Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 281 msec - Sono state trovate 6020 voci

La ricerca è stata rilevata in 15344 forme, per un totale di 9320 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
15335 9 15344 forme
9315 5 9320 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
80) Dizion. 2° Ed. .
MOSCA
Apri Voce completa

pag.531



1) id: 225e7fafc94c4c87abdf101a529344af)
Esempio: Cavalc. fr. ling. La mosca è volatile, e vile, e immonda, e molto inquieta.


2) id: 984e352019324767b24b6839c1a8dca7)
Definiz: Menare a mosca cieca: dar senza discrezione. Della cui origine
81) Dizion. 2° Ed. .
EVANGELIZZARE
Apri Voce completa

pag.317



1) id: ccfad1c9b7094e3ba53de8a2c92fb958)
Esempio: Cavalc. fr. ling. E però circuiva le ville, e le castella, predicando, ed evangelizzando.
82) Dizion. 2° Ed. .
INQUIETO
Apri Voce completa

pag.441



1) id: c02f71e2093140c6a72319e3f2dcd14e)
Esempio: Cavalc. fr. ling. La mosca è volatile, e vile,e immonda, e molto inquieta.
83) Dizion. 2° Ed. .
COMBATTITORE
Apri Voce completa

pag.194



1) id: ac217e5ceeea4ac9aec8010ae4e32021)
Esempio: Cavalc. Fr. ling. Non siamo eradicatori delle male cogitazioni, ma siamo combattitori contra esse.
84) Dizion. 2° Ed. .
DARE
Apri Voce completa

pag.245



1) id: fbcaaea3d527442095927bf681bef00a)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Presto si perde, se non lo guarda colui, che lo diede.


2) id: 2ce7d531234a489aaa15057c33bfcaa9)
Definiz: Dar lingua: avvisare, significare. Lat. certiorem facere.


3) id: 2bc4fb7016df4b609ef3c89deab0aa87)
Esempio: N. ant. 41. 1. Diede della mano nella guastada, e disse.


4) id: a9c186ee207d45159775021724ae47f2)
Esempio: E Bocc. n. 14. 5. Diessi a far sua della roba d'ogni huomo.


5) id: e243f4af83f146f1b904cf363526f526)
Definiz: Dar di mano, Dar della mano, Dar di piglio: pigliar con prestezza. Latin. arripere.


6) id: 441cf073f81d4a16a22ed85ba0c259e9)
Esempio: Com. Inf. 19. Nullo maggiore strazio puote huomo fare della sua donna, che sottometterla per moneta a chi più ne da.


7) id: 9c0813b5a9744e05909abf3e0849e3b4)
Esempio: E Bocc. g. 1. f. 4. Dato dunque ordine a quello, ec.


8) id: 63c7ed3515874b45aa6116f9b0716b53)
Esempio: Bocc. g. 3. f. 4. Filomena, e Panfilo si diedono a giucare a scacchi.


9) id: c2383f426d0844e181c471a3d3520a11)
Esempio: E Bocc. g. 1. f. 9. Piacque alla Reina di dar fine alla prima giornata.


10) id: 69875a3b628043579a7e35001378e7cf)
Esempio: E Bocc. g. 2. f. 1. Questa novella diè tanto, che ridere alla brigata, che, ec.


11) id: 2742640002504226b220c36490cb026f)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 2742640002504226b220c36490cb026f
85) Dizion. 2° Ed. .
MANINCONICO
Apri Voce completa

pag.495



1) id: e261400d1dea420eb499cf3cd9ed5e29)
Esempio: Cavalc. Fr. ling. Se fra voi è alcuno maninconico, e tristo, ori, o canti.
86) Dizion. 2° Ed. .
GONNELLETTA
Apri Voce completa

pag.385



1) id: 93a9fa7fa51a4151908969a64193a461)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Allora quegli contento ne la menò così scalza, e in gonnelletta.
87) Dizion. 2° Ed. .
PESTILENTE
Apri Voce completa

pag.604



1) id: f7d51bdd7b1c4b58a2f64789ad749af8)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Riprendi il savio, e ameratti, ma l'huom pestilente l'ha per male.


