Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 713 msec - Sono state trovate 28343 voci

La ricerca è stata rilevata in 124228 forme, per un totale di 94562 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
120857 3371 124228 forme
92514 2048 94562 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
ATANTE
Apri Voce completa

pag.310



1) id: d73cd28c40434d1b9f2beb6c63d811ae)
Esempio: Liv. M. Voi vedrete il Re sano, e atante in picciol termine.
201) Dizion. 4° Ed. .
RINTUZZARE
Apri Voce completa

pag.199



1) id: 3887a30307804a738385418287aefbac)
Esempio: Liv. M. Le spade non tagliavano più, e le lance erano rintuzzate.


2) id: d45e4d9d1bd94b98ab904e0cafaf552b)
Esempio: E Liv. Dec. 3. Colle loro ferite rintuzzassero, e indebolissero i ferri de' nimici.


3) id: b136da3189914103ad111255acb9cdb4)
Esempio: Mor. S. Greg. 1. 3. Molto si rintuzza la mente superba, quando è sottoposta a colui, sopra 'l quale essa prima si levava (cioè: s'umilia, rimette, e mortifica)


4) id: ef489842a4434caab9ae6198a2a1f17b)
Esempio: Cr. 4. 36. 1. Essendo digiuno, non si conviene i vini assaggiare, imperocchè 'l gusto si rintuzza (cioè: si reprime)


5) id: fd02d9e3a1c14c1aba3e99956fb9fa83)
Esempio: Sen. ben. Varch. 1. 4. La cui acutezza (di Crisippo) è tanto sottile, che ella si rintuzza, e si ripiega molte volte in se stessa, e anche quando pare, che faccia qualche cosa, ella pugne bene un poco, ma non fora.
202) Dizion. 4° Ed. .
FIORE
Apri Voce completa

pag.469



1) id: 9c5af8e974cf4e81b42ba41d569ba6d1)
Esempio: Liv. M. Quell'anno fu duramente secco, perocchè tutto l'anno non piovve fiore.


2) id: 6b4e4cf4199447ee8288d05e1d7f601b)
Esempio: E Liv. M. altrove: Non erano fiore sufficienti a far quella inquisizione.


3) id: aae777d4e34148ba8948f2f03feea897)
Esempio: E Liv. M. altrove: Che non ci pare util cosa fiore alla repubblica.


4) id: 03bf44a8d30b4fa78d454be6c7f38a3b)
Esempio: E Liv. M. altrove: Se in lui ha fior bene, egli il guasta, e spegnelo.


5) id: 7e5c20ec71ad47b4856eeb71438b29fe)
Esempio: Pataff. 1. Io non ho fior, nè punto, nè calía, Minuzzol, nè scamuzzolo.


6) id: 2183259bb8ed4c41a79c1cd3878048d1)
Esempio: Red. Vip. 1. 6. Si credono dal troppo credulo, ed inesperto volgo de' letterati bugíe solennissime, ed a chi ha fior d'ingegno stomachevoli.


7) id: ebb4ec8652b14f0694cfbeb9164ff54a)
Esempio: Fr. Giord. Pred. S. Onde non valica fior di tempo di dì, o di notte.
203) Dizion. 4° Ed. .
SCIANCATO
Apri Voce completa

pag.392



1) id: 569d62a0f5fa451fa4c88f9d078d7771)
Esempio: Liv. M. Fue fedito in uno de' piedi, sicch'egli ne divenne sciancato.


2) id: 66a6969077704a7ca70fb244a1482ec1)
Esempio: G. V. 7. 1. 4. Il primo ebbe nome Carlo secondo, e fu alquanto sciancato.
204) Dizion. 4° Ed. .
SBARAGLIATO
Apri Voce completa

pag.336



1) id: e9457975700b45d09ce4e11420b592f1)
Esempio: Liv. M. Così quella si sparse, e tutti sbaragliati se ne andarono.


2) id: 1be45df2f6e1470ca721910471c19225)
Esempio: E Liv. M. altrove: Quei di Tracia ec. sbaragliati si tornarono a casa.


3) id: f256931156ca4dfc9f3b4c8085c1445f)
Esempio: Bern. Orl. 1. 16. 41. Io veggo la mia gente sbaragliata Dal martel di colui spietato, e duro.


4) id: d45991aaffed43ab9f580c86391c219c)
Esempio: M. V. 11. 50. Parendo a messer Piero da Farnese avere doppia vergogna, sì per le castella perdute, sì per la gente sbaragliata in Carfagnana.
205) Dizion. 4° Ed. .
RICADÍA, e RECADÍA.
Apri Voce completa

pag.128



1) id: 07fbae37f0ea40e38c513071212d9bf6)
Esempio: Liv. M. Più che la fame, e la mortalitade, e l'altre ricadíe.


2) id: b1e71a935318492cae1501982da52bb2)
Esempio: Fir. Luc. 4. 6. Che ho io a far con voi? e che volete da me, che voi mi date tanta ricadía?
206) Dizion. 4° Ed. .
LAIDAMENTE
Apri Voce completa

pag.8



1) id: 3fcf56a2b8db4e2498b0bb97fd1904e2)
Esempio: Liv. M. Ma non è verisimile, che Fabio avesse sì laidamente fallito.


