Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 775 msec - Sono state trovate 6074 voci

La ricerca è stata rilevata in 23135 forme, per un totale di 17057 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
23112 23 23135 forme
17038 19 17057 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
40) Dizion. 2° Ed. .
DIBARBARE
Apri Voce completa

pag.254



1) id: df78367bbab347f7a4091c05d1225c01)
Esempio: But. Si dibarba, cioè si tronca dalle barbe, e dalle radici.
41) Dizion. 2° Ed. .
BUCHERATTOLA
Apri Voce completa

pag.134



1) id: c3bc39f1888a4ded902e373d96b905f1)
Esempio: Pataff. Bucherattola dalle per l'anello.
42) Dizion. 2° Ed. .
SCORDEVOLE
Apri Voce completa

pag.763



1) id: 27f26cbf7ba74bb883f6db9f041d67fd)
Esempio: Fir. lett. Don. Prat. Mi minacciano d'uno scordevole odio.
43) Dizion. 2° Ed. .
FORZATAMENTE
Apri Voce completa

pag.353



1) id: dcd77c44e0f3480c800e74f8c8d95d95)
Esempio: Fir. dial. bell. don. Generano quasi forzatamente la bellezza.
44) Dizion. 2° Ed. .
SMILZO
Apri Voce completa

pag.795



1) id: 044093c9312f4e87b90680f453d3b752)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. Certe spigolistre smilze senza rilievo.
45) Dizion. 2° Ed. .
FATTA
Apri Voce completa

pag.328



1) id: dea0a7e63acd415497677440904260dc)
Esempio: Tac. D. ann. Delle sei malefatte le cinque venir dalle moglieri.
46) Dizion. 2° Ed. .
AVANZARE
Apri Voce completa

pag.94



1) id: 2c6f67d766134e7c994d9f18f4ac4610)
Esempio: G. V. 7. 133. 2. Come Don Giamo vide, che non potea niente avanzare, si partì.


2) id: a89baab0b4dc40a5959dd3cdfbc63903)
Esempio: G. V. 11. 39. 8. Ben fu grande imprenditor di cose, per avanzarsi.


3) id: 0b9222e8c02c4165a086f9ae72eb1212)
Esempio: G. V. 1. 19. 1. Regnò, ec. dieci anni, e molto avanzò suo reame.


4) id: 05317ebff8994786bb45aa88ab01a97e)
Esempio: E Bocc. g. 7. p. 3. Acciocchè di canto non fossero dagli uccelli avanzati.


5) id: c460f3a79d1e42e0a3bf3f59f6e82c20)
Esempio: E G. V. lib. 1. 42. 1. La cittade cominciò a crescere, e multiplicare, ec. Che gl'Imperadori, e 'l Senato di Roma l'avanzavano a lor podere.
47) Dizion. 2° Ed. .
CIARLARE
Apri Voce completa

pag.178



1) id: 987ce1338667477b867121ade3942c76)
Esempio: Lab. n. 239. La quale mai di ciarlare non ristà, mai non molla, mai non fina, dalle, dalle, dalle.
48) Dizion. 2° Ed. .
SERRAME
Apri Voce completa

pag.781



1) id: 90920984db294f01b55cbfb7bf6d38f7)
Esempio: D. Gio. Cell. Non dico se sono uficiati, e cantate l'ore, ma se hanno tetto, uscia, o serráme.


2) id: 2b1666d56f4247f280bad3571bce7ce1)
Esempio: Guid. G. Prego divotamente, che tu m'apra i serrámi del tuo consiglio.
49) Dizion. 2° Ed. .
TENTAZIONE.
Apri Voce completa

pag.871



1) id: 6fbaa4afa884442dbcc0984838e8bd1f)
Esempio: Collaz. S. Pad. Della quale talvolta eravámo toccati, per tentazion del Nimico, stando noi nelle nostre celle.


