Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 789 msec - Sono state trovate 30409 voci

La ricerca è stata rilevata in 158243 forme, per un totale di 126349 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
154232 4011 158243 forme
123823 2526 126349 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
380) Dizion. 4° Ed. .
INFARETRATO
Apri Voce completa

pag.807



1) id: a14a34b22f944b51919e70b603daa6ee)
Esempio: Rim. ant. Lap. Gian. 105. Amore infaretrato come arciero.
381) Dizion. 4° Ed. .
GIUSARMA.
Apri Voce completa

pag.629



1) id: 4355a452d32a447ab77ab6118300d80e)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 40. Arma, giusarma ciascun seco reca.
382) Dizion. 4° Ed. .
FORZOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.510



1) id: df2a4114ab9d4ff3ab62e732988a436a)
Esempio: Rim. ant. P. N. Guitt. Pugnan dunque valer forzosamente.
383) Dizion. 4° Ed. .
COCCOLA
Apri Voce completa

pag.686



1) id: 12fc8d7d348942a9bf71f74639b42829)
Esempio: Franc. Sacch. rim. Con coccole, con giunchi, e canterelle.


2) id: be0e1b1a75f84fb3bd7a032d28a326c9)
Esempio: Buon. Fier. 1. 3. 4. È uccellare a coccole, e percosse Il ruzzar co' pazz'uomini, e co' bravi.


3) id: af5d258b9e5f48c784e85c83614484a5)
Esempio: Buon. Fier. 3. 5. 6. Poi di coccole Palladie La sustanza io non repudi (quì ulive)
384) Dizion. 4° Ed. .
ASTIOSO
Apri Voce completa

pag.307



1) id: 2fc5493944a94b4ca415e3f64b4fab1e)
Esempio: Dant. rim. 10. Ch'io sono astioso di chiunque muore.
385) Dizion. 4° Ed. .
BOCINA
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 61817519bf414ce4aab7d16de52b8661)
Esempio: Rim. ant. F. R. Quella dolce immelata sua bocina.
386) Dizion. 4° Ed. .
ADONTOSO.
Apri Voce completa

pag.64



1) id: 526032f619344074b382764eb14e018b)
Esempio: Rim. ant. Min. Pav. Perfido amor, crudele, e adontoso.
387) Dizion. 4° Ed. .
MARTIRARE
Apri Voce completa

pag.174



1) id: 817c41fec4a04d419f60d0d6ead233da)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 9. Ordina, pensa ciò, ch'altrui martira.
388) Dizion. 4° Ed. .
AULENTE
Apri Voce completa

pag.339



1) id: de1e8e4d93d34265a8a55b8b620ebe29)
Esempio: Guitt. rim. O regina del ciel, o giglio aulente.


2) id: 86989668aabf4b7e954183e895d5db85)
Esempio: E Guitt. rim. altrove: Poichè partisse dalla rosa aulente.
389) Dizion. 4° Ed. .
ACCIVETTATO.
Apri Voce completa

pag.31



1) id: bf21c0929bd34b2382fe75d272a534eb)
Esempio: Red. Rim. Questo cuore accivettato Schernirà zimbelli, e fischio.
390) Dizion. 4° Ed. .
ACCOCCARE.
Apri Voce completa

pag.31



1) id: 979a2871460a4cc8ba025c26ddc123f4)
Esempio: Cas. rim. burl. E spesso alla camicia anco l'accocca.


2) id: 274d72366ea649caaaf6e245a2db56cb)
Esempio: Fir. Trin. 4. 4. Certo che questo trasurello me l'ha accoccata. Voce di bassa lega, siccome quelle dello stesso significato: Attaccarla, Barbarla, Cignerla, Calarla.
391) Dizion. 4° Ed. .
ACCORDANZA.
Apri Voce completa

pag.39



1) id: 17c4972fa24d4f30abccb5b45faf06e9)
Esempio: Dant. rim. E se con tutti vo' fare accordanza.


2) id: d521a91a59a34663a5c6ecbd2ecf90a6)
Esempio: Guitt. rim. Ai lasso, che li boni, e li malvagi Uomini tutti hanno preso accordanza Di mettere le donne in dispregianza.
392) Dizion. 4° Ed. .
NOVIZIO
Apri Voce completa

pag.365



1) id: c88e3b1783854bc281a799b9b7b306c8)
Esempio: Buon. rim. 85. Chi doma, e imbasta l'asinel novizio.


2) id: 3fda4e24c0b1453cba377441288aace9)
Esempio: Malm. 6. 31. E perchè Martinazza v'è novizia, E non intende il gracidar, ch'e' fanno, L'interprete fa egli, e 'l torcimanno.
393) Dizion. 4° Ed. .
PENZOLONE, e PENZOLONI
Apri Voce completa

pag.552



1) id: 19d0830d7c1e4434a2d7f875d8fb5eaf)
Esempio: Fir. rim. 126. Ve n'è una nel chiostro penzoloni.
394) Dizion. 4° Ed. .
RINGALLUZZOLARE
Apri Voce completa

pag.195



1) id: 6fddd437dfa74218881c09df5a749722)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 12. Di suo blasmar non ringalluzzolò.
395) Dizion. 4° Ed. .
RINSEGNARE
Apri Voce completa

pag.199



1) id: 9ba495762b5044b18b01cc5221f75c6e)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 22. Le dimostrai sua via rinsegnando.


2) id: e223cdfdc0804c34a98febdfaadcc86a)
Esempio: Bocc. nov. 18. 42. Chi il conte d'Anguersa, o alcuno de' figliuoli gli rinsegnasse, maravigliosamente da lui per ognuno guiderdonato sarebbe.
396) Dizion. 4° Ed. .
RINSELVARE
Apri Voce completa

pag.199



1) id: c3be972c0e7a4752aa7c66137d3ab417)
Esempio: Guar. rim. Poi fugge colla preda, e si rinselva.


2) id: 395e1df74b284c3a9d353b19ce365ef9)
Esempio: Poliz. st. 1. 30. L'astuto lupo vie più si rinselva.


3) id: 98c84734fcb64faf86bbcd021c83bde5)
Esempio: E Amint. 4. 1. Io seguitando un lupo, Mi rinselvai nel più profondo bosco, Tanto ch'io ne perdei la traccia.
397) Dizion. 4° Ed. .
SECCATICCIA.
Apri Voce completa

pag.446



1) id: e0cae813c2964ac88101f84899a7408d)
Esempio: Bern. rim. 11. E fassi il Giorgio colle seccaticce.
398) Dizion. 4° Ed. .
IMBERBE
Apri Voce completa

pag.718



1) id: 40b89b41b47b4dfdbc9f6f6944db704d)
Esempio: Franc. Sacch. rim. 40. Imberbe bello venne ad ultim'ora.
399) Dizion. 4° Ed. .
DECLINO
Apri Voce completa

pag.63



1) id: 75c7829f1e4d41018661a00c84f1d2dc)
Esempio: Franc. Sacch. rim. E in declino Febo già trapela.