Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 716 msec - Sono state trovate 17113 voci

La ricerca è stata rilevata in 65142 forme, per un totale di 47416 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
63711 1431 65142 forme
46598 818 47416 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
40) Dizion. 3° Ed. .
INFRALITO
Apri Voce completa

pag.880



1) id: f495859e84054de2b91c529945105af0)
Esempio: Rim. Ant. P. N. E la memoria avea già sì infralíta.
41) Dizion. 3° Ed. .
GIOIOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.767



1) id: 4c249dbf5b7e4ee1a62c83595c5a12ea)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Gioiosamente io canto, E vivo in allegranza.
42) Dizion. 3° Ed. .
AFFINAMENTO.
Apri Voce completa

pag.42



1) id: 4579d763074d4cc9bb67c3d7ba24c1c7)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Inghilfr. Però volli contare Lo certo affinamento.
43) Dizion. 3° Ed. .
RIPIGLIO
Apri Voce completa

pag.1383



1) id: 7240238e425c4186abb2b6748987688c)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Chi ciò consente, cade in gran ripiglio.
44) Dizion. 3° Ed. .
COMMOSSO
Apri Voce completa

pag.363



1) id: af178753abea442bad9ff6dce46d6dc3)
Esempio: Dan. Par. 1. A quietarmi l'animo commosso.
45) Dizion. 3° Ed. .
COOPERAZIONE
Apri Voce completa

pag.407



1) id: 5d294b18afd140e1868ef960b21951ef)
Esempio: Com. Dan. Ministrano a tale attività cooperazione.
46) Dizion. 3° Ed. .
INFIAMMAMENTO
Apri Voce completa

pag.874



1) id: 3248eca18bea4581a0a5cc94964baf08)
Esempio: Amm. Ant. Si genera lo 'nfiammamento.
47) Dizion. 3° Ed. .
ORISCELLO.
Apri Voce completa

pag.1128



1) id: 3654a540cd384061b2dc7d4cec85c73a)
Definiz: V. Ant. Orliccio. Lat. frustum panis.
48) Dizion. 3° Ed. .
GUARIGIONE, e GUERIGIONE
Apri Voce completa

pag.814



1) id: 4be151f5ef7c4f57b0141689eaca182e)
Esempio: Nov. Ant.99. 3. E Ghedino ritorna a guarigione.


2) id: b7f988e437784c06b819abfd1b69de27)
Esempio: Sen. Pist. La fedita non torna mai a guerigione, nella quale si pruovano spesse volte diverse medicine.
49) Dizion. 3° Ed. .
P
Apri Voce completa

pag.1139



2) id: 84ef04aeb0014af3bf0f262050a45b1f)
Definiz: Lettera, assai simile al B, e all'V consonante, colla quale molte voci si pronunziano scambievolmente: come Coperta, Coverta: Soprano, Sovrano. Consente dopo di se, delle consonanti, nella medesima sillaba, la L, e R, e ne perde alquanto di suono: come Placare, Applicazione: Prato, Ginepro; quantunque colla L più di rado si truovi. Nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, ammette avanti di se la L, M, R, S: come Alpe, Tempo: Corpo, Aspido; benchè la S gli si ponga avanti ancora nel principio di dizione: come Spada, Spinta. La S avanti al P, si proferisce nel modo più comune, cioè col suono più intenso, quale è nella voce Casa, di che vedi nella lettera S.
50) Dizion. 3° Ed. .
VEGLIO
Apri Voce completa

pag.1755



1) id: fefc2581e0c94edea66171af1a7e4e70)
Definiz: Pronunziata coll'e aperta, V. Poet. vale Vecchio. Latin. senex.


2) id: 051d750ca6d04a938c5996c4592f2d09)
Esempio: Dan. Purg. 1. Vidi presso di me un veglio solo, Degno di tanta reverenza in vista.


3) id: 633558b0fac44bc3a964edbb84c356c2)
Esempio: Bern. Orl. 2. 22. 16. Ne fu di senno in tutto ben provvisto A pigliarmi fanciulla, essendo veglio, Che torla antica, o star senza, era meglio.
51) Dizion. 3° Ed. .
SCORAGGIARE.
Apri Voce completa

pag.1478



1) id: 95262c526b1d4fecb51745ad641f8b58)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Però non mi scoraggio D'Amor, che m'ha distretto.
52) Dizion. 3° Ed. .
TRAMEZZATORE
Apri Voce completa

pag.1716



1) id: 9a81b8d752e54b56a74eda33605a67b7)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Deh, che bene haggia Amore, Che fu tramezzatore.
53) Dizion. 3° Ed. .
MONTANZA
Apri Voce completa

pag.1054



1) id: 7de530ad57e149a9b2138db2bfcb35ad)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Io veo salir lo non saggio in montanza.
54) Dizion. 3° Ed. .
MINORANZA
Apri Voce completa

pag.1039



1) id: 795fc399a3104bf28a1cfcb75f49a2fd)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Ch'io di voi minoranza Ne dico, ne consento.
55) Dizion. 3° Ed. .
PERDITORE
Apri Voce completa

pag.1187



1) id: efa79e55c07e4cc0a4ce4002eebbe24b)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Che giammai perditore Non fu di sua intendanza.
56) Dizion. 3° Ed. .
SPERDERE.
Apri Voce completa

pag.1583



1) id: be292f3b8df5486b915d4ee8c4aaae55)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Morrò pur disiando, Che lo mio core a me medesmo sperde.


2) id: a38d613382d942a89be7aa060fa782e3)
Definiz: §. Sperdere la creatura: si dice del Non condurre le Femmine pregne a bene il parto, che anche diciamo Sconciarsi.
57) Dizion. 3° Ed. .
ADDOSSARE.
Apri Voce completa

pag.32



1) id: 229a510882134bc5a02e5dceb4c855e7)
Esempio: Dan. Purg. 3. Addossandosi a lei, s'ella s'arresta.


2) id: 2b89b1c14c6b4d049793b177f5f61c45)
Definiz: §. Per metaf. in att. signif. Addossare un negozio a uno, vale lasciargliene la cura, e la briga. Sdossare, vale il contrario.
58) Dizion. 3° Ed. .
USATA
Apri Voce completa

pag.1815



1) id: 9d9206a847234351821a467967753978)
Esempio: Dan. Purg. 22. Ond'io a visitarli presi usata.
59) Dizion. 3° Ed. .
LEGGIADRO
Apri Voce completa

pag.947



1) id: 03d014c97fef4be0aa3bc4dbb241a314)
Esempio: Dan. Rim. Per donneáre a guisa di leggiadro.