Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 703 msec - Sono state trovate 24740 voci

La ricerca è stata rilevata in 99011 forme, per un totale di 73037 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
96119 2892 99011 forme
71379 1658 73037 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 4° Ed. .
FILOMENA
Apri Voce completa

pag.461



1) id: 268d15bbef69422ca26a4c30ca9588e0)
Esempio: Petr. son. 269. E garrir Progne, e piagner Filomena.
221) Dizion. 4° Ed. .
DELIBARE
Apri Voce completa

pag.68



1) id: ac4d11196e494a58b1aa0dfbd12a4f43)
Esempio: Petr. son. 160. Doppia dolcezza in un volto delibo.
222) Dizion. 4° Ed. .
FONDATORE
Apri Voce completa

pag.488



1) id: 30467dff4718450f8253ab180b8a8ea3)
Esempio: Petr. son. 107. Contra' tuoi fondatori alzi le corna.


2) id: d36f8bb42edf4e8b834478726314b61e)
Esempio: E Petr. cap. 8. Mentre che vago oltra cogli occhi varco, Vidi il gran fondator.
223) Dizion. 4° Ed. .
INGOMBERARE, e INGOMBRARE
Apri Voce completa

pag.836



1) id: 646daae3ae424000849258ab7590f0c9)
Esempio: Petr. son. 10. D'amorosi pensieri il cor ne 'ngombra.


2) id: 094c6949f3724e28ab329fcc3091a0ab)
Esempio: Petr. son. 30. Nè altro impedimento, ond'io mi lagni, Qualunque più l'umana vista ingombra, Quanto d'un vel.


3) id: 70de3bcb0f04484fbed56bfb223d1b8b)
Esempio: Menz. rim. 1. 113. E 'l suon, che l'aere ingombra Chiara tra noi fa fede ec.
224) Dizion. 4° Ed. .
IN GUISA
Apri Voce completa

pag.841



1) id: 32f3cab5ec7644a8b72d07c5b9ead05c)
Esempio: Petr. son. 16. Vommene in guisa d'orbo senza luce.


2) id: 4ff0b10ed20a4cbebc64e0a02f36142f)
Esempio: E Petr. canz. 20. 1. Ma non in guisa, che lo cor si stempre.


3) id: 58a0d7812b88400189d928096c2e385b)
Esempio: E Petr. son. 52. M'agghiaccio dentro in guisa d'uom, ch'ascolta Novella, che di subito l'accora.


4) id: 4482fc57e3364cf5a11cb48f40e34346)
Esempio: E Petr. son. 56. I begli occhi, ond'io fui percosso in guisa, Ch'i' medesmi potrian saldar la piaga.


5) id: 78b53b45d56d43418548b043d8691de1)
Esempio: Dant. rim. 1. Onde io pover dimoro In guisa, che di dir mi vien dottanza.
225) Dizion. 4° Ed. .
INTERNARE
Apri Voce completa

pag.881



1) id: 128147e0d1fa479da5ebee151d855cab)
Esempio: Petr. son. 283. Ove nel suo fattor l'alma s'interna.


2) id: 362508dda92c402cb01b7d313543016a)
Esempio: Tass. Ger. 12. 26. O Dio, che scerni L'opre più occulte, e nel mio cor t'interni.
226) Dizion. 4° Ed. .
PIAGA
Apri Voce completa

pag.597



1) id: c42d17f421514427810bacc93655b577)
Esempio: Petr. son. 69. Piaga per allentar d'arco non sana.


2) id: dfaee36d8b214071851cdfd6d85aa95d)
Esempio: Petr. son. 79. E la nova stagion, che d'anno in anno Mi rinfresca in quei dì l'antiche piaghe.


3) id: 5e359f8cf47a4e2286639ee02918876c)
Esempio: Petr. canz. 29. 1. Italia mia, benchè 'l parlar sia 'ndarno Alle piaghe mortali, Che nel bel corpo tuo sì spesse veggio.


