Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 547 msec - Sono state trovate 6074 voci

La ricerca è stata rilevata in 23135 forme, per un totale di 17057 occorrenze

2° Edizione
Diz Giu. totali
23112 23 23135 forme
17038 19 17057 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 2° Ed. .
PERCOSSA
Apri Voce completa

pag.596



1) id: 5f534dfb8fce49e69ac72ba9e1c35e1f)
Esempio: E Petr. Son. 200. Dalle percosse del suo duro orgoglio.


2) id: a50a8427f29640549640038afeea43c6)
Esempio: Tac. D. V. Dav. ann. Eran di sopra percussati duramente.
141) Dizion. 2° Ed. .
DIFESO
Apri Voce completa

pag.256 [258]



1) id: bfd404b7a4c44025b0deaacea3d6be00)
Esempio: Dav. Colt. Dalle strade rimossa, bassa, e difesa dal tramontano.
142) Dizion. 2° Ed. .
APPOGGIATOIO
Apri Voce completa

pag.64



1) id: 9bbc0406061b4cdcb680b519646017d9)
Esempio: Fr. G. D. E anche la canna così debole, e aóperasi per appoggiatoio.
143) Dizion. 2° Ed. .
AUDACEMENTE
Apri Voce completa

pag.94



1) id: 514375c09dda46f2ac2b9ca38825a588)
Esempio: Fir. Lett. Don. Prat. Rispondete loro audacemente quello, che io uso di dire tutto 'l dì.
144) Dizion. 2° Ed. .
RIQUADRATURA
Apri Voce completa

pag.715



1) id: 2dea3158a92c4e38a0eed274b7b75e21)
Esempio: Fir. dial. bell. don. Disegnateci anche quella riquadratura della figura, cioè della larghezza, e della lunghezza.
145) Dizion. 2° Ed. .
ACCESO,
Apri Voce completa

pag.10



1) id: 8e5a4e64c76b4bfb9071b2fa3a1f36ce)
Esempio: Fir. Dial. Bell. Don. Il color biondo è un giallo non molto acceso ne molto chiaro.
146) Dizion. 2° Ed. .
PRESERVAMENTO.
Apri Voce completa

pag.631



1) id: ed610cd4c7974a6caed3df63067c1596)
Esempio: Fir. dial. bell. don. Ha posto Iddio con maraviglioso ordine il preservamento di tutto 'l composto.
147) Dizion. 2° Ed. .
CAPO
Apri Voce completa

pag.152



1) id: 047e6464f4b2442490ff6612f29f0e0f)
Esempio: Tes. Br. 1. 15. Il capo, ch'è maggior dell'anima, ha tre celle, una dinanzi, per imprendere, l'altra nel mezzo, per conoscere, e la terza dietro per memoria.


2) id: 4b23b1bb582843078e164975428ad624)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. Affermo non di mio capo, ma di sentenza non solamente de' naturali, ma d'alcuni teologi.


3) id: 2ac64009707b4bd1b74b0afc96b90941)
Esempio: Fir. Dial. bell. don. Finsero una donna piena di mammelle, delle quali non ne potendo l'huomo pigliare, più che un capezzolo per volta, ec.


4) id: 36739248af8042f29c68c0602cd363ca)
Esempio: G. V. lib. 5. 38. 2. Cosa fatta capo ha.


5) id: 9ebd96c33e9a480c9aff910f93b95348)
Esempio: G. V. 11. 42. 3. Si ridussero la sera a capo al ponte alla spina.


6) id: a04afd9e0f07432b9b47b638a2546ed6)
Esempio: G. V. 6. 79. 2. Vennero a Firenze, e fecer capo agli anziani del popolo.


7) id: f572ed423adb4a13987090be7a014303)
Esempio: G. V. 1. 3. 2. Fa foce a Damiata in Egitto, e mette capo nel nostro Mare.


8) id: 7666c9b3e4a44eda95501ee20379e8f1)
Esempio: G. V. 6. 40. 1. Raunandosi insieme a romore, fecero lor capo alla Chiesa di San Firenze.


9) id: 14a23e30a764401fb086522b33513746)
Esempio: Boc. g. 6. f. 1. La corona si trasse, e ridendo la mise in in capo a Dionéo.


10) id: 2c835095926640119dde4f0e9d5bef8a)
Esempio: G. V. 1. 44. 1. Lo Re di Toscana, ec. facea capo di suo reame nella Città di Chiusi.


11) id: 076a6b0ac358445a8e95e8750f73e447)
Esempio: E G. V. lib. 7. 119. 1. Aveano fatto capo in Arezzo, e raunata di gente a piede, e a cavallo.


