Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 754 msec - Sono state trovate 30409 voci

La ricerca è stata rilevata in 158243 forme, per un totale di 126349 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
154232 4011 158243 forme
123823 2526 126349 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 4° Ed. .
SPADONE.
Apri Voce completa

pag.631



1) id: 19b0d6a55cfe4839a1a2bc778fc5e879)
Esempio: Lasc. Streg. 4. 3. Non conosco uomo sotto la cappa del sole, che sia da più di me, quando io ho questo spadone in mano.


2) id: 825ef5f441944b019cb2907a38c49a45)
Esempio: Buon. Fier. 3. 3. 9. Giucare di spadone Puovvisi, ed armeggiare.


3) id: d029f5129dc64c1a9801aeed5898ba33)
Esempio: Cecch. Corr. 1. 3. E se E' non si difendeva con lo spadone A due gambe, egli dava ogni suo resto.


4) id: 576f723db7814af98dd194eb0cc3efa0)
Esempio: E Malm. 10. 3. Anzi veder facendo, quant'ei vale, Nel giocare al bisogno di spadone ec.


5) id: 69e5c500e79d446da74524289dc64f7e)
Esempio: Malm. 7. 76. E menava a due gambe di spadone, Com'egli avesse avuto i birri dreto.


6) id: 8eae1150240943619a2a13f21ebd11e9)
Esempio: Cant. Carn. 443. Questi sì belli, e diritti spadoni, Che s'oprano a due mano, Per la notte son buoni.


7) id: f5ff6cb567d14cf9bc8e99e41680bfde)
Esempio: Tac. Dav. stor. 1. 263. Ma quel dì essendo molliccio, e didiacciato, le loro pertiche, e spadoni a due mani furon disutili (il T. Lat. ha: gladii, quos praelongos utraque manu regunt)
181) Dizion. 4° Ed. .
ACCOMPAGNATURA.
Apri Voce completa

pag.36



1) id: 3b42fa0f522f4f139ffbff43b1063da9)
Esempio: Lasc. Spir. 5. 9. Bella cosa, una fanciulla nobile andar fuori con una accompagnatura sola! (quì Compagno, Servitore. Lat. comes. Gr. ἀκόλουθος.)


2) id: 0cf00cfc3c484ba5b13e3252cc08c866)
Esempio: Buon. Fier. 2. 5. 2. Bella accompagnatura d'ufiziali! Ufiziali, piloti, e capitani.
182) Dizion. 4° Ed. .
IMBOSCATA
Apri Voce completa

pag.723



1) id: 1bee1d550fe84c6fb039f25a80e37b20)
Esempio: Lasc. Par. 5. 9. Naffe egli è ben vero, che in casa vicine, balie, e comari, e simili brigate si fanno l'imboscate.


2) id: 0e0b4e4f031e47868b094ecaf669f251)
Esempio: Buon. Fier. 1. 1. 1. Date all'armi arditi, e intrepidi, Che 'mboscata io veggo quà.
183) Dizion. 4° Ed. .
BELLOCCIO
Apri Voce completa

pag.412



1) id: 794508b3e7cf4f2ebdc9639b335a1f98)
Esempio: Lasc. Spir. 4. 1. Ma che cosa è, che non faccia una fanciulla innamorata? oh com'ella è ora frescoccia, e belloccia in quel letto!
184) Dizion. 4° Ed. .
MARITACCIO
Apri Voce completa

pag.170



1) id: 30907f6d83e14400948fe492963ddfe9)
Esempio: Lasc. Parent. 3. 3. Ella non ha tutti i torti del mondo, sendo giovane, fresca, e bella, e massimamente avendo un maritaccio vecchio, e disutile.
185) Dizion. 4° Ed. .
GUARDADONNA
Apri Voce completa

pag.684



1) id: 6da52d96610b481fb267e97eabc22754)
Esempio: Lasc. Sibill. 2. 2. Ed è una donnicina, che non ha persona in casa, e si guadagna la vita a filare, e a far da guardadonna.
186) Dizion. 4° Ed. .
INTERMEDIO
Apri Voce completa

pag.881



1) id: 45cb61b56ee143c69d0132547710f19c)
Esempio: Lasc. Streg. prol. Non è dubbio, che la ricchezza, e la bellezza degl'intermedj ec. offuscano, e fanno parere povera, e brutta la commedia.


