Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 579 msec - Sono state trovate 12989 voci

La ricerca è stata rilevata in 62435 forme, per un totale di 49118 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
61271 1164 62435 forme
48282 836 49118 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
480) Dizion. 4° Ed. .
MAESTÀ MAESTADE, e MAESTATE
Apri Voce completa

pag.115



1) id: 284954fa41cb4ef4ad1791f45764a6b8)
Esempio: Pist. S. Gir. Questo Iob fu uno Patriarca invincibile, cultore, e amatore della maestà divina.


2) id: aa3e9735f3ef4906ab3a90b49d529c0d)
Esempio: Serm. S. Ag. 47. Non rimanga macola, che offenda gli occhi della divina maestade.
481) Dizion. 4° Ed. .
LIVIDEZZA
Apri Voce completa

pag.80



1) id: ceda2264a31b416b8984ce55fc700f88)
Esempio: Pist. S. Bern. Battuto, e sferzato, per lo cui livore, e lividezza siamo tutti sanati.
482) Dizion. 4° Ed. .
MILLANTARE
Apri Voce completa

pag.244



1) id: a315f5b2bbf949f5807643f9060c2f97)
Esempio: Pist. S. Gir. Per li quali io ti lodi, e ponga, millantandoti, intra gli Angioli.
483) Dizion. 4° Ed. .
SVENTURA.
Apri Voce completa

pag.802



1) id: f5e95029db344d88a148ff7974321738)
Esempio: S. Gir. Pist. Appo Dio non possiamo esser felici, se non siamo combattuti dalle sventure.
484) Dizion. 4° Ed. .
CENACOLO.
Apri Voce completa

pag.615



1) id: 7e2f56fbb53342ba9a17ee2c333888e9)
Esempio: Pist. S. Gir. Daniello nel suo cenacolo fermo teneva le finestre aperte in verso Gerusalemme.
485) Dizion. 4° Ed. .
CALZARE.
Apri Voce completa

pag.516



1) id: 59feb66c8c6143e59e6c6fab7c0033d8)
Esempio: Pist. S. Gir. Lo studio di questi cotali è ec. di calzare stretto, e assettato.
486) Dizion. 4° Ed. .
SUBITO.
Apri Voce completa

pag.794



1) id: 0ae2de927fe5495c9fa5049917870e9f)
Esempio: Ovvid. Pist. Veramente questa dimoranza, che voi fate, non è se non fortuna, che discende dal subito volere d'Iddio.


2) id: 3f0b1502247143d089ecdc246406fe70)
Esempio: G. V. 11. 117. 3. M. Iacopo Gabbrielli d'Agobbio, uomo subito, e crudele, e carnefice.
487) Dizion. 4° Ed. .
LAMMIA
Apri Voce completa

pag.13



1) id: 0a96fdbcfa6c481199023699dd9efe68)
Esempio: Ovvid. Pist. Tu eri allora servo, ed io era allora lammia, quando io soffersi di maritarmi a te servo.
488) Dizion. 4° Ed. .
RISPARMIAMENTO
Apri Voce completa

pag.227



1) id: ea4887e025954995b1e733a6050bb03d)
Esempio: Sen. Pist. B. V. 1. Come parve a' nostri savj del tempo antico, tardo risparmiamento è nel fondo.
489) Dizion. 4° Ed. .
DONNOLA
Apri Voce completa

pag.241



1) id: 7f6dddfc19d24aaf8de16eb011ef4e86)
Esempio: Sen. Pist. I pulcini hanno paura della donnola, e non hanno paura del cane.
490) Dizion. 4° Ed. .
SGOMENTO
Apri Voce completa

pag.516



1) id: e486f4dcda07448590fa9c3c8adb34de)
Esempio: Stor. Pist. 53. Presono di ciò tanto sgomento, che nessuno ardío uscire di Lucca.


2) id: 3f8aa57230874701b0ed352b60662d80)
Esempio: E Stor. Pist. 60. Per lo grande sgomento, ch'aveano preso della sconfitta del Prinze.
491) Dizion. 4° Ed. .
ROMPERE
Apri Voce completa

pag.263



1) id: c8d2d95bd229457d890105a5cf4f6ec0)
Esempio: Sen. Pist. Se alcuno si rompe la gamba, o a se disvolga alcuno membro.


