Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 494 msec - Sono state trovate 271 voci

La ricerca è stata rilevata in 570 forme, per un totale di 297 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
566 4 570 forme
295 2 297 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 3° Ed. .
INVAGHIRE
Apri Voce completa

pag.914



1) id: 6a75c9f856404c7ba970cf472bda3429)
Esempio: Galat. Ma il più della gente invaghisce sì di se stessa, che ella mette in abbandono il piacere altrui.
221) Dizion. 3° Ed. .
CREANZA
Apri Voce completa

pag.432



1) id: 250a7d57073f4a85a4c0f405ec7c7e41)
Esempio: Galat. Così questi leggieri peccati di nascosto guastano col numero, e colla moltitudine loro, la bella, e buona creanza.
222) Dizion. 3° Ed. .
TENDERE.
Apri Voce completa

pag.1678



1) id: b001625897fb4495a260ee4bbe6e46ae)
Esempio: Galat. Così adunque, come questi modi, e molti altri a questi simiglianti, che tendono ad impedir la voglia, ec.
223) Dizion. 3° Ed. .
PORTATO
Apri Voce completa

pag.1237



1) id: c6f46a56c4e145c78a5bd52efd1c721c)
Esempio: Galat. Ella non può di scostumato, far costumato, senza l'usanza, la quale è quasi parto, e portato del tempo.
224) Dizion. 3° Ed. .
ARROTA
Apri Voce completa

pag.144



1) id: c88c5550ad1a4d6eab6cc56d3cb30035)
Esempio: Galat. 52. Perciocchè le lusinghe, o adulazioni, ch'io debba dire per arróta all'altre cattività, e magagne, hanno questo difetto ancóra.
225) Dizion. 3° Ed. .
SPESSEZZA
Apri Voce completa

pag.1585



1) id: cf44441fce50447187e9084d80af3da0)
Esempio: Galat. Quanto quelle di grandezza, e quasi di peso, vincono queste, tanto queste, in numero, ed in spessezza, avanzano quelle.
226) Dizion. 3° Ed. .
PROVA, e PRUOVA.
Apri Voce completa

pag.1274



1) id: 3e5683c2ad4a423e9fc1e4db3a4d58be)
Esempio: Galat. Come pure alcune poco accorte, nominano assai spesso disavvedutamente quello, che se altri nominasse loro in prova, elle arrossirebbono.
227) Dizion. 3° Ed. .
TORCERE
Apri Voce completa

pag.1702



1) id: ac7cbdd53ff64c73a17f3f6fdd0c4841)
Esempio: Galat. A' quali niuna cosa piace giammai, se non quello, che essi hanno divisato, a tutte l'altre torcono il grifo.
228) Dizion. 3° Ed. .
CELABRO
Apri Voce completa

pag.310



1) id: 200a0634e1df46dcacf22da3bb6d30d0)
Esempio: Galat. Se niuna noia non gli fece, ciò fu più tosto virtù di robusto celabro, che continenza di costumato huomo.
229) Dizion. 3° Ed. .
RAMMEMORAZIONE.
Apri Voce completa

pag.1317



1) id: 52a28ac4da3d42f4b3fe4279d5852580)
Esempio: Galat. Anzi se altri, in sì fatte rammemorazioni fosse caduto, si dee per acconcio modo, e dolce, scambiarli quella materia.
230) Dizion. 3° Ed. .
VANTAGGIATO
Apri Voce completa

pag.1748



1) id: a9aa6d1ac05045649227931986b36721)
Esempio: Galat. Tu farai adunque delle cerimonie, come 'l Sarto fa de' panni, che più tosto gli taglia vantaggiati, che scarsi.
231) Dizion. 3° Ed. .
GRIFO
Apri Voce completa

pag.801



1) id: 59a021ac81fc4b47a96c75c65397e81b)
Esempio: Galat. A' quali niuna cosa piace giammai, se non quello, che essi hanno divisato: a tutte l'altre torcono il grifo.
232) Dizion. 3° Ed. .
GABBARE
Apri Voce completa

pag.741



1) id: b4b55a365f3d49ab8cc9cab51015e201)
Esempio: Galat. E nota, che il parlar di Dio, gabbando, non solo è difetto di scellerato huomo, e empio, ma, ec.
233) Dizion. 3° Ed. .
GUARNACCA, e GUARNACCIA
Apri Voce completa

pag.814



1) id: daffeaae54dd45bcad3f3f7fd10d6f1a)
Esempio: Galat. Acciocchè tu solo non sij colui, che nelle tue contrade abbia la guarnacca lunga fino in sul tallone, ec.
234) Dizion. 3° Ed. .
IN PROVA, e IN PRUOVA
Apri Voce completa

pag.894



1) id: 9a184f3e064447a7965f4e21ff86f5e1)
Esempio: Galat. Come pure alcune poco accorte nomino assai spesso disavvedutamente quello, che se altri nominasse loro in prova, elle arrossirebbono.
235) Dizion. 3° Ed. .
SCHERNO
Apri Voce completa

pag.1461



1) id: 869e2e0447ec4ad7ad8b96a2d7344dbc)
Esempio: Galat. Ed è lo scherno un prendere la vergogna, che noi facciamo altrui a diletto, senza pro alcuno di noi.
236) Dizion. 3° Ed. .
STRALUNARE
Apri Voce completa

pag.1629



1) id: e9cfb5250e1f40118ac5bd744c48a62d)
Esempio: Galat. E chi straluna gli occhi, e l'un ciglio leva a mezza la fronte, e l'altro china fino al mento.
237) Dizion. 3° Ed. .
SUONO.
Apri Voce completa

pag.1651



1) id: 9094a27a53ef4d67b3b5ae5c2224069d)
Esempio: Galat. Le parole, sì nel favellare, ec. e oltre a ciò belle in quanto al suono, e inquanto al significato.


2) id: 730d3d7a7d584113ac90f001943816e3)
Esempio: E Galat. altrove. E l'onestà de' vocaboli consiste, nel suono, e nella voce loro, o nel loro significato.
238) Dizion. 3° Ed. .
LAICO
Apri Voce completa

pag.931



1) id: e8016c8f9b45486b9be7b27c941fb0ea)
Esempio: Galat. Conciossiachè 'l dire è molto più agevol cosa, che 'l fare, e l'operare, ec. massimamente di noi laici, e idioti.
239) Dizion. 3° Ed. .
MOSTARDA
Apri Voce completa

pag.1062



1) id: a77e11db1caa41a69aad1bbd449ade61)
Esempio: Galat. Che se pure alcuno è, che infermi, per vaghezza di lagrimare, assai leggier cosa fia di medicarlo colla mostarda forte.