Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 485 msec - Sono state trovate 271 voci

La ricerca è stata rilevata in 570 forme, per un totale di 297 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
566 4 570 forme
295 2 297 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 3° Ed. .
COMUNICARE
Apri Voce completa

pag.371



1) id: f77637208a114f56b8c6f7e0689fdce4)
Esempio: Galat. Per potere in comunicando, e in usando colle genti, essere costumato, e piacevole, e di bella maniera.


2) id: cced1d296bc948ab8702ffe61106ca09)
Esempio: E Galat. altrove. Che può conceder loro questo atto del comunicare insieme.
201) Dizion. 3° Ed. .
INNANELLATO
Apri Voce completa

pag.890



1) id: 398f5f5c66724890a6ac20bcda8d0700)
Esempio: Galat. Come io veggo fare ad alcuni, che hanno i capelli, e la barba innanellata col ferro caldo.
202) Dizion. 3° Ed. .
SPAVENTO
Apri Voce completa

pag.1577



1) id: 45657c5aaa80439483c7e039e11669d0)
Esempio: Galat. Sono alcuni che, in andando lievano il piè tanto in alto, come cavallo, che abbia lo spavento.
203) Dizion. 3° Ed. .
SAPOROSAMENTE
Apri Voce completa

pag.1438



1) id: a86251f69ac647ccb2778d50afa78f80)
Esempio: Cas. Galat. Maestro questi chi è, e per qual cagione sì saporitamente l'acqua della guastadetta bevve egli tutta?
204) Dizion. 3° Ed. .
SOLENNITÀ, SOLENNITADE, e SOLENNITATE
Apri Voce completa

pag.1545



1) id: 90f8652511524777a0cb192799dafe03)
Esempio: Galat. Quelle solennità, che i cherici usano dintorno agli altari, e negli ufficj divini, ec. si chiamano propriamente cirimonie.


2) id: d480b17af7da477ca79d0fe2295018d8)
Esempio: E Galat. altrove. Che essendo essi di mezzana condizione, o di vile usano tanta solennità ne' modi loro, ec. che egli è una pena mortale pure a vederli.
205) Dizion. 3° Ed. .
TRAGEDIA
Apri Voce completa

pag.1711



1) id: cb8c839d0afc4feeae8e47fdf5943d8a)
Esempio: Galat. E per tal cagione egli affermava essere state da principio trovate le dolorose favole, che si chiamaron Tragedie.
206) Dizion. 3° Ed. .
ADULATORE.
Apri Voce completa

pag.36



1) id: a468247ea2324493be4077fe7abfaddb)
Esempio: Galat. Egli sarebbe avuto per malvagio, e per lusinghiero, e come io sento dire a questi letterati, per adulatore.
207) Dizion. 3° Ed. .
COSPETTO
Apri Voce completa

pag.426



1) id: f3181856225d44a19e14ab565d32ad88)
Esempio: Galat. Niuna cosa è adunque da fare nel cospetto delle persone, ec. che mostri più tosto signoria, che compagnia.
208) Dizion. 3° Ed. .
L'ALTR'IERI
Apri Voce completa

pag.931



1) id: 582c0941015540e78041aab83ac70491)
Esempio: Galat. E ieri non vi degnaste di venir per me a casa, come io venni a trovar voi l'altr'ieri.
209) Dizion. 3° Ed. .
DEDITISSIMO
Apri Voce completa

pag.484



1) id: c3e702f734114430af3d4016f4411c02)
Esempio: Galat. Ci profferiamo alle volte a tale per deditissimi servidori, che noi ameremmo di diservire più tosto, che servire.
210) Dizion. 3° Ed. .
AIA.
Apri Voce completa

pag.56



1) id: dbe10419b56c40659bd6fc9bf13afefe)
Esempio: Galat. E come noi veggiamo talvolta su per l'aie de' contadini, l'un pollo torre la spiga di becco all'altro.
211) Dizion. 3° Ed. .
FATTAMENTE
Apri Voce completa

pag.662



1) id: 549e8890714e447198cd9c3ba540cb3c)
Esempio: Galat. Trovansi anche di quelli, che muovono sì fattamente le mani, come se essi ti volessero cacciar le mosche.
212) Dizion. 3° Ed. .
FECCIA
Apri Voce completa

pag.668



1) id: e47bbce8d7bb4be5870224d62e45314c)
Esempio: Galat. Non voglio per ciò, che tu ti avvezzi a favellare sì bassamente, come la feccia del popolo minuto.
213) Dizion. 3° Ed. .
ALOE.
Apri Voce completa

pag.71



1) id: bcecd2a643e546819572aa18584f1dc3)
Esempio: Galat. Ma egli non è questo la cagione di ciò, anzi è l'agrúme, e l'aloè della lor rustica natúra.
214) Dizion. 3° Ed. .
MILLESIMO
Apri Voce completa

pag.1038



1) id: 8fe980f340fd450db1655aaf346433d4)
Esempio: Galat. Perciocchè i panni, che sono d'un altro millesimo, non si accordano colla persona, che e pur di questo.
215) Dizion. 3° Ed. .
MINUTO
Apri Voce completa

pag.1039



1) id: 64c54569b31c428baaef8cfc1914f2f8)
Esempio: Galat. E come le spese minute, per lo continuare occultamente consumano l'avere; così questi leggieri peccati di nascosto, ec.
216) Dizion. 3° Ed. .
CONTENTO
Apri Voce completa

pag.397



1) id: 5b326964f05c4579957a6e77468577d7)
Esempio: Galat. Ma chi schernisce, sente contento della vergogna altrui; e chi beffa, prende dell'altrui errore non contento, ma sollazzo.
217) Dizion. 3° Ed. .
DI NASCOSO, e DI NASCOSTO
Apri Voce completa

pag.518



1) id: b4ed7a471b0746bfbc78756ab3871a36)
Esempio: Galat. Così questi leggieri peccati di nascosto, guastano col numero, e colla moltitudine loro la bella, e buona creanza.
218) Dizion. 3° Ed. .
DIRUGGINARE
Apri Voce completa

pag.529



1) id: bc08623376504cfb812f8731ef138d25)
Esempio: Galat. Il dirugginare i denti, il zufolare, lo stridere, lo stropicciare pietre aspre e fregar ferro, spiace agli orecchi.
219) Dizion. 3° Ed. .
PAONEGGIARE, PAGONEGGIARE, e PAVONEGGIARE
Apri Voce completa

pag.1151



1) id: fee25b0ac1084fbdb26e21e389319882)
Esempio: Galat. Ponendosi a sedere pro tribunali, e paoneggiandosi [Lat. tamquam pavonem se circumspectare. Proverbialmente da i Greci Flos. 160.]