Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 491 msec - Sono state trovate 19617 voci

La ricerca è stata rilevata in 79461 forme, per un totale di 59306 occorrenze

3° Edizione
Diz Giu. totali
78267 1194 79461 forme
58650 656 59306 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 3° Ed. .
AMMORBARE.
Apri Voce completa

pag.86



1) id: de920a399583447384ed87e348121ffb)
Esempio: Petr. Cap. 5. Com'huom, ch'è sano, e 'n un momento ammorba.
141) Dizion. 3° Ed. .
ISTORICO
Apri Voce completa

pag.923



1) id: 954a8b4be3044f1caecdb19e0d9a6ddc)
Esempio: Petr. Cap. 11. Che gli avea in guardia istorico, o poeta.
142) Dizion. 3° Ed. .
A CERCO.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: f38921daf83a4a4fa385175a7ee0c661)
Esempio: Petr. cap. 13. Sgombrar l'oro, e menar la spada a cerco.
143) Dizion. 3° Ed. .
SIRE, e SIRI
Apri Voce completa

pag.1534



1) id: cf6e33a4bedb4dabbaf313098211694d)
Esempio: Petr. Cap. 10. Contra 'l buon Sire, che l'umana speme Alzò.
144) Dizion. 3° Ed. .
SMAGLIATO
Apri Voce completa

pag.1534



1) id: b77d37a48cf0420da892cac72993d1c7)
Esempio: Petr. Cap. 8. E membra rotte, e smagliate arme, e fesse.
145) Dizion. 3° Ed. .
SORTIRE
Apri Voce completa

pag.1564



1) id: e27bd69b954d41ad8af0b35b4ab5f208)
Esempio: Petr. Cap. 8. Perchè a sì alto grado il Ciel sortillo.


2) id: e6ad9a9e9331499ca435018baf891864)
Definiz: §. Sortire: termine militare: vale Uscir de' ripari, per assaltare il nimico. Latin. erumpere, eruptionem facere.


3) id: 853c302935c64198b352c8151266866f)
Esempio: M. V. 11. 13. Ed altro bestiame minuto assai, il quale, sortito tra i predatori, solo Mess. Bonifazio, per sua cortesia, fu senza parte di preda.
146) Dizion. 3° Ed. .
DIALETTICO
Apri Voce completa

pag.497



1) id: 82e43f51ca1b4f51a3733a85bb787d00)
Esempio: Petr. Cap. 10. Porfirio, che d'acuti sillogismi Empie la dialettica faretra.


2) id: b762e89f15594a32b0a3afacc660f1a4)
Definiz: §. Pigliasi anche Dialettico: per Professor di Dialettica. Lat. dialecticus. Gr. διαλεκτικός.
147) Dizion. 3° Ed. .
SCHERZO
Apri Voce completa

pag.1461



1) id: 30319a09be7848eb8e7cf3448680ff29)
Esempio: Petr. Cap. 11. In guisa di corruccio, e non da scherzo.


2) id: 470c96bea3174cb4afa55d2a71d66a59)
Esempio: Ar. Fur. 27. 66. E attaccossi la battaglia in terzo, Ed era per uscirne uno strano scherzo (qui per ironia, cattivo giuoco, offesa, danno)
148) Dizion. 3° Ed. .
TANTO O QUANTO.
Apri Voce completa

pag.1667



1) id: e922c122c19d491aa46faed408a0877e)
Esempio: Petr. Cap. 2. E tu, se tanto o quanto, d'Amor senti.


2) id: d410b7998f244ef0940ec905a52fc7df)
Esempio: E Petr. Cap. 3. Costei non è, che tanto o quanto stringa.
149) Dizion. 3° Ed. .
STRACCO
Apri Voce completa

pag.1629



1) id: 173898ee8c774646bc1c7e5d93de4fe6)
Esempio: Petr. Cap. 8. Che se 'l popol Roman più volte stracco.


2) id: ea60028966bb4a0a8c487b42f3435671)
Esempio: Sen. Ben. Varch. 1. 1. Medesimamente niuno semina le terre o stracche, o sterili.


3) id: 6ad9a89d4a42481281e68e09eca6e8a9)
Definiz: §. Stracco: Per simil. Lat. attritus, accisus.


