136220b10cc54484b0a0377604cb3e06)
Esempio: E N. ant. nov. 19. 3. Messere io n'ho più di voi. Quivi fu il sì, e 'l no: ingaggiarsi le parti: aggiornaro il giorno, che ciascuno, ec.
219) Dizion. 2° Ed. .
INGIUSTIZIA
Apri Voce completa

pag.436



1) id: 7a5d3dcc7c404725a6258aedc2616e78)
Esempio: Amm. ant. La 'ngiustizia torna sopra colui, che la fa.