Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 542 msec - Sono state trovate 29517 voci

La ricerca è stata rilevata in 136550 forme, per un totale di 105614 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132793 3757 136550 forme
103276 2338 105614 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
CAPUCCIO.
Apri Voce completa

pag.559



1) id: 992c057b671246d29141c7dfbcbaef70)
Esempio: Fir. As. 258. Avevan que' capucci pieni di piaghe vecchie.
201) Dizion. 4° Ed. .
LIONATO, e LEONATO
Apri Voce completa

pag.74



1) id: 19b83a8877774d408561d53f4acdc22c)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 394. Il lionato è di due ragioni, delle quali una ne pende nel giallo, ec. l'altra all'oscuro, e chiamasi tanè.
202) Dizion. 4° Ed. .
SCAVO
Apri Voce completa

pag.371



1) id: 1eb3a86a76354ea889af892d88e5c76e)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 428. Quello scavo, che è tra l'indice, e 'l dito grosso, sia bene assettato, senza crespe, e di vivo colore.
203) Dizion. 4° Ed. .
OSTRO
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 846b4d45a7374306b559afdbb2d8727f)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 417. Nello alzarsi vuol distendersi tutta, e quasi imitare la lascivetta palomba, che abbia il collo d'oro, e d'ostro dipinto.
204) Dizion. 4° Ed. .
UMIDETTO.
Apri Voce completa

pag.304



1) id: 7f5e4081460d4e989293b0890484e384)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 412. Vogliono le nari essere asciutte, e nette, che molte, e massimamente al confine delle guance, avendole alquanto umidette ec.


2) id: b82a140f035d4e63a6777e10edf809fa)
Esempio: Capr. Bott. 2. 24. Che vuole egli dire, che tu peni tanto a accendere cotesta esca? G. Io non so; io dubito, che ella non sia un poco umidetta.
205) Dizion. 4° Ed. .
ATTRATTIVO
Apri Voce completa

pag.321



1) id: d17aed6ecb274bd38edc04cbd282b5ae)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 381. La Quadrabianca Buonvisa mi pare una leggiadra, e una gentile fanciulla, e parmi, che ella abbia un grande attrattivo.


2) id: 1670044ec3c1434cac24c6eb7e658241)
Esempio: E Fir. dial. bell. donn. 430. Una composta leggiadria, una vaghezza ghiotta, uno attrattivo onesto ec. le darà la Selvaggia.
206) Dizion. 4° Ed. .
CAPACISSIMO.
Apri Voce completa

pag.543



1) id: 57f96d8aa37d467081b3fd9df7af4fcf)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 369. Feceli tondi (gli occhi) a cagione, che con quella figura, la quale è di tutte le altre capacissima ec.


2) id: f1249dd85bf8435c92133346dfc116ed)
Esempio: Fir. As. 40. E tu sei giovane, e per l'età, e per le bellezze capacissimo de' suoi desiderj.


3) id: 2fa6c9d9a87140f88822648aa8838ea7)
Esempio: Bemb. As. 3. Di questa circonferenza ec. santissima, capacissima, maravigliosa.
207) Dizion. 4° Ed. .
VAGHEGGINO
Apri Voce completa

pag.185



1) id: 6fad4cc9b22548e58bb3bf9f52a5be76)
Esempio: Fir. rim. 50. E vi farieno intorno manco ciance I vagheggini.
208) Dizion. 4° Ed. .
IMPORTANTISSIMO
Apri Voce completa

pag.749



1) id: 3b393a060e5d4b499b02cffece56623f)
Esempio: Fir. disc. an. 25. Pensando, che questo non accaggia senza importantissima cagione.


2) id: d0b8ff4231c54241ab594fda5b1cd01e)
Esempio: E Pist. lod. donn. 128. Il sacro Agostino, il quale fa dare risoluzione alla sua santissima madre, in più dialoghi, di cose importantissime di teología.
209) Dizion. 4° Ed. .
SUCCESSO.
Apri Voce completa

pag.796



1) id: fb670b2cddfc4d0083b78a10931b3cd8)
Esempio: Fir. disc. an. 30. Aspettando con grande ansietà il successo della cosa.


2) id: dfab8772adaf4c14b74ecaf22f2c51f0)
Esempio: Cas. lett. 19. Perchè noi ci rendiamo certi, che nella prudenza, e autorità sua sia posto il felice successo di tutti i nostri consigli.


3) id: 95adaf85c71b4b7f8d3e86a97f98e298)
Esempio: Buon. Fier. 2. 4. 28. La più buona novella, il più garbato Successo, che vo' udiste.
210) Dizion. 4° Ed. .
CHIMERA.
Apri Voce completa

pag.649



1) id: d7039ec972ce43a6bb5b22d6243ea0a1)
Esempio: Fir. disc. an. 16. Sono una coperta doppia della perversità dell'umane chimere.