4) id: 851740f354d840eba50aea5e431fa99c)
Definiz: §. Terreno stracco: dicesi dell'Affaticato per continovate raccolte, sfruttato. Lat. essoetus.
150) Dizion. 3° Ed. .
PREVENIRE.
Apri Voce completa

pag.1255



1) id: 678c96790cf04bf292d989f72d3a1a9d)
Esempio: Petr. Cap. 10. Prevento fu dal suo fiero destino [cioè prevenuto]


2) id: 9f28556f785642e99b3216166e77cd53)
Esempio: Tass. Gerus. 1. 87. Prevenirò questi empj Disegni loro, e sfogherommi a pieno.
151) Dizion. 3° Ed. .
SECARE
Apri Voce completa

pag.1491



1) id: e48217ec071a4336a312f086af95fa93)
Esempio: Petr. Cap. 6. Colla mia spada, la qual punge, e seca.
152) Dizion. 3° Ed. .
RINGIOVANIRE
Apri Voce completa

pag.1376



1) id: 5738d200de26468bb64904cf91158fcd)
Esempio: Petr. Canz. 19. 1. E quando poi ringiovanisce l'anno.


2) id: 82f50c3db438484aa7d5e346d4409973)
Esempio: Cr. 2. 7. 9. Le piante continuamente ringiovaniscono, per tagliamento.
153) Dizion. 3° Ed. .
RAPPRESENTARE.
Apri Voce completa

pag.1323



1) id: ad15aa71f12345d390086e32f1c23f72)
Esempio: Petr. Canz. 48. 1. Mi rappresento carco di dolore.


2) id: 89116fc25d264060880efb36ff99ada4)
Definiz: §. Per Figurare.


3) id: 40a417e4f9f44fd09811dd42d5d36c72)
Definiz: §. Per Tener la vice, e 'l luogo d'un'altro:


4) id: cdbfc99cd7044095bf6b3d3734e8a87d)
Definiz: §. Per Mostrare, significare, mettere avanti agli occhi. Lat. repraesentare, referre.


5) id: 186cbfe86bbe4ec2920e69c1a6ad7a19)
Definiz: §. Per Figurare: ma si dice di quegli Spettacoli, ne' quali s'imitano azioni di storie, e favole. Lat. spectacula edere.
154) Dizion. 3° Ed. .
BREVE, e BRIEVE
Apri Voce completa

pag.240



1) id: 57e6ec1459c44e66b34585bd8a85bad6)
Esempio: Petr. Canz. 8. 1. Perchè la vita è breve.


2) id: 963add17adbe4725a7826e4f4de800c6)
Esempio: E Petr. Canz. 24. 4. Per breve tempo almen qualche favilla.
155) Dizion. 3° Ed. .
ANGELETTA , e ANGIOLETTA.
Apri Voce completa

pag.104



1) id: 2d470d7e772b4afa8640e34288d6b22c)
Esempio: Petr. Canz. 23. 1. Nuova angeletta sovra l'ale accorta.


2) id: 5d8945f908fb48a88203b3e981f5824f)
Esempio: E Petr. Son. 169. Contro allo sforzo sol d'un'angioletta.


3) id: e5bdd29203f9435eabfa977fc65ad9d6)
Esempio: Dan. Canz. Queste paróle si leggon nel viso D'un'angioletta, che ci è apparíta.
156) Dizion. 3° Ed. .
ALLONTANARE.
Apri Voce completa

pag.69



1) id: 3dab7b0af7fe4bdfa88d5674081e2204)
Esempio: Petr. Canz. 19. 1. Questa sola dal volgo m'allontana.
157) Dizion. 3° Ed. .
OBBEDIENTE
Apri Voce completa

pag.1101



1) id: 0fa908acca6f4977a88fc116ecbb6d40)
Esempio: Petr. Canz. 5. 1. A Dio diletta obbediente ancella.
158) Dizion. 3° Ed. .
ANCELLA, e ANCILLA.
Apri Voce completa

pag.87



1) id: ea0339afe32d4b6aaab371ea61808159)
Esempio: Petr. Canz. 5. 1. A Dio diletta obbediente ancella.


2) id: 78fe5bd7207b4f13b6e9888741153f2a)
Definiz: §. Per metaf.
159) Dizion. 3° Ed. .
DILETTO
Apri Voce completa

pag.512



1) id: 80ee71c30fd0487aa7dab82a2fc04858)
Esempio: Petr. Canz. 5. 1. A Dio diletta, obbediente ancella.


2) id: a7124ccabd9944a1aa2808c456cc1b8e)
Esempio: Scal. S. Agost. Acciocchè tu [anima] sie degna per merito di ricever la grazia d'esser visitata spesso, e amata, e diletta da cotanto sposo.