Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 880 msec - Sono state trovate 25786 voci

La ricerca è stata rilevata in 120540 forme, per un totale di 93449 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
117111 3429 120540 forme
91325 2124 93449 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
VANTAGIONE, e VANTAZIONE
Apri Voce completa

pag.1748



1) id: e8aaf586f22547cc8a693bc2bacca378)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Lo secondo è vantagione, cioè a lodarsi d'alcuna cosa.


2) id: 169112f5f73e41489c1ca68ad157019a)
Esempio: E Fior. Virt. A. M. appresso. Salomone disse del vizio della vantagione: Lasciati lodare ad altra lingua, e non alla tua.
2) Dizion. 3° Ed. .
MATTIA
Apri Voce completa

pag.1012



1) id: d55ade4a1a3d4d0baa636bea0baa6a4e)
Esempio: Fior. Vir. A. M. Mattía è vizio contradio alla virtù della prudenzia.


2) id: 7f530b61414c474597cee3d3124f7205)
Esempio: Fr. Giord. S. Questa è una mattía a dicere, o a credere.


3) id: 3d7560e18d754e8683bc38b6b4f1f896)
Esempio: Amm. Ant. Bellezza spesso è segno di mattía, e superbia.
3) Dizion. 3° Ed. .
SCARPIONE
Apri Voce completa

pag.1456



1) id: 30e94732358b4f1381b0cdd5bc8f01b1)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Lo scarpione lusinga colla faccia, e colla coda morde.


2) id: 89afbf4fffb445e9a91580206c3bd5d9)
Definiz: §. Per una Spezie di pesce. Lat. scorpio piscis.


3) id: 9d1010e1655745dc84018ebb75754a2b)
Esempio: Tes. Br. 4. 1. Scarpione è appellata una generazion di pesce, li quali, ec.
4) Dizion. 3° Ed. .
LIBERALITÀ, LIBERALITADE, e LIBERALITATE
Apri Voce completa

pag.956



1) id: 0c3304dd49e04a5fb2cefd933a5126bb)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. Liberalità si è di dare con misura a persone degne, e bisognevoli.


2) id: b3ce572bfffc4971847ca3faa2d1bf43)
Esempio: E Bocc. Nov. 1. 3. Verso noi di pietosa liberalità pieno discerniamo.
5) Dizion. 3° Ed. .
SUBBISSAMENTO.
Apri Voce completa

pag.1644



1) id: 5ce9f5669e0b4e588fedb5099e1668c0)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Nel romor del subbissamento, la donna di Lotto, ec. diventò una statua di marmo.
6) Dizion. 3° Ed. .
DISCORDIA
Apri Voce completa

pag.536



1) id: cfe8a04efa7040bdb2eaa235d22f0435)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Discordia si è ne' cuori di coloro, che non vogliono l'uno quel che l'altro.


2) id: bed67a44f69a45a0987991f39df08b32)
Esempio: Maestr. 2. 79. È la discordia peccato mortale? Quando alcuno scientemente, e con intenzion discorda dal bene di Dio, e del prossimo, nel quale e' dee consentire.
7) Dizion. 3° Ed. .
IMPRIMAMENTE
Apri Voce completa

pag.845



1) id: c97e32c03c87477a8eb01575ec31b6d9)
Esempio: Fior. Vir. A. M. Imprimamente dee huomo amare Iddio sopra tutto, e poi dee amar se stesso.
8) Dizion. 3° Ed. .
MANINCONIA
Apri Voce completa

pag.997



1) id: f31b1c82d28747a59cc76978381ad2ea)
Esempio: Fior. Vir. A. M. Quando per alcuna immaginazione l'huomo fa troppo gran pensiero: questa si è maninconía.


