Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 770 msec - Sono state trovate 30409 voci

La ricerca è stata rilevata in 158243 forme, per un totale di 126349 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
154232 4011 158243 forme
123823 2526 126349 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
360) Dizion. 4° Ed. .
SCROFACCIA.
Apri Voce completa

pag.432



1) id: fbdb94190ee641289e5ec1c82a69528b)
Esempio: Bern. rim. 1. 105. S'ell'andasse carpone, Parrebbe una scrofaccia, o una miccia.


2) id: 77ffd017dfbe48159717530c98685078)
Esempio: Buon. Fier. 4. 2. 5. Sì scrofaccia, sì mummia, sì befana.


3) id: 66b5731fa79947659a4054cf1ab05065)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 3. 10. Vanne in casa, scrofaccia, vanne, e fila.
361) Dizion. 4° Ed. .
SCASSINATO
Apri Voce completa

pag.368



1) id: e727eda5e32d4bf4a3b1dd6db7a1efaa)
Esempio: Bern. rim. 1. 97. Una barcaccia par vecchia, dismessa, Scassinata, e scommessa.


2) id: 9c796abcc3dd46979ae9cbafeb9ff588)
Esempio: Fir. nov. 4. 232. Per esser la serratura tutta scassinata.


3) id: cd70775668d44bdcad44a4d3ef7dbd80)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 49. Druso acquistò non poca gloria col metter tra' Germanici discordie, e far Maraboduo già scassinato cadere (quì figuratam.)


4) id: 480a3e2eedee4f92bcb0be8c4ca54de8)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 1. 259. Pericoloso era l'assedio dentro a mura vecchie, e scassinate (il T. Lat. ha dilapsus vetustate moenibus)
362) Dizion. 4° Ed. .
STORNARE
Apri Voce completa

pag.755



1) id: 47651a5107004feab8455901e1031a1f)
Esempio: Rim. ant. M. Cin. 8. Perocchè forza di sospir lo storna.


2) id: fd38421b7ad34b5d89cf079cee91ea3f)
Esempio: Lasc. Pinz. 1. 6. Dipoi per non essere stato d'accordo della dote, stornò il parentado.


3) id: 303f921df5324d84a7283df4abc08fcf)
Esempio: Rim. ant. Guid. Cavalc. 70. Muove cangiando core, e riso, e pianto, E la figura con paura storna.


4) id: d94f29dfe181448898b119c2ffcac5cd)
Esempio: Nov. ant. 51. 7. Almeno non se ne parta, se altrimente non la puote stornare.


5) id: 3c550fc802c94dec9f3b879cf9d918ab)
Esempio: Filoc. 7. 8. E non che a questo io vi storni, ma confortar vi deggio.
363) Dizion. 4° Ed. .
STOLATO
Apri Voce completa

pag.752



1) id: 8baff7db2d5d43098c43b3092e5b653c)
Esempio: Buon. Fier. 5. 4. 4. Seguace Stolato un sacerdote.
364) Dizion. 4° Ed. .
IMPENNARE
Apri Voce completa

pag.738



1) id: 59e0d43644384f56a9e54b5808e37cac)
Esempio: Buon. rim. 5. Amore sveglia, e muove, e impenna l'ale Per alto volo.


2) id: 98cdd80e32d94f90bc12e5aebb61f43a)
Esempio: Poliz. st. 1. 6. Or muovi prima tu mie' versi, Amore, Che ad alto volo impenni ogni vil core.


3) id: 6b6066161a2d4872a3bc1bd9175fc35f)
Esempio: Petr. son. 144. Amor, ch'a' suoi le piante, e i cuori impenna.


4) id: d25c1c7c710741f382b7c3ee15b9979a)
Esempio: Dittam. 1. 28. La gran franchezza di Sulpizio impenno, La qual Pompilio, e Sopidio sconfisse, E vendetta di lor fece a mio senno.
365) Dizion. 4° Ed. .
STRACCHICCIO
Apri Voce completa

pag.760



1) id: a2d8dfdddc3245ecbef4cd89406cb9f5)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 136. Mezzo stracchiccio, e inzavardato tutto Venni a Bologna.
366) Dizion. 4° Ed. .
FORZARE
Apri Voce completa

pag.510



1) id: 455a1cae4c804b0ea43e45f23d3466f4)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 72. Ch'eo son forzato da forza d'amore.


2) id: e4f597b76db4429899f87d320d6dd7b5)
Esempio: Rim. ant. Guid. G. 111. L'allumo entro, e forzo far semblanza Di non mostrar ciò, che lo mio cor sente.
367) Dizion. 4° Ed. .
LEGGIERAMENTE, e LEGGERAMENTE
Apri Voce completa

pag.43



1) id: 83613053346748da975efc41795fd4fd)
Esempio: E Dan. rim. 4. Ma tratterò del tuo stato gentile A rispetto di lei leggieramente.
368) Dizion. 4° Ed. .
SUCCISO.
Apri Voce completa

pag.797



1) id: f625bc4258f54443b365f99ce898f1f5)
Esempio: Dant. rim. 45. E 'n sulla man si posa, Come succisa rosa.


