Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 447 msec - Sono state trovate 6376 voci

La ricerca è stata rilevata in 32958 forme, per un totale di 26213 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
31805 1153 32958 forme
25429 784 26213 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 3° Ed. .
P
Apri Voce completa

pag.1139



2) id: 84ef04aeb0014af3bf0f262050a45b1f)
Definiz: Lettera, assai simile al B, e all'V consonante, colla quale molte voci si pronunziano scambievolmente: come Coperta, Coverta: Soprano, Sovrano. Consente dopo di se, delle consonanti, nella medesima sillaba, la L, e R, e ne perde alquanto di suono: come Placare, Applicazione: Prato, Ginepro; quantunque colla L più di rado si truovi. Nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, ammette avanti di se la L, M, R, S: come Alpe, Tempo: Corpo, Aspido; benchè la S gli si ponga avanti ancora nel principio di dizione: come Spada, Spinta. La S avanti al P, si proferisce nel modo più comune, cioè col suono più intenso, quale è nella voce Casa, di che vedi nella lettera S.
2) Dizion. 3° Ed. .
PIMACCIO.
Apri Voce completa

pag.1218



1) id: 0152ee3b3d2e4b0aa24b303e730b3298)
Esempio: Declam. Quintil. P. E 'l coltello suo' sotto 'l suo pimaccio sanguinoso.


2) id: 9a9c537d70a84a7298dbc18d15ce82ae)
Esempio: Arrigh. Il letto mio bene morbido, con agute spine, pugne i tristi membri; ora è 'l piumaccio tropp'alto, ora troppo basso.
3) Dizion. 3° Ed. .
SCOLPITO
Apri Voce completa

pag.1470



1) id: 5525f282298e4dc3b8053748abf1aae2)
Esempio: Red. Let. Occh. La figura scolpita nel marmo di Sulmona.
4) Dizion. 3° Ed. .
SPERONE.
Apri Voce completa

pag.1583



1) id: 55bb3c1f5c164c0bb4eea56957b41fb9)
Esempio: Guitt. Let. 21. Come vuole sperone, malvagio è buono cavallo.


2) id: 9ee663ea5d7443258dd92bc4f87f8ea8)
Esempio: E Guitt. Let. 13. Ad ogni negligente fatto è sperone.
5) Dizion. 3° Ed. .
COLLIRIO
Apri Voce completa

pag.353



1) id: cf792e288ed84bc68a0af0916afd1d31)
Esempio: Red. Let. Occhial. Dopo aver insegnato un certo suo collirio.
6) Dizion. 3° Ed. .
PADULOSO.
Apri Voce completa

pag.1141



1) id: f21ec5e6091d470f978f205c522e115a)
Esempio: Martell. Let. 38. Che se in quel paese paduloso, ec.
7) Dizion. 3° Ed. .
RIBELLIONE, e RUBELLIONE.
Apri Voce completa

pag.1347



1) id: da987562f9b84504b1a064afe0eacadb)
Esempio: E Bocc. Let. Vitellio Cesare sentì la ribellion de' suo' eserciti.
8) Dizion. 3° Ed. .
ENTRAMBI
Apri Voce completa

pag.600



1) id: e3ad88ccaac6409e801914213a55499c)
Esempio: Fir. Disc. Let. 322. Voglio, che entrambi ci ridiamo di costui.
9) Dizion. 3° Ed. .
CALZA
Apri Voce completa

pag.264



1) id: 92b63a41eddc4877bd90cae9920cfb6a)
Esempio: Car. Let. La Reina Nasafica è stata per tirar le calze.
10) Dizion. 3° Ed. .
L
Apri Voce completa