2) id: c3b9c535839a4e22aefbd70cdfc53a3b)
Esempio: E Cavalc. tratt. penitenz. poco di sotto. Fecele dare la più pestilente, e la peggior lingua di tutte quelle, che aveva.


3) id: 47f5129dd3754dc4b4b8308889e0e249)
Esempio: Cavalc. tratt. penitenz. Intendendo essa di volere una pestilente, che l'aiutasse a esser paziente.
88) Dizion. 2° Ed. .
LAMENTO
Apri Voce completa

pag.460



1) id: 30fe8cb759c948ec988d5652b07aed12)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Al giudicio finale udiranno contr'a se il duro lamento de' popoli.
89) Dizion. 2° Ed. .
PROMOZIONE
Apri Voce completa

pag.641



1) id: b6040a7f74834ec0b61f59d436bac2bb)
Esempio: Cavalc. fr. ling. E come, quanto al Mondo, alcuna singolar promozione, e alcuno onore.
90) Dizion. 2° Ed. .
PROPINQUO
Apri Voce completa

pag.641



1) id: 8cc1b20e83bb4c629ea7b02031630cfa)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Alcuna preparazione generale, e longinqua, ed alcuna più speziale, e propinqua.
91) Dizion. 2° Ed. .
PUZZARE
Apri Voce completa

pag.651



1) id: d4f8096326b84db1bdfc3b8a23966305)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Il perchè l'opere di questi tali troppo gridano, anzi troppo puzzano.
92) Dizion. 2° Ed. .
TORRACCIA
Apri Voce completa

pag.881



1) id: 43def3ed1d9142eba8e0a3f8efc70f16)
Esempio: Cavalc. Fr. ling. E così San Piero, orando, in su una torraccia, fu rapito.
93) Dizion. 2° Ed. .
DISPOSTO
Apri Voce completa

pag.286



1) id: 2bb69e5b51f842f486e748704a5f395a)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Gli parve vedersi innanzi tutta la santa scrittura disposta, e dichiarata.
94) Dizion. 2° Ed. .
REPRENSIBILE.
Apri Voce completa

pag.687



1) id: b223f36357024434b7fe1982b3f6326a)
Esempio: Caval. fr. ling. Molto orare, quando noi possiamo, non è reprensibile, ne inutile.
95) Dizion. 2° Ed. .
VERGOGNA
Apri Voce completa

pag.920



1) id: 07d16254d7ce413aaf7d553559acc3a9)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Speranza di salute si è, quando, dopo 'l peccato, seguita la vergogna.


2) id: df9e86272a3f487ba1fad41048ed1864)
Esempio: E Bocc. nov. 86. 13. Saviamente la sua vergogna, e quella della sua figliuola ricopriva.
96) Dizion. 2° Ed. .
MEDITARE
Apri Voce completa

pag.506



1) id: c213e3422ce644a7ae72aa64d9e042c3)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Voleva dire, che orando, e meditando nelli diserti, aveva acquistata tanta scienzia.
97) Dizion. 2° Ed. .
OMICIDIALE
Apri Voce completa

pag.557



1) id: bd263dfdd5cc4f3e8b309e0e438f3acf)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Io sono apostata, ladrone, omicidiale di molti huomini, e sì crudele, ec.
98) Dizion. 2° Ed. .
ORARE
Apri Voce completa

pag.560



1) id: a91c7e329a174505981502513ca019fe)
Esempio: Cavalc. Fr. ling. Veramente orare è a fare amari pianti di compunzione, dinanzi a Dio.
99) Dizion. 2° Ed. .
IRREVERENZA
Apri Voce completa

pag.456



1) id: 4b94c26014d54d59a13a3b8d0b0d88b0)
Esempio: Cavalc. fr. ling. Che certo grande derisione ed irreverenza è gridare e dire. Deus, ec.


2) id: 54e218ead265429f9c44212de5700f5e)
Esempio: E Caval. fr. ling. altrove. Leggiamo di molti tiranni, che feciono irreverenza al tempio di Dio, che Iddio ne gli giudicò duramente.