2) id: f9f636400d284a969dc62da8bb75e56c)
Esempio: E Buon. Fier. 3. 4. 9. Intermedj vi furo? V. Furvi, e non furo scherzi.


3) id: d807f08824994a6d8386b04baabbb471)
Esempio: Buon. Fier. 3. 1. 9. Di cui talora un canto, o una cocchiata ec. Un intermedio, o qualche canzonetta ec.


4) id: 64106371547745028135980e34351006)
Esempio: Malm. 3. 33. Toccò la corda con i suoi intermedj De' tamburini, e trombettieri a piedi.
187) Dizion. 4° Ed. .
RAPPATTUMARE.
Apri Voce completa

pag.67



1) id: 7609b949580d47bda44b985b2c48d425)
Esempio: Lasc. Pinz. 4. 12. C. Tosto pur quel, che tu vuoi fare. G. Il più bel colpo del mondo; rappattumare, racconciare ogni cosa, fare ognun contento.


2) id: 4135c6b970924c98b37ddeab0328fc78)
Esempio: Bocc. nov. 72. 16. Entro col mosto, e colle castagne calde si rappattumò con lui.


3) id: 664fc4c6627f4bf797eb36d888525ab1)
Esempio: Red. Ditir. 7. E forse allor rappattumarmi seco Non fia ch'io sdegni.
188) Dizion. 4° Ed. .
PALLOTTOLINA.
Apri Voce completa

pag.468



1) id: 26b4ffe1035049acbc8b299e139f3a2b)
Esempio: Lasc. Pinz. 4. 1. E hannogli dato una pallottolina di cera, ma penso io, la quale debbe tenere in bocca, e mentrech'egli vel'arà, non fia veduto da persona.


2) id: 4e07423bca99469bb9c337c52b863f4a)
Esempio: E Lasc. Pinz. 4. 3. Se la pallottolina non m'usciva di bocca per le risa, io ti arei fatto perder la pacienza.
189) Dizion. 4° Ed. .
FOTTITORE
Apri Voce completa

pag.512



1) id: 0fc64189b5f443188f4ea4066ad1437e)
Esempio: Lasc. rim. Ch'è di nuovo bravo fottitore, Quel tanto bello, e caro vostro amico, Messer Bastiano, il quale ha un lombrico Scambio di pinco, e fa tanto romore?
190) Dizion. 4° Ed. .
VERGOGNACCIA.
Apri Voce completa

pag.242



1) id: 861f48cb2dee47ca8943f60821a0542e)
Esempio: Lasc. Gelos. 2. 2. Io era atta a smarrirmi, o dar nelle mani di qualche baronaccio, che mi arebbe spogliata, e fattomi forse poi, chi sa? qualche vergognaccia.
191) Dizion. 4° Ed. .
INCAPARBITO
Apri Voce completa

pag.667, in realt 767



1) id: 1c138394f317434599997d87212fafd3)
Esempio: Lasc. Pinz. 4. 10. Anzi sta ingrognata, e incaparbita di sorte, che io, come uomo maturo, e di discorso, mi sono partito, perchè la madre non sentisse.
192) Dizion. 4° Ed. .
SBATTEZZARE
Apri Voce completa

pag.338



1) id: e815759f0f454c468834ff91c19fa83b)
Esempio: Lasc. rim. madr. 17. Perchè Tattoli poi, se ben si stima, Mal si puol dire in prosa, e peggio in rima ec. Mettere tutti i mezzi, Perchè 'l Bonanni Greco la sbattezzi.