pag.928



2) id: 81719556047c47108f0d07ad99e807ce)
Definiz: Lettera, la quale ammette, dopo di se, ne' mezzi delle parole, e in diversa sillaba tutte le consonanti, dalla N, e R, in poi: come Alba, Falcone: Falda, Volgo: Salma, Alpe: Polso, Salto: Selva, Calza. E in tutti questi luoghi, i Toscani, nel pronunziarla le fanno, per più dolcezza, perdere alquanto di suono. Avanti di se nel mezzo delle dizioni, riceve il B, C, F, G, P, R, S, T: come Obbligo, Concludere: Conflitto, Ciglio: Esemplo, Parlamento: Slungare, Atleta, il che sempre fa nella stessa sillaba, salvo, che colla R, colla quale s'accoppia in sillaba diversa: come Orlato; ma di rado si trova, appo la nostra lingua, dopo la B, C, F, T, come suono, assai, per sua durezza, fuggito. Dopo la G, poco è in uso, se però non seguita l'I: come Giglio, il quale gli fa fare suono più schiacciato, e sottile, come si dice nella lettera G. Di rado si truova dopo la S, e anche in principio di parola: come Slegare; ovvero ne' verbi composti, colla preposizione DIS, o MIS: come Disleale, Misleale. Accoppiata, col T avanti, non è suono di questa lingua, ma solo s'usa per le voci forestiere, non divenute ancor nostre affatto: come Atlante, Atleta. Con tutte queste lettere avanti, perde alquanto di suono, salvo, che colla R, e colla S, le quali gliele lasciano mantenere intero. Pronunziasi la S avanti alla L nel secondo modo, cioè con suono sottile, o rimesso, quale è nella voce Musa, come si dice nella lettera S. Raddoppiasi, dove è necessario ne' mezzi della parola: come Anello, Coltello.
11) Dizion. 3° Ed. .
INTORNEARE
Apri Voce completa

pag.911



1) id: f553d109a02f4f68a41ef6b48c41865a)
Esempio: Declam. Quintil. P. Io intorneava tutto 'l corpo cogli occhi.
12) Dizion. 3° Ed. .
ARME, e ARMA
Apri Voce completa

pag.138



1) id: 8922eca92f114a2f8b57caf6b87d5dc9)
Esempio: Boc. Let. Di mercatante, non huomo d'arme solamente, ma Duca divenuto d'armati.


2) id: 4448778e0c2c4f19af82de7fe279b88a)
Esempio: Ar. Sat. 3. Vorrà Mastro Pasquino una, o due volte, Quattro, o sei mi farà 'l viso dell'armi.
13) Dizion. 3° Ed. .
RIFRAZIONE
Apri Voce completa

pag.1362



1) id: a5b200da8b7a4c0cbdcede67f389e394)
Esempio: Red. Let. Occh. Ne lavorò un simile colla sola dottrina delle rifrazioni.
14) Dizion. 3° Ed. .
RIVERBERO.
Apri Voce completa

pag.1403



1) id: a0dd83756eb248738c12f4e0d4f12127)
Esempio: Guitt. Arez. Let. 39. Steasi al diritto riverbero de' raggi del Sole.
15) Dizion. 3° Ed. .
RAFFREDDATO.
Apri Voce completa

pag.1310



1) id: 762c827c0bdf400cac22637fe28a51e1)
Esempio: Mart. Let. 65. E tutto che veggano raffreddato Vostra Eccellenza, per l'assenza.
16) Dizion. 3° Ed. .
METALLICO
Apri Voce completa

pag.1030



1) id: c29c9c9887c0437283817cbf49505275)
Esempio: Gal. Comp. Geom. 22. Esplicazione delle linee metalliche.
17) Dizion. 3° Ed. .
VIOLARE
Apri Voce completa

pag.1778



1) id: 82bc0fd32ab74855811ab34f5f870170)
Esempio: E Bocc. Let. La sua fama, ec. s'ingegna di violare, e di macchiare.
18) Dizion. 3° Ed. .
PARAGONE
Apri Voce completa

pag.1153



1) id: 46453171e634435c9125bc295221b911)
Esempio: Boc. Let. Adunque, come il paragone l'oro, così l'avversità dimostra, chi è amico.


2) id: 0028f090df2748c2992a0de3e6b38a0d)
Esempio: Fir. As. d'oro. Tale fia finalmente la sua miseria, che ella non truovi paragone per tutto 'l Mondo.
19) Dizion. 3° Ed. .
TESORIERE, e TESAURIERE
Apri Voce completa

pag.1689



1) id: 00b08c3a19114c719c9624474a17baa4)
Esempio: Vinc. Mart. Let. 27. Lasserò rispondere in mio luogo al tesoriere del Principe.
20) Dizion. 3° Ed. .
CORROMPITORE
Apri Voce completa

pag.421



1) id: b88c1064c6f14dc9b1ae4b16991cc53e)
Esempio: Declam. Quintil. P. Se stessa percosse, perchè 'l corrompitore fedir non potee.