Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 383 msec - Sono state trovate 7295 voci

La ricerca è stata rilevata in 17725 forme, per un totale di 10242 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
17316 409 17725 forme
10021 221 10242 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
240) Dizion. 4° Ed. .
ARRABBIRE
Apri Voce completa

pag.267



1) id: 502b942832e54d19939fe821b375aef0)
Esempio: Guitt. lett. Desnore quale è maggio a esto mondo, che arrabbire uomo in se stesso.
241) Dizion. 4° Ed. .
COLTARE
Apri Voce completa

pag.707



1) id: 2f2ed0a194ba4077a5f7db7b150d20fd)
Esempio: Guitt. lett. Con sollicitudine, e cura tutta coltare, e guardare si dea l'onore del sementatore.


2) id: 2228d298aaa64d969c25b6bdd9da85ec)
Esempio: E Guitt. lett. appresso: Quanti sono, che coltano fine a fine, ma non coltanla rettamente.
242) Dizion. 4° Ed. .
TRAPASSAMENTO
Apri Voce completa

pag.130



1) id: eded67143e6d4dbf856d06ad0b4d50ff)
Esempio: Guitt. lett. 25. Migliore stimo la condizione umana poi lo trapassamento del primo nostro parente.
243) Dizion. 4° Ed. .
VINTA.
Apri Voce completa

pag.279



1) id: 8140e0fffcb24b41abf1e860ac7bda63)
Esempio: Guitt. lett. 21. Non meno conta saggio vittorevile vinta in tribulazione vincere, che 'n battaglia.
244) Dizion. 4° Ed. .
AFFIGURAMENTO.
Apri Voce completa

pag.74



1) id: 070dc56a81b64109a6445771c7a85d36)
Esempio: Guitt. lett. Proccurai di affigurarlo in quella tanta moltitudine, ma lo affiguramento non ebbe effetto.
245) Dizion. 4° Ed. .
RAVVALORARE.
Apri Voce completa

pag.79



1) id: 27abc96d372d4b37886c2ca2e8376426)
Esempio: Guitt. lett. R. Si sentío ravvalorare in una strada del buono Dio grande (quì neutr. pass.)
246) Dizion. 4° Ed. .
DISPENNATO.
Apri Voce completa

pag.191



1) id: 392c8fb5dcd94be997c48e58965dbbd2)
Esempio: Guitt. lett. 2. Disío traire non già saette vane, e dispennate, ma ferme, e pungente molto.
247) Dizion. 4° Ed. .
INFORMARE
Apri Voce completa

pag.822



1) id: 62327121c54047cb958c0857d164a47c)
Esempio: Guitt. lett. 13. A cui s'affaitan tutti i minori vostri, e della forma vostra informan loro.
248) Dizion. 4° Ed. .
INFOSSARE
Apri Voce completa

pag.824



1) id: e21b94749ee8406e8bdd8bd673823863)
Esempio: Guitt. lett. R. Il grano lo infossano subito, che lo hanno cavato dall'aia, e bene rasciutto.
249) Dizion. 4° Ed. .
FORZO
Apri Voce completa

pag.510



1) id: de5f0ed6dff94bac9a0f8749998e638b)
Esempio: Guitt. lett. 21. E come fermezza di castello, che 'n destro, e poderoso assedio, e forzo.
250) Dizion. 4° Ed. .
ORRATAMENTE.
Apri Voce completa

pag.432



1) id: ee5e7b0d58ea487082c5d418f6e285d9)
Esempio: Guitt. lett. 26. Ponno essere grandi, e come grandi vivere orratamente in tutto quanto chere nobiltà.
251) Dizion. 4° Ed. .
NESCIENTE.
Apri Voce completa

pag.337



1) id: f013e3bd077a4093997b66a316f8c526)
Esempio: Guitt. lett. 1. O miseri, o nescienti, che non mercatare sanno con esso gran nostro Signore.


2) id: a8ac0bdec3e3449db3ed0459b68db344)
Esempio: E Guitt. lett. 36. Li servi degli uomini vedere retti, e avvenenti ec. e disavvenenti, e pigri, o nescienti, e lenti servire Dio.
252) Dizion. 4° Ed. .
FURONE
Apri Voce completa

pag.552



1) id: 69afdf40a5064e4594a41ce71ba3f454)
Esempio: Guitt. lett. 36. Ma tuttavia noi quasi come furoni rapimo, e involiamo de i beneficj suoi.


2) id: ab671e23f886483bb8073e53304ac7fd)
Esempio: Fr. Iac. T. 6. 7. 5. Dinanzi a corte ploro, Che mi faccia ragione Di te grande furone, Che m'hai sottratto amore.
253) Dizion. 4° Ed. .
MASTRO
Apri Voce completa

pag.181



1) id: f744dafa285d4470bd4734aad1029765)
Esempio: Guitt. lett. 22. Non è sapienza secondo il giudicio del sommo mastro Paulo, che dice ec.
254) Dizion. 4° Ed. .
PARAULA.
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 1c302fdc30af4d19b26d637bf70e7950)
Esempio: Guitt. lett. 3. Affogano la paraula di Dio, e la paraula di Dio vita d'anima è.
255) Dizion. 4° Ed. .
PERMANSIVO.
Apri Voce completa

pag.572



1) id: e875abb5239d419b9dee4e164cad3a6a)
Esempio: Guitt. lett. 3. Perchè vertù è buona? Ciò è porgendo galdio grande, molto, vero, e permansivo.
256) Dizion. 4° Ed. .
SCENTRE
Apri Voce completa

pag.375



1) id: 3b27ee4470b7431889b65474e59367ea)
Esempio: Guitt. lett. Quello, che ée più abominoso, sì ée, che lo hae fatto a suo scentre.


2) id: fd8296f501274de58d0de9d4ea8b6ef8)
Esempio: Guitt. lett. altrove: Non lo fece ignorantemente, ma a scentre.
257) Dizion. 4° Ed. .
AUTRUI
Apri Voce completa

pag.345



1) id: b76b630e77d64776b16ab68d6ffe1c33)
Esempio: Guitt. lett. 19. Ecco che non solo del torto mio, ma dell'autrui mi piace far penitenzia.


2) id: 9c549cfd2fa44c70ad3d237accd6308e)
Esempio: E Guitt. lett. appresso: E faccio l'autrui torto, mio, siccome dissi.


3) id: 028a2f11314d4df4987d94861456bb92)
Esempio: E Guitt. lett. 51. Lo mio faticare, e voi lo sapete, sempre si è per lo autrui comodo, e per lo autrui sempre dee essere.
258) Dizion. 4° Ed. .
AGNINO.
Apri Voce completa

pag.95



1) id: c300c92990444fcc99f10d14db64b93b)
Esempio: Guitt. lett. 13. Apparve ec. ferocità di Leon quasi, la quale sotto agnina pelle era occultata.
259) Dizion. 4° Ed. .
LAGNA
Apri Voce completa

pag.7



1) id: a4ae39c8bf5142ab822ee144173f8a76)
Esempio: Guitt. lett. 42. Uomo forte non fae mai lagne per cose fieboli, e di nullo momento.