Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 621 msec - Sono state trovate 39998 voci

La ricerca è stata rilevata in 121880 forme, per un totale di 81118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120064 1816 121880 forme
80066 1052 81118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
280) Dizion. 4° Ed. .
VIRTUALMENTE
Apri Voce completa

pag.284



1) id: f6bab1179c474a59b74eda23b12c722f)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 342. Quelle membra, per virtù delle quali la bellezza risulta più virtualmente.
281) Dizion. 4° Ed. .
ALIQUOTO.
Apri Voce completa

pag.116



1) id: 7d6984a875f446f3a3115ceb2b766ad2)
Esempio: Fir. Rag. Quel numero è perfetto, le parti aliquote del quale accozzate insieme rilevano detto numero.
282) Dizion. 4° Ed. .
CORAMVOBIS
Apri Voce completa

pag.812



1) id: 75b7340c9bc94b8e9942c6229f7fd963)
Esempio: Fir. Luc. 3. 4. Quanti ce ne sono di quelli perdigiorni, e di questi be' coramvobis!
283) Dizion. 4° Ed. .
DIVERSISSIMAMENTE
Apri Voce completa

pag.218



1) id: 48c5cda642f3465fae06586411627046)
Esempio: Segr. Fior. disc. 3. 22. Quanto si apparteneva agli eserciti, e agl'intrattenimenti de soldati, diversissimamente procedevano.
284) Dizion. 4° Ed. .
GARONTOLO.
Apri Voce completa

pag.571



1) id: 97ef0c0fcfc842d9b77b63a4b49354ff)
Definiz: Pugno, Percossa col pugno, voce bassa. Lat. pugnus.
285) Dizion. 4° Ed. .
FULMINARE
Apri Voce completa

pag.544



1) id: 42691dd4e56f4bfc8ac4ae2f5025edae)
Definiz: Percuotere col fulmine. Lat. fulminare. Gr. κεραυνοῦν, κεραυνοβολεῖν.


2) id: 94fb7dd036a34c219e14f610edef1faf)
Definiz: §. II. E per metaf. Sentenziare condannando. Lat. damnare, diris defigere, fulminare. Gr. καταγινώσκειν.


3) id: 7eae8fdc920b493980d1c6ebc4ff6f47)
Definiz: §. I. Fulminare, diciamo anche per similit. Sbuffare, e Alterarsi fuor di misura. Lat. indignari, stomachari. Gr. ἀγανακτεῖν.
286) Dizion. 4° Ed. .
PUNGOLARE.
Apri Voce completa

pag.770



1) id: b92027c332554df095093e087d630c24)
Definiz: Stimolare col pungolo. Lat. stimulo lacessere. Gr. κεντεῖν.
287) Dizion. 4° Ed. .
PENNELLARE.
Apri Voce completa

pag.547



1) id: 0ee13cd1d4a7421e9457ae335e324de4)
Definiz: Lavorar col pennello, Pennelleggiare. Lat. pingere. Gr. γράφειν.
288) Dizion. 4° Ed. .
ABBRUCIARE.
Apri Voce completa

pag.16



1) id: 30c739055a1b416bb89b93a551192503)
Definiz: Consumar col fuoco. Lat. comburere, exurere. Gr. καταφλέγειν.


2) id: 2f8b416e743f4fce9fdae61e3bed6e97)
Definiz: §. IV. Aver abbruciato l'alloggiamento, diciamo in proverb. di chi ha fatto in qualche luogo cosa, che non convenga, per la quale e' non vi possa più tornare. Lat. frangere tesseram.
289) Dizion. 4° Ed. .
ATTIGNITOIO
Apri Voce completa

pag.319



1) id: a27679a5de6148629ba818022c00fa4c)
Definiz: Strumento, col quale s'attigne. Lat. haustrum. Gr. ἀρυτήρ.
290) Dizion. 4° Ed. .
ARATOLO
Apri Voce completa

pag.246



1) id: 05e7b712abf8469fa3a8b48dfa22b0c8)
Definiz: Strumento, col quale s'ara. Lat. aratrum. Gr. ἄροτρον.


2) id: a2c18b1e02a844038150578f7b4e22c2)
Esempio: Dav. Colt. 158. Saper dei, che ne' campi, per far bronconi, son meglio le barbatelle, che i magliuoli, perchè essendo già viti fatte, e palate, si difendono dall'aratolo, e dal bue.
291) Dizion. 4° Ed. .
BEZZICARE
Apri Voce completa

pag.426



1) id: 7cac6ae719654e069559f4123043422b)
Definiz: Percuotere, e Ferir col becco. Lat. rostro ferire.
292) Dizion. 4° Ed. .
VITA.
Apri Voce completa

pag.289



1) id: 80508a1578b94b1ea94fe03913a23544)
Definiz: Unione dell'anima col corpo. Lat. vita. Gr. βίος.