4) id: c68e7440b4094ca7ae3d86591a5566b2)
Esempio: E Petr. cap. 11. Che piaga antiveveduta assai men dole (quì è maniera proverbiale, e vale, che Il male preveduto si sopporta più pazientemente. Lat. iacula, quae praevidentur, minus feriunt. Gr. συμφορᾶς τὸ προεγνωσμένον οἰστότερον)
227) Dizion. 4° Ed. .
MOBILE
Apri Voce completa

pag.262



1) id: cfe2a220e13343f3af57d6dc44b2e4d7)
Esempio: Petr. son. 150. Femmina è cosa mobil per natura.
228) Dizion. 4° Ed. .
SENILE
Apri Voce completa

pag.470



1) id: 356057b8b6c849018d9ea24a423c1913)
Esempio: Petr. son. 179. Frutto senile in sul giovinil fiore.


2) id: 4fdb705dfb2b4eb69ac96d088e5cc23e)
Esempio: M. V. 1. 32. Sforzando la natura già senile nella bellezza della damigella, raccorciò il tempo della sua vita.


3) id: 5a2eb42679404e07b961ebad91bacd4c)
Esempio: Red. Vip. 1. 73. Se alla senile etade il perduto bello restituisca, io non ne sono ancora venuto in chiaro.


4) id: d80114185de4440e858e222b06683414)
Esempio: Fiamm. 1. 89. Vestita la splendida forma tale quale quella si vestì la senile, così mi si fece vedere, come essa a Semele.
229) Dizion. 4° Ed. .
STELLANTE
Apri Voce completa

pag.735



1) id: a053e39f14554bed8646868e5a3737a4)
Esempio: Petr. son. 28. Per adornarne i suoi stellanti chiostri.


2) id: eac6b93955554a2dbc72165e78172799)
Esempio: Petr. son. 167. Gli occhi sereni, e le stellanti ciglia.
230) Dizion. 4° Ed. .
RAGGIUGNERE.
Apri Voce completa

pag.45



1) id: c30c1eb6b04147c4a0b0913a9e98e85e)
Esempio: Petr. son. 72. Ma già ti raggiuns'io, mentre fuggivi.


2) id: 99336e87a45f44c88915195de535555e)
Esempio: Poliz. st. 1. 40. Tosto Cupido entro a' begli occhi ascoso Al nervo adatta del suo stral la cocca, Poi tira quel col braccio poderoso, Talchè raggiugne l'una all'altra cocca.


3) id: 888eb3161c5c4d97ace1287cc34d27ad)
Esempio: Dant. Inf. 12. Che da quest'altra a più a più giù prema Lo fondo suo, infinch'e' si raggiugne, Ove la tirannía convien che gema.


4) id: 57cb06c81612487898216b2459f469e3)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 47. Quindi navigando a fretta per le Ciclade, e per tragetti di mare, raggiunse in Rodi Germanico.


5) id: b3791d9a871b437eb398395009d48748)
Esempio: Sen. ben. Varch. 2. 25. Ma bisognerà bene, che uno sia veloce, ed usi grande sforzo a voler raggiugnere colui, che di già gli è passato innanzi.
231) Dizion. 4° Ed. .
SCOLORITO
Apri Voce completa

pag.404



1) id: d07d4759ef644ea899a6ca7ed6073cdf)
Esempio: Petr. son. 24. Fia la vista del sole scolorita.


2) id: 59d3d5950e7349729a3429586784f3ff)
Esempio: Bern. Orl. 1. 1. 33. Mostrando in viso or rosso, or scolorito, Che passione strana l'ha assalito.


3) id: 56e524bbdc40476b869a6a1dc880c3e2)
Esempio: Tass. Ger. 12. 81. E quasi un ciel notturno anco sereno Senza splendor la faccia scolorita.


4) id: 94838504458847fab2f87bd597f8cfa1)
Esempio: E Tass. Ger. 13. 2. Quì nell'ora, che 'l sol più chiaro splende, È luce incerta, scolorita, e mesta.
232) Dizion. 4° Ed. .
SCOPPIO
Apri Voce completa

pag.417



1) id: 3f29f19ece534b43bc9571c960db18c7)
Esempio: Petr. son. 32. Infino a Roma n'udirai lo scoppio.


2) id: c8d8ff52eb4b4e99bab20a2b221a684c)
Esempio: E pros. Tosc. 1. 84. Il medesimo pensiero, e discorso, uscendo più da una bocca, che da un'altra, fa più scoppio, ed ha maggior forza, e valore.