12) id: 99573ae12bd34dfabd9c27822065f26d)
Esempio: Tac. D. Ann. I Traci, ec. levaro in capo per lor natura. Lat. excandescere, ira incendi, superbire, indignari.
148) Dizion. 2° Ed. .
MENDACISSIMO
Apri Voce completa

pag.509



1) id: 31aaa90dd1eb4370a4e5d118d5644ec8)
Esempio: S. Agost. C. D. Varrone, ec. Quella prima mendacissima, e disonestissima Teologia non la rimosse ne separò dalle Cittadi.
149) Dizion. 2° Ed. .
RISTRIGNERE
Apri Voce completa

pag.718



1) id: 2e5b34836f744761a763ae036931fd7a)
Esempio: Gio. Vill. 10. 173. 2. I Lucchesi d'entro furono molti ristretti.


2) id: 12dc8d0b53794dbb96514ea5f5cb2261)
Esempio: Boc. g. 8. f. 3. Non intendo di ristrignervi sotto alcuna spezialità.


3) id: 6b6ed89ac6d94de48b4ec2789f39bd42)
Esempio: Bocc. g. 6. f. 8. Come ne' teatri veggiamo, dalla lor sommità i gradi infino all'infimo venir, successivamente ordinati, sempre ristrignendo.


4) id: 75006aa3eb69435b9df5ddcc2870611c)
Esempio: G. V. 9. 7. 2. Mettendo il borgo di S. Piero dentro alle mura, e poi ristrignendosi dalla parte di Tramontana.
150) Dizion. 2° Ed. .
RIVERIRE.
Apri Voce completa

pag.723



1) id: d438f97af0d34dd9b45179f81d6106ef)
Esempio: Gio. Vill. 10. 56. 4. Secondo, d'onorare, e riverire i cherici.


2) id: 4438c831865348808e580d97e224cc41)
Esempio: Fior. d'Ital. D. E questo faceano gli antichi riverendo in lui la prima ordinale materia.
151) Dizion. 2° Ed. .
ROVESCIO
Apri Voce completa

pag.728



1) id: 8a57bbb160604827a8db9d71ae94df5c)
Esempio: Gio. Vill. 12. 8. 19. Di foderarlo da rovescio di vaio.
152) Dizion. 2° Ed. .
CONCULCARE
Apri Voce completa

pag.202 [203]



1) id: c27dc1b182084700ac16288cc6a5cb66)
Esempio: Vit. San. Gio. Bat. Che sempre ci ha ingannati, e conculcati.
153) Dizion. 2° Ed. .
GRANDISSIMAMENTE
Apri Voce completa

pag.389



1) id: 8adffc8c78134a838e333d2f4db98b7b)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. E tu fa vista di piagner grandissimamente.
154) Dizion. 2° Ed. .
SPREGIARE
Apri Voce completa

pag.829



1) id: 3f62473741a34c2e83ec8541e5cc0691)
Esempio: Gio. V. 11. 63. 3. Onde Mess. Luchino fu molto spregiato.
155) Dizion. 2° Ed. .
RACCHETARE.
Apri Voce completa

pag.655



1) id: 0c4852c76a49471a99b5b02200127c8a)
Esempio: Gio. V. 12. 87. 2. E racchetossi il romore nella Città.
156) Dizion. 2° Ed. .
PUGNERECCIO
Apri Voce completa

pag.646



1) id: 983afa3b929c4840bb6d53b4d6e9dc3c)
Esempio: Gio. Vill. 8. 78. 4. Con pietre pugnerecce conce a scarpello.
157) Dizion. 2° Ed. .
DISTINTAMENTE
Apri Voce completa

pag.288



1) id: 30881d44d2614d728f3bf8cc72f509f4)
Esempio: Gio. Vill. 4. 23. 3. Ove distintamente si tratta di ciò.
158) Dizion. 2° Ed. .
POSARE
Apri Voce completa

pag.623



1) id: 29459e5adc0143e8adc368408e29e8ad)
Esempio: Bocc. g. 2. f. 4. Similmente stimao sia ben fatto quel dì dalle novelle ci posiamo [cioè lasciamo stare di novellare]
159) Dizion. 2° Ed. .
MODESTAMENTE
Apri Voce completa

pag.524



1) id: 0aac4c955852459cbe9c17185a0ae4e6)
Esempio: Espos. Salm. G. D. Intende modestamente, e con divozione, secondo ch'è scritto nel Salmo.