Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 564 msec - Sono state trovate 14911 voci

La ricerca è stata rilevata in 45539 forme, per un totale di 30099 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
44396 1143 45539 forme
29485 614 30099 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
SOVRABBONDOSO
Apri Voce completa

pag.1571



1) id: 2411562e6f51401bb61a3d10e11b4253)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. Non si poria, tanto è sovrabbondosa.
2) Dizion. 3° Ed. .
PROFFERENZA
Apri Voce completa

pag.1264



1) id: d4320efda4e042d69222a57598ab8dad)
Esempio: Dant. Maian. Rim. Vedi per me gecchíta profferenza.


2) id: f72700e7ae7647e298f17ab704d3ee7b)
Esempio: Vit. S. Pad. Salutavalo da tue parti, e facevagli profferenze grandi.
3) Dizion. 3° Ed. .
FOLLORE
Apri Voce completa

pag.702



1) id: d36204ae558f47019916797b9d703e78)
Esempio: Poet. Ant. Dant. Maian. 7. Dant. Maian. Di tal follóre ciò, che puo' m'avvegna.


2) id: b1cc2fc10ff84564ab99125c43379c0e)
Esempio: Rim. Ant. P. N. Fra gli altri miei follór fu, ch'io trovai Di disamar, chi io amai.
4) Dizion. 3° Ed. .
INTENDANZA
Apri Voce completa

pag.903



1) id: da357595ee6f4d1bbe77fb962bcb8439)
Esempio: Dan. Maian. Rim. Ant. Intendi gioia della mia intendanza [qui amanza]
5) Dizion. 3° Ed. .
VOGLIENZA
Apri Voce completa

pag.1803



1) id: 8774a68e0e4943a6ac9f341c45ebcb72)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. Non degno mai, che far vostra voglienza.
6) Dizion. 3° Ed. .
FREMIRE
Apri Voce completa

pag.724



1) id: 14a9ab07684c45fdbf3617bd18204964)
Esempio: Rim. Ant. Dant. Maian. Ma sopra ciò mi sento 'l cuor fremíre.
7) Dizion. 3° Ed. .
FRANCARE
Apri Voce completa

pag.718



1) id: f60995f29e4e4ba1985b13d317917b07)
Esempio: Dan. Maian. Rim. Onde francare credo lo mio core.


2) id: 4c9f1db672ba4f2da61895addd593632)
Esempio: Franc. Sacch. Rim. E 'l saggio governa, e franca il regno.


3) id: 4533475249e648e8b108a3c06196ff6d)
Esempio: Nov. Ant. 19. 3. Il Conte gli sconfisse, e francò lo paese.


4) id: fd014113f70a4196897ee0961fcd7a8e)
Esempio: Fr. Giord. D. E fececi liberi, e francocci da loro.


5) id: ae29c2cdfb364895a78c3835ec649e24)
Esempio: Mirac. Mad. M. E del suo argento il francò da quella fazione [il che si dice anche Esenzionare]


6) id: 0e45f98ecc8e410390cfa77dda1caba9)
Esempio: Filoc. 4. 165. L'altre madri soglion francar le serve amate da' figliuoli, e tu la libera hai fatta serva.
8) Dizion. 3° Ed. .
FORZARE
Apri Voce completa

pag.715



1) id: 038d9b0cfd4141baa1060502b9884e50)
Esempio: Dant. Maian. R. Ch'eo son forzato da forza d'Amore.


2) id: 537d32c9220246d0be339a4ff99baf85)
Esempio: Poet. Ant. Guid. Giud. 111. I'allúmo entro, e forzo far sembianza Di non mostrar ciò che lo mio cor sente.
9) Dizion. 3° Ed. .
AVAREZZA
Apri Voce completa

pag.171



1) id: e897d64af13d46c78aabfddaa3f7a58a)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. Ch'ha pregio d'avarezza, Qual troppo sua ricchezza Vuol celare.
10) Dizion. 3° Ed. .
TIMOROSO.
Apri Voce completa

pag.1692



1) id: 22aba520806542bfa1e82fdfc914395b)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. L'huomo ch'ama di cuore è timoroso [cioè teme agevolmente]
11) Dizion. 3° Ed. .
MANTO
Apri Voce completa

pag.1003



1) id: 21ef7204dffc4b3bb5df7cdda665da3b)
Esempio: Dant. Maian. Mante fiate può l'huom divisare.