2) id: aa5dabd813c1465fae08c14db5e4b72d)
Esempio: Fir. As. 93. Andando zoppo, e barcolloni, nè potendo più la vita, io mi fermai dentro ad un fossatello, che assai pigramente sotto mi correva.


3) id: 9060f123ca7746ec9cbabd875df8aedf)
Esempio: Bern. rim. 1. 5. Qual è colui, ch'a perder va la vita.


4) id: ae419d691a724633ae7dac7a337369bd)
Esempio: E Ninf. Fies. 17. Faccendo co' lor archi d'esta vita Passar molti animali assai sovente.


5) id: c08f9d31e4534b3eb827a05654faee26)
Esempio: Tes. Br. 5. 36. I suoi pulcini nascono sì grandi, che incontanente procacciano lor vita.


6) id: eb240731f3484cb3b94258f07dae33e3)
Esempio: M. V. 9. 5. Dove non avendo dal fratello alcuna provvisione, traeva la sua vita assai miseramente.


7) id: 6b53178da113450fb88578714ccfe744)
Esempio: Bocc. nov. 48. 5. Cominciò a fare la più bella vita, e la più magnifica, che mai si facesse.


8) id: e20b6d791dd6494cbe22df3d854d0bf9)
Esempio: Bemb. lett. 1. 5. 149. Che non posso stimar per niente, che voi pensiate di far la vostra vita in quel paese.


9) id: c058f6bab8da416884677784e5f2d341)
Definiz: §. XX. Vita, per Costumi. Lat. mores. Gr. ἤθη, τρόποι.


10) id: d6738515cb1b480ab4f33b65c2d38ffe)
Esempio: Segn. Pred. 2. 5. E come se quegli, a guisa di tanti Dii, dato vi avessero ancor la vita, ancor l'essere, vogliono, che voi giungiate insino a chiamarvi le loro creature.


11) id: e126e8414e2c414fbf59b534ae5d5929)
Definiz: §. III. Trarre la vita, vale lo stesso. Lat. vitam ducere.


12) id: 79e71a16180d4e8984de5109c419cd91)
Definiz: §. II. Menar vita, vale lo stesso. Lat. vitam ducere. Gr. βιοῦν βίον.


13) id: e1c15d6f19474d23a2ae7ee4c09ae9eb)
Definiz: §. V. Regger la vita, vale Sostentarla. Lat. vitam regere. Gr. ζωὴν τρέφειν.


14) id: cbf5512de96f4826a9289e807ab526da)
Definiz: §. XXII. Vita, per Modo, o Qualità di vivere. Lat. vitae institutum. Gr. ἐπιτήδευμα.


15) id: c3c844119a874364bdd956de06912c03)
Definiz: §. I. Essere in vita, vale Vivere. Lat. in vita esse, Cic. Gr. εἶναι ἐν τῷ βίῳ.


16) id: b1707496a3db454fa8d9cbb7a57d523f)
Definiz: §. IV. Far la vita, vale lo stesso. Lat. vivere, vitam degere, aevum agitare. Gr. βίον βιοῦν.


17) id: 42ad4043eee4464a89ec4b675a43b967)
Definiz: §. VII. Uscir di vita, vale lo stesso. Lat. exire de vita, vitâ excedere. Gr. τελευτᾶν τὸν βίον.


18) id: 46b2a56a03484a9ea4a7d455f865447c)
Definiz: §. XXIV. Vita, per Vitto, Materia, con che si sostenta la vita. Lat. vita, victus. Gr. ὁ βίος.


19) id: 37db955a93474f129a86d87b9e38813d)
Definiz: §. XII. Torre la vita, o Togliere di vita, o Trar di vita, Uccidere. Lat. internecare, Plaut. Gr. ἐξολοθρεύειν.


20) id: e04ec194f35a47db9c83b9d77b8da458)
Definiz: §. XXVII. Far vita regolata, vale Vivere regolatamente. Lat. certis victus legibus vivere. Gr. κατὰ κανόνα βιοῦν, σωφρόνως διαιτᾶσθαι.


21) id: fa82f94fe7ad4920812e93866051cb07)
Definiz: §. XXXIV. Vita, per espressione d'affetto, diciamo talora a Persona grandemente amata. Lat. mea vita, lux mea, Catull. Proper.


22) id: fb89ab9326de4a9282dfd32d6c9a2163)
Definiz: §. XXIII. Darsi vita, o Lieta vita, vale Viver lietamente. Lat. hilarem, seu laetam vitam agere. Gr. φαιδρὸν βίον βιοῦν.


23) id: b291560f08a04decbfca21f799ff8a93)
Definiz: §. XXV. Far buona vita, vita magna, e simili, vagliono Vivere lautamente. Lat. laute vivere, splendidam vitam agere. Gr. λαμπρῶς βιοῦν.