3) id: 96e319961f7540cc81a7dd0300365a90)
Esempio: Salvin. disc. 1. 394. Ci donano a conoscere il pregio della virtù non essere così a prima vista palese, nè fare quello scoppio, che fa una sfolgorante bellezza.
233) Dizion. 4° Ed. .
STANCARE
Apri Voce completa

pag.706



1) id: 676a26ee3c3d428cb88fa67f1f54c158)
Esempio: Petr. son. 209. È cosa da stancare Atene, Arpino.


2) id: f06ca045329e4d1e91162e10b04488f0)
Esempio: E Petr. son. 245. Torna ov'io son, temendo, non fra via Mi stanchi.
234) Dizion. 4° Ed. .
SCURO
Apri Voce completa

pag.437



1) id: efa37205c38b4c338c4d082d7f4aea9c)
Esempio: Petr. son. 197. Mirandol di dolor turbato, e scuro.


2) id: add6d5e1e57b4824b5f1b0b82da354bc)
Esempio: Maestruzz. 2. 32. 1. Ne' testimonj sono alcune cose da considerare ec. Item gli scuri, e non cognosciuti non sono ricevuti, ovvero solamente sono ricevuti, ma con tormenti.
235) Dizion. 4° Ed. .
ASPE
Apri Voce completa

pag.287



1) id: 165fc37b67a84e8b92490400a5b2c07e)
Esempio: Petr. son. 175. Che sol truovo pietà sorda, com'aspe.
236) Dizion. 4° Ed. .
ABBANDONARE.
Apri Voce completa

pag.7



1) id: 8da8eb5a71144b44bc73e0c1440a385b)
Esempio: Petr. son. 20. Le qua' vilmente il secolo abbandona.


2) id: 891939ca451d42509c192eb2ac8a46f5)
Esempio: Dant. Inf. 1. Tant'era pien di sonno in su quel punto, Che la verace via abbandonai.


3) id: bc4cfe70e8e946caa50113d689f2c39d)
Esempio: Ar. Fur. 2. 10. Ecco Rinaldo colla spada addosso A Sacripante tutto s'abbandona.


4) id: 461346e03e414328a248057f5764c989)
Esempio: Dant. Inf. 2. Perché se del venire i' m'abbandono, Temo, che la venuta non sia folle.
237) Dizion. 4° Ed. .
A TORTO
Apri Voce completa

pag.312



1) id: 3f9970caaf704a04ab0f1ff1e96696a6)
Esempio: Petr. son. 44. Che m'hanno congiurato a torto incontra.


2) id: 92aa730177e043ef9a2a3ee31f8ba6cc)
Esempio: Alam. Colt. 1. 22. Nè si contenti Di quei dell'avo suo, che forse a torto Neghittoso accusava i colli suoi.
238) Dizion. 4° Ed. .
ASSIDERE
Apri Voce completa

pag.301



1) id: 8c91cf0018654adaa27ea178034c5a83)
Esempio: Petr. son. 89. Quì cantò dolcemente, e quì s'assise.


2) id: 1af59edc26ae4966bd89a17066781e4f)
Esempio: E Petr. son. 298. E pietosa s'asside in sulla sponda.


3) id: 5b3fa378b0814e1aaf96b653e68fb078)
Esempio: E Petr. canz. 30. 4. Pur lì medesmo assido Me freddo pietra morta in pietra viva.


4) id: 1ce4e677500447adafcdbb4fc4d3f295)
Esempio: Fiamm. 1. 23. M'avevano tra l'altre donne assai eccellente luogo serbato, nel quale, poichè assisa fui ec.


5) id: 2144b5124e6846308ecdc79bd21d1721)
Esempio: Dant. Par. 1. Maraviglia sarebbe in te, se privo D'impedimento giù ti fossi assiso, Come a terra quieto fuoco vivo.
239) Dizion. 4° Ed. .
LASSÙ.
Apri Voce completa

pag.25



1) id: e8277514a1f74598adac5d2c71b7a93e)
Esempio: Petr. son. 126. Volse Mostrar quaggiù quanto lassù potea.


2) id: 14772c2a223a418e912c48a0b4efc590)
Esempio: E Petr. son. 296. Pur lassù non alberga ira, nè sdegno.