Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 535 msec - Sono state trovate 2379 voci

La ricerca è stata rilevata in 5736 forme, per un totale di 3323 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
5668 68 5736 forme
3289 34 3323 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
40) Dizion. 3° Ed. .
SPACCIATO.
Apri Voce completa

pag.1573



1) id: e44cca2335cc4f54b0611fc92b29cc1a)
Esempio: Fir. Luc. Ella mi par matta spacciata.
41) Dizion. 3° Ed. .
POVERINO
Apri Voce completa

pag.1242



1) id: 9249e4346e7048608b7a9cc6a79ab168)
Esempio: Fir. Lucid. Oh poverino a me, ch'io non sarò più buono a nulla.


2) id: 1e5e7dcdb0364c88aac783b54c0635ad)
Esempio: Fir. Disc. Anim. 81. Ma lasciate dire a me poverina.
42) Dizion. 3° Ed. .
MESSA
Apri Voce completa

pag.1028



1) id: 11324c2af2244a0f8e23f6d85cd38f99)
Esempio: Fir. Lucid. 4. 6. Be mio padre, vo' non sapete mezze le Messe.
43) Dizion. 3° Ed. .
LACERATO
Apri Voce completa

pag.929



1) id: 9b860330fe904a4a9acec71691aa45c2)
Esempio: Fir. Luc. Di continuo lacerata, e mal trattata.
44) Dizion. 3° Ed. .
IMPEGNARE
Apri Voce completa

pag.838



1) id: 22db542214f549979a23924ee67c1326)
Esempio: Fir. Luc. Rendimela, ch'io t'impegno la fede mia.
45) Dizion. 3° Ed. .
DI FRESCO
Apri Voce completa

pag.506



1) id: a996d34800994b209a0458e2289d8d28)
Esempio: Fir. Luc. Una vedova, ec. rimaritata di fresco.
46) Dizion. 3° Ed. .
BELLO
Apri Voce completa

pag.211



1) id: 07cc7ed3416a4781b0272045cd60618b)
Esempio: Fir. Luc. 3. 1. Sul bel del prefázio.
47) Dizion. 3° Ed. .
CONTINUO, e CONTINOVO
Apri Voce completa

pag.399



1) id: 4e45ec3a99a14046bf90aca0bdd6be6f)
Esempio: Fir. Luc. E di continuo lacerata, e maltrattata.
48) Dizion. 3° Ed. .
DISCOSTARE
Apri Voce completa

pag.537



1) id: 2217420439664013ad454d9b3cba73c6)
Esempio: Fir. Luc. Deh discostatevi un poco l'uno dall'altro.


2) id: 9f1695fa698944dbb156562e96bff1f9)
Esempio: Firenz. As. 232. Che rovina discostate voi dal vostro capo.
49) Dizion. 3° Ed. .
TROIA
Apri Voce completa

pag.1731



1) id: 0289b92ec7f84b75838e7e90daa5fe79)
Esempio: Fir. Luc. Oh che cera da castrar troie.
50) Dizion. 3° Ed. .
SCIOCCHERIA
Apri Voce completa

pag.1467



1) id: ea07382f271341a7b24209e0a3ef151a)
Esempio: Fir. Luc. Non feci mai la maggiore sciocchería.
51) Dizion. 3° Ed. .
SEGRENNA.
Apri Voce completa

pag.1497



1) id: 13274758b89f4a378ac593b8476fc2a3)
Esempio: Fir. Lucid. Così bisogna fare a queste segrenne, che ti hanno cura alle mani.
52) Dizion. 3° Ed. .
GRACCHIONE
Apri Voce completa

pag.789



1) id: 13326153533d47e0bbf13343b5228747)
Esempio: Fir. Lucid. 4. 1. E non so quel che i gracchion si voglia dire.
53) Dizion. 3° Ed. .
LETTUCCIO
Apri Voce completa

pag.953



1) id: f6aade4b26aa42adb86dc2ee54b53b5b)
Esempio: Fir. Lucid. 2. 4. Mettete, ec. e que' guanciali lavorati d'oro in sul lettuccio.
54) Dizion. 3° Ed. .
PORRE
Apri Voce completa

pag.1233



1) id: a180856ba5804b0c9f6801879165bc3b)
Esempio: Fir. Lucid. Ma io invecchio, e impazzo, guarda a chi io avevo posto amore!
55) Dizion. 3° Ed. .
RIMARE
Apri Voce completa

pag.1367



1) id: b0a82d3a5bcf4efea5a5fbf09834b809)
Esempio: Fir. Lucid. E come e' sentono rimare zoccolo, e moccolo, non domandare se, ec.
56) Dizion. 3° Ed. .
A MISURA.
Apri Voce completa

pag.82



1) id: f222e57f1a7641d699b679d06ebb7da8)
Esempio: Fir. Lucid. 3. 2. Se io non me ne vendico a misura di carbóne.
57) Dizion. 3° Ed. .
DONO
Apri Voce completa

pag.575



1) id: 322fa3f8c7ee41fa82bd0e07db87903e)
Esempio: Fir. Lucid. 4. 3. Ma per simile ad esso la rivuoi, e colle donora.
58) Dizion. 3° Ed. .
RIARRECARE.
Apri Voce completa

pag.1346



1) id: 9ed2db5a95fa4c3886475cf34f4a5394)
Esempio: Fir. Lucid. Che io te la riarrecherò acconcia in modo, ch'ella non parrà quella dessa.


2) id: 21ed1ea2678340499bc7be4c0d8e3f81)
Esempio: E Fir. Lucid. altrove. Per insino a tanto che tu non mi la riarrecherai, tu non se per entrare in casa.
59) Dizion. 3° Ed. .
IMPANIARE
Apri Voce completa

pag.836



1) id: 44f0cbf384894279ad4982f43413b08e)
Esempio: Fir. Lucid. 2. 5. Parti, che ella abbia saputo tanto fare, ch'ella l'ha fatto impaniare.