24) id: ed77088b2066485da6510a8372865497)
Definiz: §. XXXII. Andare alla vita, o Venire alla vita, vale Investire da vicino altrui per offenderlo. Lat. cominus aggredi, adoriri. Gr. ἐπιτίθεσθαι.


25) id: d94c2dd63acb49e5b1c5893a29fbe1ee)
Definiz: §. XXI. Far buona, o mala vita, vale Menar vita di buoni, o di rei costumi. Lat. malam vitam agere. Gr. πονηρῶς βιοῦν.


26) id: 84e9f59b4c6c40728379a5ab8416725a)
Definiz: §. IX. Dare vita, o la vita, o Prestare vita, o la vita, vagliono Conceder la vita, Fare, che altri viva. Lat. praebere vitam, largiri vitam. Gr. ζωὴν χαρίζεσθαι.


27) id: 25f294dc0d8745a9afd8745acc56a4a7)
Definiz: §. VI. Passare di vita, o all'altra vita, o a miglior vita, vale Morire. Lat. ex hac vita migrare, e vita proficisci, ad patres ire suos. Gr. ἀπαλλάττεσθαι τοῦ βίου, τελευτᾶν τὸν βίον.


28) id: 01a833792c68413e8f77b210a02eef7c)
Definiz: §. XVII. Vita, per lo Tempo, che si vive, onde Dare a vita, Torre a vita, e simili, vale Dare ec. per quanto si vive, durante la vita. Lat. quandiu quis vixerit. Gr. μέχρι οὗ ἄν τις ζῇ.
293) Dizion. 4° Ed. .
AVVINCHIATO
Apri Voce completa

pag.354



1) id: c91e1f7008d346b182e14b75507fb6d4)
Esempio: Tratt. gov. fam. Non combattere contro a lui, lasciati vincere così avvinchiato col diletto infino all'aurora.
294) Dizion. 4° Ed. .
DI SOTTO.
Apri Voce completa

pag.190



1) id: ac158a042c4345be88354770a32d95f7)
Definiz: Preposizione, lo stesso, che Sotto, Dalla parte di sotto; si usa col terzo caso, e anche col secondo, col quarto, e col sesto. Lat. subter. Gr. ὑπένερθεν.


2) id: c61f31fb13f8473e95f17ab4be287a42)
Definiz: §. I. Essere al di sotto, vale Esser inferiore. Lat. imo, inferiori loco esse. Gr. ὑποκάτω εἶναι.


3) id: 75bc696c167e48c1957fedb88c7db8b2)
Definiz: §. II. E figuratam. vale Essere in disastro, o in cattivo stato nell'avere. Lat. deteriori conditione esse. Gr. ἔλασσον ἔχειν.
295) Dizion. 4° Ed. .
FIGURACCIA
Apri Voce completa

pag.456



1) id: 24914706865846cc8405ffc41cefd768)
Esempio: Fir. disc. an. 59. Il terzo, che, come s'è detto, era una certa figuraccia da non pensare a nulla, ec. fu preso.
296) Dizion. 4° Ed. .
ROTELLETTA
Apri Voce completa

pag.271



1) id: 2f4440635cbe4103bbf11243a781d850)
Esempio: Ricett. Fior. 143. Taglia la cina in rotellette sottili, come giulj.
297) Dizion. 4° Ed. .
EGIZIACO.
Apri Voce completa

pag.271



1) id: 8561bceb765641d19d155bb05f2fb172)
Esempio: Ricett. Fior. 272. Egiziaco di Giovanni di Vico della seconda descrizione.
298) Dizion. 4° Ed. .
DINUDATO
Apri Voce completa

pag.132



1) id: 25c592eaefa2481fbc31aa431bea4557)
Esempio: Fior. S. Franc. 149. Poi così dinudato se n'andò al convento.
299) Dizion. 4° Ed. .
GIOVANE, e GIOVINE.
Apri Voce completa

pag.612



1) id: 5a25ee680124493e934b89e5eb916190)
Definiz: Add. Che è sul fior dell'esser suo, Che è in gioventù.


2) id: 9b02dd120e5b41d99dfa96abfc8b1fef)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 212. Plinio novello a modo nostro, o il più giovane all'uso Romano.


3) id: ad4ecaf0ea194353a28fa3b6a1874293)
Esempio: E Amet. 49. Bacco ec. ne' suoi giovani anni fattosi per molti paesi cognoscere (quì Lat. primi anni, anni iuveniles, puber aetas, Liv.)


4) id: 77b664b456af41e792693a6b18e97ed2)
Esempio: Amet. 13. Ella le sue armi racconce a tal guerra utili, veggendo il giovane tempo, cerca le selve (quì Lat. primum anni tempus, ver novum.)