2) id: bb69faa0c1204a47b48885c55cc79460)
Esempio: Bern. Orl. 2. 5. 3. Ma che non sia nascosta allegoría Sotto queste fantastiche chimere, Non mel' farebbe creder tutto il mondo.
211) Dizion. 4° Ed. .
VITTO.
Apri Voce completa

pag.293



1) id: 358689424fd346f289b8f09e6277423c)
Esempio: Fir. disc. an. 5. Essendo il lione sicuro del suo vitto ec.


2) id: 4adc481c5f4c474f9a873a7653ed6529)
Esempio: E Fir. disc. an. 54. Ogni dì trarremo uno di noi, e te lo daremo per tuo vitto.


3) id: d37472a0fdc74bba84b0e5bdade29a4f)
Esempio: Ar. Fur. 20. 26. Ch'or d'Affrica portava, ora d'Egitto Cose diverse, e necessarie al vitto.
212) Dizion. 4° Ed. .
UCCELLAMENTO
Apri Voce completa

pag.203



1) id: f903fe16d88042afb8b97b52505acf5a)
Esempio: Fir. Trin. 2. 1. Che baie son queste, e che uccellamenti?


2) id: a13639af340e4aa7a07b52fc6e2ba2af)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 263. Hanno cotali adulazioni sciocche per una spezie d'uccellamento.
213) Dizion. 4° Ed. .
BESTIACCIA
Apri Voce completa

pag.424



1) id: 0c62817568e7478683895bc46b954d26)
Esempio: Fir. As. 6. 187. Piacciavi adunque domani di sparare questa bestiaccia.


2) id: ded75d4bf6644562ab1ad24bac72f75b)
Esempio: E Ber. rim. Donde diavol cavò quest'animale Quella bestiaccia?


3) id: 01fcd58f4a6d4984993e872f43ae2a9a)
Esempio: Bern. Orl. 1. 2. 51. Che quanto 'l sol circonda, e 'l mare abbraccia, Non si trova di lui maggior bestiaccia.
214) Dizion. 4° Ed. .
SANTERELLO, e SANTARELLO
Apri Voce completa

pag.319



1) id: 3b002c5e11954f27a045d49cffaf89d3)
Esempio: Fir. nov. 7. 261. Era tenuto per un cotal santerello.


2) id: 2d99dbf663f24a3093a971d50f7d48e7)
Esempio: Varch. Suoc. 2. 1. Benchè non pensi a mal nessuno nè di lui, nè di lei, che è come una santarella.


3) id: 94cde35c83254c3a9bb1b61bbdf994db)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 2. 3. E' non si può ire a altri, che a fra Timoteo, ch'è nostro confessore di casa, ed è santarello.
215) Dizion. 4° Ed. .
TRADITORESCAMENTE
Apri Voce completa

pag.118



1) id: 6846a3bcc9a04d50b88bb25122981827)
Esempio: Borgh. Fir. disf. 262. Fangli da Totila traditorescamente ammazzare.
216) Dizion. 4° Ed. .
AFFRITTELLATO.
Apri Voce completa

pag.82



1) id: 722005d85c1445fa8b50700db00d2657)
Esempio: Fir. Luc. 4. 1. Aveva la serva, che sapeva far l'uova affrittellate.
217) Dizion. 4° Ed. .
ORLARE
Apri Voce completa

pag.430



1) id: 979904e14112480682d8f7ddb7370f7c)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 371. La qual (bocca) fessa per lo traverso, fu poi orlata dalla natura con quei due labbri, quasi di coralli finissimi.


2) id: c9face1c64f54675a4259b70d47a7b2b)
Esempio: Burch. 1. 49. Mandami un nastro da orlar bicchieri.
218) Dizion. 4° Ed. .
RUBINUZZO.
Apri Voce completa

pag.279



1) id: 0ded442e3adf426ebad3539304534f4e)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 376. Dove sono le mammelle come due colline di neve, e di rose ripiene, con quelle due coroncine di fini rubinuzzi.
219) Dizion. 4° Ed. .
GOFFERÍA
Apri Voce completa

pag.638



1) id: b179baf4052847469e3eb30f8c938761)
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 409. Che goffería è egli a vedere un paio di manichini foderati di pelle a un lucchesino co i bordoni scempi?


2) id: 72f3afc9564a4a8cbe6d3d33d2c9d933)
Esempio: E Fir. dial. bell. donn. appresso: Oh gran sciocchezza, oh gran goffería, oh cosa sgarbata!