2) id: 8095c6596cee4a7688689a7ff291e99c)
Esempio: Guid. G. Al quale immantinente Diomede, rompendosi a ridere, così disse.


3) id: aafb7864195d44209d4bd0ecfdacaae2)
Esempio: G. V. 9. 346. 2. Sopravvegnendo l'altro agguato, fu rotto, sconfitto, e preso.


4) id: 0d29de41c5c54fd19417aa5cfee91217)
Esempio: G. V. 7. 3. 2. Buono studio fa prod'uomo, e rompe rea fortuna (cioè: cessa)


5) id: c9bb4ab0233d418cbbf535e5ab6a33b1)
Esempio: G. V. 9. 215. 1. Nol voleano fare ec. per non romper pace agli Aretini (quì Lat. pacem dirimere. Gr. εἰρήνην διαλύειν)


6) id: 6225d1a5154f40938fbc57fa166c7914)
Esempio: E G. V. 10. 108. 4. Condannaro i figliuoli di Castruccio ec. e chi furono caporali con loro a rompere il popolo di Pisa.


7) id: cdf3b0c30f58452aa6246f7a2257688e)
Esempio: Disc. Calc. 15. Perchè sono più proprj a romper qualunque palla, o vada nel mezzo, o dalle bande.


8) id: 8d4263079c1c4605a5d113ad3d1283f2)
Esempio: Serm. S. Ag. 28. Non credere, perchè fosti al servigio del mondo più sollecito, che non si convenía, per questo avere rotto il boto.
492) Dizion. 4° Ed. .
SCOGLIATO
Apri Voce completa

pag.402



1) id: 88fea7c2772349d48b0673da837f9e82)
Esempio: Sen. Pist. 87. Catone Censorino ec. cavalcava un cavallo scogliato colla valigia sempre dietro.
493) Dizion. 4° Ed. .
INCASTAGNATO
Apri Voce completa

pag.769



1) id: 58a2d6a5617144b69d58612dee13b954)
Esempio: Stor. Pist. 95. i maestri fecion gran mura a secco incastagnate con molto legname.
494) Dizion. 4° Ed. .
PIACENTERÍA
Apri Voce completa

pag.595



1) id: a75a01f2e2ea4bd59794c80911438c7e)
Esempio: Sen. Pist. Quanto le lodi, e le piacenteríe, e le lusinghe delle genti ec.


2) id: ce022dd7db95408b893ea82ea8b3def9)
Esempio: Amm. ant. 15. 3. 7. Meglio è tormento per la verità, che beneficio per falsa piacentería.
495) Dizion. 4° Ed. .
LORDAMENTE
Apri Voce completa

pag.88



1) id: bae42fb1104f43abb0fa970777c7c8dd)
Esempio: Sen. Pist. E perciò hanno l'alito puzzolente, e ruttano lordamente, e annoiano se medesimi.
496) Dizion. 4° Ed. .
PEDONAGLIA.
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 049ebde915b34c17857ac6eb542028c0)
Esempio: Stor. Pist. 190. La gente loro, che erano da tremila barbute, e molta pedonaglia.
497) Dizion. 4° Ed. .
PONTA
Apri Voce completa

pag.657



1) id: 8cbbe5b969374f239c5d1f8fa7aacd58)
Esempio: Stor. Pist. 174. Tutto quello giorno portarono le carni loro sulle ponte delle lance.
498) Dizion. 4° Ed. .
PORTABILE
Apri Voce completa

pag.670



1) id: c2bdceb79753456e844616278dd8a1e0)
Esempio: Sen. Pist. 78. Grandi dolori sono nella 'nfermità, ma i trapassamenti gli fanno portabili.
499) Dizion. 4° Ed. .
BORBOTTARE
Apri Voce completa

pag.451



1) id: 77657bc23a8b4d6494e1796c9877c97f)
Esempio: Sen. Pist. Riguarda queste cucine, ove sono tanti cuochi, che borbottano intorno al fuoco.