2) id: 1cc9fd165ed34ecb974c692e44ba0822)
Esempio: Fiamm. 2. 31. E qual succisa rosa negli aperti campi fra le verdi frondi, sentendo i solari raggi, cade perdendo il suo colore, cotal semiviva caddi nelle braccia della mia serva.
369) Dizion. 4° Ed. .
TRAFORO
Apri Voce completa

pag.120



1) id: a416df1ac3f4430687c07590dec77bfd)
Esempio: Fir. rim. 45. Questi merli da man, questi trafori Fece pur ella.
370) Dizion. 4° Ed. .
UGNONE.
Apri Voce completa

pag.261



1) id: d70c075fd58846bc8f52e2a7000c5561)
Esempio: Boez. Varch. 4. rim. 3. Un altro eguale a' più fieri leoni Cresce con dente duro, e torti ugnoni.


2) id: 638aa39c13044a3988ffc73c5ef043ec)
Esempio: Buon. Fier. 2. 4. 6. E come tra gli ugnoni Ne le rapiro invidiose, e crude.


3) id: 8505967d67ec459791092f79a2fefc94)
Esempio: Bern. Orl. 1. 5. 78. Or con la coda il batte, or con l'ugnone.
371) Dizion. 4° Ed. .
GUARDAMENTO
Apri Voce completa

pag.684



1) id: 51dd94b0a4ef4903a152d24e182b5101)
Esempio: Dant. rim. 22. Che per un matto guardamento d'occhi.


2) id: 7fec420c3157422d9c86d078299c8d5d)
Esempio: Filoc. 3. 225. Amore si nutrica co' dolci guardamenti.
372) Dizion. 4° Ed. .
IMMELATO
Apri Voce completa

pag.730



1) id: 666748f6a74d46b0be1eb53b8ea39002)
Esempio: Rim. ant. F. R. Quella dolce immelata sua bocina.
373) Dizion. 4° Ed. .
DISCOLETTO
Apri Voce completa

pag.162



1) id: 168582128bcd419aa98d3332d96bae0b)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 68. Porgendo d'esser discoletto, e acro.
374) Dizion. 4° Ed. .
FUMMIFERO, e FUMIFERO
Apri Voce completa

pag.545



1) id: d077be51565943158732ed5586aa9fe8)
Esempio: Dant. rim. 33. Versan le vene le fumifere acque.
375) Dizion. 4° Ed. .
RIFREDDO
Apri Voce completa

pag.161



1) id: aa67f50487ef4af98870b96aca434764)
Esempio: Fir. rim. 52. Rifreddi, e senza pepe gli antipasti.
376) Dizion. 4° Ed. .
SFORNARE
Apri Voce completa

pag.508



1) id: 13e703f6b9974b4294a87739bb646cf5)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 9. Tal inforna, che non isforna.


2) id: c27b9dd975274310ab31e163b3bd06d2)
Esempio: Menz. sat. 6. Ma v'è più d'una putta sciaurata, Che sforna il parto, e quello iniqua ancide (quì per metaf.)
377) Dizion. 4° Ed. .
SFRENARE
Apri Voce completa

pag.510



1) id: 8cd2ff2de22c4953b2f6484c35faa74c)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 32. Lussuria sfrena ogni tua vena.


2) id: e063e10ea2c744f8abbaad745850a202)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 31. E l'aspettar gli grava, onde si sfrena Ciascun nel pianto.


3) id: 70baff203b2c4b9a9646cfe2512cbfc7)
Esempio: Mor. S. Greg. 2. 11. Perocchè tacendo non maculò la coscienzia, nè in parole d'impazienza sfrenò la lingua.


4) id: e8986b25b1e742efaca914b372bcf5cf)
Esempio: Amm. ant. 30. 1. 11. L'ira si palesa, e nella faccia esce, e quanto è maggiore, tanto più manifestamente si sfrena.
378) Dizion. 4° Ed. .
RAVIGGIUOLO, e RAVEGGIUOLO.
Apri Voce completa

pag.79



1) id: f688b4c3ac1d4d66854ac3a3f28117b5)
Esempio: Fir. rim. 116. Pare a giacere un cacio raviggiuolo.


2) id: 5ce5052522204282b8d3d07e317ddd03)
Esempio: Copp. rim. burl. 2. 32. Imputar se le puote un error solo, Mangiarmi sull'armario un raviggiuolo.


3) id: c324f18db838474f9a8f31d1a167e679)
Esempio: Burch. 1. 33. A i caci raviggiuoli, e marzolini Dee lor parere stran lo stare in gabbia.
379) Dizion. 4° Ed. .
IMPREGIONATO
Apri Voce completa

pag.750



1) id: 2e4a5d27b8d04cc5b77adfd7b1cea05b)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 42. Poi Carlo vide impregionato se.