Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 433 msec - Sono state trovate 2379 voci

La ricerca è stata rilevata in 5736 forme, per un totale di 3323 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
5668 68 5736 forme
3289 34 3323 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 3° Ed. .
RAMINGO.
Apri Voce completa

pag.1317



1) id: 0830eb1ebae04d5ba059f1ba676529f0)
Esempio: Fir. Lucid. Perchè stai tu così ramingo nella strada? e che vuol dire, che tu non entri in casa alla libera (cioè solo)
181) Dizion. 3° Ed. .
FAGIUOLATA, e FAGIOLATA
Apri Voce completa

pag.626



1) id: 159feac1251345908ca34e99ff5168c8)
Esempio: Fir. Lucid. 5. 3. Viso di pazzo, ec. e che fagiolate son queste, e che sì, che io ti caccio il vin del capo?
182) Dizion. 3° Ed. .
CATENA
Apri Voce completa

pag.301



1) id: a608d3b4ed674e25b42aa02bdb0bd81b)
Esempio: Fir. Lucid. Dice che voi pigliate questa catena, e che voi ci facciate aggiugnere tante maglie, che arrivino al peso di quattro scudi d'oro.
183) Dizion. 3° Ed. .
CURA
Apri Voce completa

pag.447



1) id: e900a01ff61b4899b85ba46d9516588d)
Esempio: Fir. Lucid. 5. 1. Dicono, che egli è ito alle cure; che ne possa io fare una a lui, con una costola di cavolocappuccio.
184) Dizion. 3° Ed. .
SFOGARE
Apri Voce completa

pag.1511



1) id: 8b8fa22570544a0992ef7af2efc9bc1e)
Esempio: Fir. Luc. Chi vuole, che una piaga sfoghi bene, paghi bene il Medico (qui neutr.)
185) Dizion. 3° Ed. .
CHIAVERINA
Apri Voce completa

pag.327



1) id: 962f5bd160cb43d79b80970e5facb92f)
Esempio: Fir. Luc. 5. 5. E non debbon però esser birri, ch'e' non hanno le chiaverine.


2) id: a94d65799e624817b84e58e7d9d4bcc7)
Esempio: E Fir. As. 242. Il marito non aspettò più altro, ma presa una chiaverína in mano, si diede a correre quanto più poteva.
186) Dizion. 3° Ed. .
CARTA
Apri Voce completa

pag.295



1) id: 35c90e70c7e2476bb14ea6ddb34d7c68)
Esempio: Fir. Luc. 4. 4. Io gli voglio andare incontro, e dirli una carta di villaníe.


2) id: b45e660c073e4ddd8fdbbc41f30bf66c)
Esempio: Fir. Asin. 78. Egli mi prese per un braccio, e dissemi una carta di villanía.
187) Dizion. 3° Ed. .
MONTE
Apri Voce completa

pag.1054



1) id: 315adf98a9734aeabd2358bbdbeb16f1)
Esempio: Fir. Luc. Che mi sien tolte queste cose, e datomici sopra un monte di bastonate.
188) Dizion. 3° Ed. .
MEDICINA
Apri Voce completa

pag.1015



1) id: 5fb8a4d58ee04479b553a9ba5cb70818)
Esempio: Fir. Luc. Io t'insegnerò ben'io una medicina, che tu lo farai fare a tuo modo.
189) Dizion. 3° Ed. .
RILEVO, e RILIEVO
Apri Voce completa

pag.1367



1) id: d9535c1c849c4299bb224f1055daa9af)
Esempio: Fir. Luc. Domine, che non vi sia rimasto qualcosa da sbocconcellare qualcun di que' rilievi.


2) id: b9da97de0c0c4a74afecc58028f2dc23)
Esempio: Fir. Dial. Bell. Donn. Con conveniente rilevo, ma di più vivo colore, che le parti piane.
190) Dizion. 3° Ed. .
FRATACCIO
Apri Voce completa

pag.721



1) id: 767e75a611b2480a96e232f36f61d0a4)
Esempio: Fir. Luc. 3. 1. Che 'l diavol se ne possa portar lui, e quel Frataccio.
191) Dizion. 3° Ed. .
FREGO
Apri Voce completa

pag.724



1) id: 6809d999238e452980dddfb9aa55f5dc)
Esempio: Fir. Luc. 5. 6. Voi mi faceste un frego di que' danari, che mi prestaste.
192) Dizion. 3° Ed. .
TRAPPOLA
Apri Voce completa

pag.1718



1) id: df8a95f03c434c0a8e852e088e825d84)
Esempio: Fir. Luc. 2. 1. Padrone guardatevi da queste cortigiane, che ell'hanno più trappole, che topi.
193) Dizion. 3° Ed. .
FURFANTELLO
Apri Voce completa

pag.737



1) id: 0c89b73c6c1d49bf849c450a27a339ef)
Esempio: Fir. Luc. 4. 5. Furfantel furfantello, se tu non vai dove tu hai a ire.
194) Dizion. 3° Ed. .
IN TERZO
Apri Voce completa

pag.908



1) id: 1f2be01b93c24f59932d923a08cdd5d0)
Esempio: Fir. Luc. Io sono quì venuta per metter pace, e non per commettere in terzo.
195) Dizion. 3° Ed. .
DESIO
Apri Voce completa

pag.492



1) id: d7fdc8c89565449e9f78976a420b5267)
Esempio: Fir. Luc. 4. 4. Vi so dir, che si ricorda di me, ch'è un desio.
196) Dizion. 3° Ed. .
SCIMUNITO
Apri Voce completa

pag.1467



1) id: a3acdf8e105347da943c13ff0185198f)
Esempio: Fir. Luc. 3. 3. Scimunita ch'i sono, i m'era sdimenticato il più, e il meglio.
197) Dizion. 3° Ed. .
STORCERE
Apri Voce completa

pag.1627



1) id: e7131f3d340f4e0db7400d32161b0a7d)
Esempio: Fir. Luc. Usateci diligenza così nel pigliarlo, che voi non gli storcessi qualche suo membro.
198) Dizion. 3° Ed. .
SBOCCONCELLARE.
Apri Voce completa

pag.1445



1) id: 44fadfed5d864e1cb709432bcc71b692)
Esempio: Fir. Luc. 31. Domine, che non vi sia rimasto qualcosa da sbocconcellare qualcun di quei rilievi.


2) id: d46c2afddf8f4af1b9300c480feadde3)
Esempio: E Fir. Luc. altrove. Lasciami andare a vedere s'io trovo da sbocconcellare in qualche lato.
199) Dizion. 3° Ed. .
PROSARE.
Apri Voce completa

pag.1272



1) id: e4321ab05502419ca3307dbc287df9d9)
Esempio: Fir. Luc. 3. 1. E forse, che non penò un pezzo, e che non la prosava.