2) id: 4f7c32765aac4f9a963e3fcf1831d1ac)
Esempio: G. V. 12. 3. 10. Non ci lascia tentare oltre alla nostra possa, ma con la tentazione fa frutto.
50) Dizion. 2° Ed. .
MAGIONE
Apri Voce completa

pag.488



1) id: c355d5d27555448aa772b324675fdf31)
Esempio: E Tes. Br. cap. 15. Dicono li savi, che 'l capo, ch'è magione dell'anima, ha tre celle.
51) Dizion. 2° Ed. .
D
Apri Voce completa

pag.243



2) id: c919a467aca94b77aea27b5251159a5c)
Definiz: Lettera, che ha gran parentela con la T, e perciò molte voci latine, nel farsi nostrali, hanno mutato il T in D. come più dolce di suono, Latro Ladro, Potestas Podestà, Litus Lido. Acconsente dopo di se solamente la R, oltre alle vocali, tanto in principio, quanto in mezzo della dizione, e nella stessa sillaba, con perdere alquanto di suono, come DRAGO, SALAMANDRA. Riceve avanti di se, nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, La L, N, R, S, come GELDRA, BANDO, VERDE, DISDICEVOLE. Ma la S, avanti la d. si trova di rado in mezzo di parola, e quasi sempre ne' verbi composti dalla preposizione DIS, come DISDIRE. Nel principio si trova più spesso, come SDEGNO, SDENTATO: e deesi sempre profferire la S, avanti, nel secondo suono, e più rimesso, come nella voce ACCUSA, conforme al detto nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo, quando egli occorre, come FREDDO, ADDURRE.
52) Dizion. 2° Ed. .
TIGNUOLA
Apri Voce completa

pag.876



1) id: 04119bf78d5741aea9276f7f35a6c9a5)
Esempio: Amm. ant. Dalle vestimenta procede tignuola.


2) id: 29808233d1764d31ab4a1c75875c18ee)
Esempio: Serm. S. A. D. Queste veste sono senza tignuola [cioè sanza roditura di tignuola]
53) Dizion. 2° Ed. .
NEGOCIOSO
Apri Voce completa

pag.541



1) id: 7c4276e2e9af42949b94e0536be1f0fe)
Esempio: S. Agost. C. D. Sieno remoti dalle negociose cogitazioni de gli huomini.
54) Dizion. 2° Ed. .
GARBATO
Apri Voce completa

pag.368



1) id: 8ef30140fb31486fb721554076575529)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. Lo fa bello, rilevato, e garbato.
55) Dizion. 2° Ed. .
SPALANCARE
Apri Voce completa

pag.816



1) id: 4dbb402587214fc7961b9a8df1e777ca)
Esempio: Dial. bell. don. Apre, anzi spalanca, il paradiso delle delizie.
56) Dizion. 2° Ed. .
LEZIA
Apri Voce completa

pag.473



1) id: 2e66de723a834dbe82d0e6ca77203e34)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. Che non parvero attucci o lezj.
57) Dizion. 2° Ed. .
SEMICIRCOLARE
Apri Voce completa

pag.775



1) id: 7e3de9cd0de2471192582c5f6f109383)
Esempio: Fir. dial. bell. don. Si muove una linea quasi semicircolare.
58) Dizion. 2° Ed. .
VAGHEZZA
Apri Voce completa

pag.905



1) id: f25d238f6c8641cebe0f045cc3302d18)
Definiz: Disiderio, voglia. Il Firenz. Dial. bell. don. La diffinisce così.


2) id: be40228feb7048a881b0828f22f73138)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. è adunque vaghezza una beltà attrattiva inducente di se disiderio di contemplarla, e di fruirla. Latin. voluntas, cupiditas.
59) Dizion. 2° Ed. .
FIALE.
Apri Voce completa

pag.336



1) id: ddd2775079bf48b1868f4e0d4b340257)
Definiz: Quella parte di cera, dove sono le celle delle pecchie, e dove elle ripongono il mele. Lat. favus.