2) id: 350158e6123f4eab86f8180291fbf67d)
Esempio: E N. ant. nov. 60. 3. Cavaliere, che hai tu misfatto a costoro, ch'e' ti menano così laidamente?
207) Dizion. 4° Ed. .
LANCIONIERE
Apri Voce completa

pag.16



1) id: fd129e8f759342f59795199b50efac4e)
Esempio: Liv. M. La prima schiera era di lancionieri, e aveva quindici drappelli.
208) Dizion. 4° Ed. .
NIENTEMENO,
Apri Voce completa

pag.343



1) id: 079f4f87b1b64d7ea125974a53d0f3ac)
Esempio: Liv. M. Noi medesimi fummo stranieri, e nientemeno abbiamo avuto la signoría.


2) id: 05bb679e94854e35b54154086e615710)
Esempio: Bemb. pros. 1. 34. La qual cosa scorgere si può per questo, che ella, ed alle quantunque alte, e gravi materie dà bastevolmente voci, che l'espongono, nientemeno che si dia la Latina ec.


3) id: 4ca34e01e83745c28e3b5a8dd0d16aec)
Esempio: E S. Grisost. appresso:Neentemeno vedi, che dice: gli occhi nostri sono allo Dio nostro.


4) id: 2b7973b6de3d4d71825f3802085d6914)
Esempio: Serm. S. Ag. Perchè avvegnadiochè appieno non possiamo dire, neentemeno il vero vogliamo dire.


5) id: de5e7b73908b4315a91cca48ced04433)
Esempio: S. Grisost. Avvegnachè e' paia, o sia minor, che 'l peso de' suo' peccati, neentemeno ec.


6) id: 259a38e6f5a24ddb8d9e3bf79989490a)
Esempio: Com. Inf. 9. Perseus figliuolo di Giove ec. armasto andóe a lei, e tagliolle la testa, nella quale nientemeno rimase la proprietade intera.
209) Dizion. 4° Ed. .
AGGIORNATO.
Apri Voce completa

pag.88



1) id: 112d2a54133244cbb990564826e3f0dd)
Esempio: Liv. M. Deliberano d'atare, e di difendere gli aggiornati per cheunque maniera.
210) Dizion. 4° Ed. .
TENIMENTO.
Apri Voce completa

pag.55



1) id: 51ba7a421d2c424494f693ddabbe74c0)
Esempio: Liv. M. I Romani gli condannaro in una parte di loro tenimento.


2) id: c841783e57dc4c83a809b359a51f6ffb)
Esempio: M. V. 3. 106. Se la compera era licita, senza tenimento di restituzione.
211) Dizion. 4° Ed. .
CHEUNQUE.
Apri Voce completa

pag.638



1) id: eb9d5b2d75d147289efde3419aece92c)
Esempio: Liv. M. Deliberarono d'atare, e di difendere gli aggiornati in cheunque maniera.
212) Dizion. 4° Ed. .
BENVOGLIENTE
Apri Voce completa

pag.418



1) id: 0ec5470961ce463e812aa02d2b91e153)
Esempio: Liv. M. Per sembianti d'altrui uficio, si sforzò d'amici, e di benvoglienti.
213) Dizion. 4° Ed. .
CRESCENZA
Apri Voce completa

pag.861



1) id: aefb2a7798224381a55d37b0f6821678)
Esempio: Liv. M. Lo gittaro nella più presso crescenza del fiume, ch'elli trovaro.


2) id: 5ea352e811804214a4cd5702ac25a4b7)
Definiz: §. I. Tagliare un vestito a crescenza, vale Tagliarlo più lungo del bisogno, acciochè possa star bene a quelli, che crescono di statura.
214) Dizion. 4° Ed. .
MESSAGGIO
Apri Voce completa

pag.222



1) id: 58cb5d04685842eda5f873d53c4cbd19)
Esempio: Liv. M. Andate, diss'elli, a quella quercia là, e le contate il messaggio.
215) Dizion. 4° Ed. .
AFFANNO.
Apri Voce completa

pag.71



1) id: 9498dd9a7d904f23829fd243f0a3a5af)
Esempio: Liv. M. Non ha nel Mondo gente uguale a' Romani nel sofferire affanno.


2) id: eec6f4c31b0a4369b575b6ba8a7fc50d)
Esempio: Dant. Inf. 6. Io gli risposi: Ciacco, il tuo affanno Mi pesa sì, che a lagrimar m'invita.
216) Dizion. 4° Ed. .
CRESTUTO
Apri Voce completa

pag.863



1) id: cc459938f779499e980ef33609dcfd82)
Esempio: Liv. M. A costoro furono date arme dipinte, e notabili, ed elmi crestuti.
217) Dizion. 4° Ed. .
FREMITO
Apri Voce completa

pag.527



1) id: 5ead3540bd8e4beab3f4632bd8ada6a4)
Esempio: Liv. Dec. 3. Attuato alla fine il fremito, fu risposto agli ambasciadori, non essere appo loro alcun merito.
218) Dizion. 4° Ed. .
INCHINATO
Apri Voce completa

pag.777



1) id: 31cff7fce27f4a6891921335cb05841f)
Esempio: Liv. dec. 3. Con faccia inchinata dimandò alli padri, che egli non credessono mattamente alcuna cosa di lui.


2) id: 7221c86b237346999e55abe2438eac44)
Esempio: Paol. Oros. E tutta la Spagna in perpetual pace, come per ricevere l'alito per lassezza, inchinata, e riposata, Cesare tornò a Roma.
219) Dizion. 4° Ed. .
SALICASTRO
Apri Voce completa

pag.302



1) id: 65187bca175344c9b1d2c58d80b61e02)
Esempio: Liv. dec. 3. Il fiume più corrente con traverso corso cacciò i dogli alle ripe tra i salicastri.