2) id: 8c360a2b7a33418182535c167e404bc2)
Definiz: §. Diciamo in proverbio: Ne di tempo, ne di Signoria, Non ti dar maninconía.
9) Dizion. 3° Ed. .
PUNGITOIO, e PUGNITOIO.
Apri Voce completa

pag.1281



1) id: 7fa2fcaf78a34ef4a24fa53d2f38c3c3)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. La pecchia porta il mele in bocca, e lo pungitoio nella coda.
10) Dizion. 3° Ed. .
MAGNANIMITÀ, MAGNANIMITADE, e MAGNANIMITATE
Apri Voce completa

pag.984



1) id: 935feaa08d4d4d1ca09a8677f3b24b46)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. Magnanimità si è attendere a belle, e ad alte, e valorose, e virtudiose cose.


2) id: 534bf5d056ee4e4785f1eba8aed1ebff)
Esempio: Tes. Br. 6. 20. La vera magnanimità si è solamente nelle cose, per le quali si serve a Domeneddio glorioso, ec. dunque magnanimitade si è ornamento, e corona di tutte le virtudi.


3) id: e00c03ce43ed49f99aebd232b285a112)
Esempio: Albert. cap. 6. La magnanimità è ragionevole, e spontano cominciamento di far le cose malagevoli.


4) id: 513a65f437e541aeb8a10f5a739ca4f6)
Esempio: Sen. Pist. Ivi sarebbe providenza, e nobilezza, e l'alta magnanimitade, che di queste virtudi rampolla.


5) id: ffe0f4678de14a9dadcfbceed942ec07)
Esempio: Boc. Nov. 77. 41. Non se tu di quelle, in cui la magnanimità debba i suoi effetti mostrare.
11) Dizion. 3° Ed. .
TARLO.
Apri Voce completa

pag.1667



1) id: 2db4a9f510d54a5780b42f187152b4a6)
Esempio: Fior. Vir. A. M. Siccome il tarlo consuma il legno, ec. così consuma la 'nvidía il corpo dell'huomo.


2) id: 496017a8ce554621bfc7b59a7c542109)
Esempio: Franc. Sacch. Rim. Essendo a tutti velenoso tarlo.


3) id: f3b7d091bdfd48089622467693ab1f27)
Esempio: Cr. 9. 30. 4. Putredine di legno corrotto, la quale volgarmente s'appella tarlo.


4) id: 9e6b2ad4b86341b5bf8a84542ee10c61)
Definiz: §. In proverbio diciamo: L'amor del tarlo: di Chi ama sol per suo utile. Lat. ut lupus agnos, ut lupus ovem.
12) Dizion. 3° Ed. .
MODERANZA
Apri Voce completa

pag.1048



1) id: 513efe0d8f3247fd87a78bba9a377189)
Esempio: Fior. Virt. Puossi appropriare la virtù della moderanza all'Ermellino.
13) Dizion. 3° Ed. .
PRODIGALITÀ, PRODIGALITADE, e PRODIGALITATE .
Apri Voce completa

pag.1263



1) id: a1599551bd354b70a15b29c147f21811)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Prodigalità è a spendere quello, che non è da spendere, e non avere alcun modo nelle sue spese.


2) id: 04e1de6357b94d76af81d714aea13582)
Esempio: Tes. Br. 7. 92. Di volontà nascono cattive allegrezze, molte parole, vanti di parole, fornichería, prodigalità.


3) id: 8b2338f9ff1447a48e649bfc7485119c)
Definiz: §. In significato di Prodigalità, diciamo anche Scialaquo Scialacquo, e scialacquío.
14) Dizion. 3° Ed. .
CIMBOTTOLO
Apri Voce completa

pag.336



1) id: 2fbf78cb3cad42dcb06be0eb6d59df9a)
Esempio: Fior. Vir. A. M. Gli prese lo piede, e fecelo cadere un gran cimbóttolo in sur un gran sasso.


2) id: 608c09fc59254a98b7f5a00e3edaa131)
Esempio: Lor. Med. Canz. E le mani a me non porgi, Ch'io non caggia più cimbóttoli.
15) Dizion. 3° Ed. .
IMBENDARE
Apri Voce completa

pag.828



1) id: 4e2e2ba643ff4548903f0fd183cb77e2)
Esempio: Fior. Vir. E giunselo a tanto, che ella lo fece vestire, e imbendare, a modo d'una femmina.