2) id: 36a8086e29d443029c01143165ac7c99)
Esempio: Cas. rim. burl. 1. 12. S'io avessi manco quindici, o vent'anni, Messer Gandolfo, io mi sbattezzerei, Per non aver mai più nome Giovanni.
193) Dizion. 4° Ed. .
INTIRIZZARE
Apri Voce completa

pag.886



1) id: 763297da0f994474bec51f6a7c2216d1)
Esempio: Lasc. Gelos. 4. 12. E nell'ultimo quel ribaldo mi rinchiuse in un luogo, dove, se io non gridava, mi credo certo, che a quest'otta vi sarei intirizzato.


2) id: 03ecbae71ceb4ed68bfbd5130c34b4ec)
Esempio: Malm. 6. 85. Poi s'intirizza, e dice in rauco suono, Se non si leva dalle squadre il capo ec. (quì neutr. pass.)
194) Dizion. 4° Ed. .
VIOLAMENTO.
Apri Voce completa

pag.280



1) id: 85e1faceac084242a1fe093c05f7e4d6)
Esempio: Lasc. Par. 4. 3. Per Dio ventura esserti violata da un contadinello una tua legittima figliuola? F. Gran violamento! ei sono fanciulli, che possono eglino mai fare?
195) Dizion. 4° Ed. .
TERZETTO.
Apri Voce completa

pag.67



1) id: 67f504a1fe014a23b0222d31c8190be3)
Esempio: Lasc. rim. Udite, udite un po questo terzetto: O tutti quanti voi, che componete, Non fate nulla mai, che vi sia detto, Se poco onore aver non ne volete.


2) id: b96cd7bfd3ba455ab9bcce825f150dcd)
Esempio: Red. Vip. 1. 36. Osserviamo soventemente i primi quadernarj, e talvolta il primo terzetto d'una tessitura, non come quella del Petrarca, e degli altri migliori poeti.


3) id: 54f25a058456430e808de7b67fdf619d)
Esempio: Salvin. pros. Tosc. 1. 291. Se la terzina, o terzetto si considerasse da per se solo, come un membro reciso da tutto il corpo del sonetto, eserciterebbe l'obbiezione tutta sua forza.
196) Dizion. 4° Ed. .
REPETITORE.
Apri Voce completa

pag.107



1) id: 01e2c251e3c24249b97ef2eb638a8e75)
Esempio: Lasc. Sibill. 3. 5. Voi avete cera di medico. G. S. Non già di questi dal dì d'oggi, che paiono tutti quanti repetitori, e pedagoghi, tanto vanno a ordine grettamente.


2) id: f76b9a87aced4697923f87c739acd5e5)
Esempio: Buon. Fier. 1. 2. 3. I padroni Spingon talora un servidor fedele Fuor del proprio lavoro a far su gli altri Ora il repetitore, ora il censore.
197) Dizion. 4° Ed. .
GRETTAMENTE
Apri Voce completa

pag.669



1) id: e827c90416a149788fd012508b8cb421)
Esempio: Lasc. Sibill. 3. 5. Voi avete cera di medico. G. S. Non già di questi dal dì d'oggi, chè paiono tutti quanti repetitori, e pedagoghi, tanto vanno a ordine grettamente.
198) Dizion. 4° Ed. .
STIRACCHIATO.
Apri Voce completa

pag.748



1) id: cba3562eed734551a041e955f592a459)
Esempio: Lasc. madr. 40. Ma le lor fantasíe Stitiche, e stiracchiate, Com'elle sono andate, Da un dì in fuora, e una notte sola, Non se ne sente mai fiatar parola.


2) id: ecaf3cd5c3c44752a31c5f71aa1ea7b9)
Esempio: Red. Vip. 2. 24. Contro questa lieve, stiracchiata, e frivola conghiettura mi si potrebbe rammentare, che ec.
199) Dizion. 4° Ed. .
UMIDICCIO.
Apri Voce completa

pag.304



1) id: 27eb5d082dc94de4b75c05cec1220a5e)
Esempio: Lasc. Gelos. 3. 3. Perchè già mi cominciava a far freddo a i piedi, e pensando d'avere a stare un pezzo in quel terreno umidiccio, deliberai di torli (gli zoccoli)