2) id: b2590fc3772d4eb7950f7b739cf384cc)
Esempio: M. Cin. E la sua signoria, che voglia manta Mi da di morte (Di qui Tamanto: quasi Tanto molto; voce bassa)
12) Dizion. 3° Ed. .
DISERVIRE
Apri Voce completa

pag.541



1) id: d80e028e755247e2a996bcf8042ed237)
Esempio: Poet. Ant. Dan. Maian. Tutt'or cui servo l'ha per diservire.


2) id: a985784f689a4c8d8930acb165dc169b)
Esempio: M. Cin. Pist. Rim. Ch'io le credo servire, Lasso così morendo; Poi le dispaccio, e diservo vivendo.


3) id: e20c1db4c7ce4f09833cf166ff496c2a)
Esempio: Poet. Ant. Canz. Re. Enz. Che eo pur diservo, a cui servir non fino.


4) id: 89848156e3674dedacb4155e72d7dcfc)
Esempio: E Poet. Ant. Incert. 127. Ch'io le credo servire, Lasso così morendo; Poi le diservo, e dispaccio vivendo.


5) id: 2796a99b09ad4594babb41a7ed4e7e90)
Esempio: G. V. 7. 75. 1. Ed emmi tolta da gente, ch'io mai non diservì.
13) Dizion. 3° Ed. .
DAVANTE CHE, e DAVANTI CHE
Apri Voce completa

pag.482



1) id: 80ccab8a6b5f44719b299e265de82ea2)
Esempio: Rim. Ant. Dant. Maian. Or dunque piaccia a vostra gentilia Soccorrermi davanti ch'io mi muoia.
14) Dizion. 3° Ed. .
AFFLAMMARE.
Apri Voce completa

pag.42



1) id: 4404b72289254816988c1d5cc80a117a)
Esempio: Rim. Ant. Dant. da Maiano. Ed io, per lei amare, ardo, e afflammo.
15) Dizion. 3° Ed. .
CANTARE.
Apri Voce completa

pag.274



1) id: faea618a727d4abf92abf44d4901c591)
Esempio: Dan. Maian. Farò dell'amor mio nuovo cantáre.
16) Dizion. 3° Ed. .
FALSURA
Apri Voce completa

pag.629



1) id: a4517e1f912d4fc39e8991f7a3845de9)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. Che s'io non pero vostro valimento Sarà colpato, che faccia falsura.
17) Dizion. 3° Ed. .
INDIVINARE
Apri Voce completa

pag.866



1) id: 634b80c386a8470e8f65c21ad0c6484a)
Esempio: Dant. Maian. E sol per questo indivinar vorria.
18) Dizion. 3° Ed. .
FRONZUTO
Apri Voce completa

pag.729



1) id: 65d32f4bcf2745498b284d349b4d09e8)
Esempio: Poet. Ant. Dant. da Maian. 11. Mi fe d'una grillanda donagione, Verde, fronzúta, ec.
19) Dizion. 3° Ed. .
GRATO
Apri Voce completa

pag.794



1) id: 27b3b57e84b14b11b8f353bedbfac397)
Esempio: Poet. Ant. Dant. Maian. Venire a sua plagenza, ed a meo grato.


2) id: 8df8f3fb5f0c4c5c9ebeac6aee25c91a)
Esempio: E Rim. Ant. Dan. Maian. altrove. In amore ho fermato Lo meo volere, e 'l grato.


3) id: 89ba64c7531d462b9db0520a8ed4387e)
Esempio: Dan. Rim. 4. Poscia ch'amor, del tutto m'ha lasciato, Non per mio grato, Che stato non avea tanto gioioso.


4) id: c1093ce65f324a5a961d9d6379f6df99)
Esempio: E Dan. Par. 26. Io, che due volte avea visto lor grato.


5) id: c991763097d24bc792cec9eeae0dfa03)
Esempio: E Dan. Par. 4. Molte fiate già, frate, adivenne, Che per fuggir periglio contr'a grato, Si fe di quel, che far non si convenne.
20) Dizion. 3° Ed. .
MAMMATA
Apri Voce completa

pag.992



1) id: b2bc18c46e644ac8992d9efd463cfe6e)
Esempio: Rim. Ant. Dan. Maian. Dicer non dico, pensa chi t'appella, Mammata, che ti viene a gastigare.