2) id: 3590d28db00642ddb853c40f817810dd)
Esempio: Lib. Mott. Imbendossi, e misesi in quella parte del letto: venendo M. Guido, cercando il capo, parveli donna.


3) id: fe1a090e6ca34ec5be6dd8ec822d75c1)
Esempio: Boc. Sop. Dan. E fu tanto vago di lei, ch'ella lo 'mbendava, e facevalo filare.
16) Dizion. 3° Ed. .
RICUCITURA
Apri Voce completa

pag.1358



1) id: f32d842388fa422e9acb59f4e3031c16)
Esempio: Fior. Vir. Così è ricucitúra gentile, come fanno alla verdúra della selva.
17) Dizion. 3° Ed. .
ACCAGIONARE
Apri Voce completa

pag.13



1) id: 214ac1c015a44eabb815ed6749988bc9)
Esempio: Fior. di Vir. A. Mon. Fu preso, e menato dinanzi allo 'mperadore, egli lo domandò, se era vero quello, di che era accagionato.


2) id: 535b1e928d154d17b0eec0e550b66696)
Esempio: M. Cino. Che voi vogliate lo mio cuor tradíre, Di ciò sovente l'amor v'accagiona.


3) id: 708049546ca94fa5b1d38206a411b430)
Esempio: Salust. Cat. G. S. Nelle quali si contenea, com'ell'era accagionata a torto, e falsamente.
18) Dizion. 3° Ed. .
GALLO
Apri Voce completa

pag.744



1) id: eb07e736f97c49b4a255cc2df1a3a921)
Esempio: Fior. Vir. A. Mon. Puotesi appropriare l'allegrezza nel gallo, il quale s'allegra, e canta, secondo l'ore del dì, e della notte.


2) id: 87f216e1067d43a2ba8a0a29cbf42a46)
Definiz: §. E Gallione: diciamo a Cappone mal castrato.


3) id: 5912d8bf9fef4dd995a37681617386f8)
Definiz: §. E da gallo Gallato: a Uovo di gallína calcata da gallo. Lat. ovum foecundum.


4) id: c525c99ec6f34296a4cd4089ad99a7da)
Definiz: §. In proverb. Più bugiardo, che un gallo: perciocchè la notte e' canta senza distinzione, a ogni ora. Orazio disse in tal proposito Parthis mendacior.


5) id: 75bbbefb7da0448ebcc965eb8f31f58f)
Esempio: Dant. Purgat. 8. Non le farà sì bella sepoltura, La vipera, che 'l Melanese accampa, Come avria fatto il Gallo di Gallúra [qui è posto per impresa di famiglia]


6) id: 9a733ad17c4141fd9a425456f920373b)
Esempio: Tes. Br. 5. 40. Gallo è un uccel dimestico, il quale abita, e vive colle persone, e per la sua boce, puote l'huomo conoscere qual'ora, ch'è di dì, e di notte, ed eziandio lo mutamento del tempo.
19) Dizion. 3° Ed. .
PAGANO
Apri Voce completa

pag.1141



1) id: 936a48eea13a482da883d8eca43e29a6)
Esempio: Fior. Virt. A. M. Gli avari si posson propriamente appellar pagani, gli quali adorano gl'Idoli d'oro, e d'ariento.


2) id: 01d2c9659f924bfda0044b26ecb76451)
Esempio: Vit. S. Girol. Poi, da quell'ora avanti, si diede con tanto studio a legger le divine Scritture, che mai libri di pagani non aveva tanto studiato.


3) id: 382ef54a3f1e4951bf1c9dcab1ebc600)
Esempio: Com. Inf. 7. Elli è padre di Dite, cioè padre delle ricchezze, appo i pagani.
20) Dizion. 3° Ed. .
LEALTÀ LEALTADE, e LEALTATE
Apri Voce completa

pag.943



1) id: bc554cd0d92e440ea7ba5daf677ad6d6)
Esempio: Fior. Virt. A. Mon. Lealtà si è d'avere pura, e perfetta fede, e non mostrare mai una per un'altra.