Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 581 msec - Sono state trovate 29962 voci

La ricerca è stata rilevata in 135184 forme, per un totale di 103712 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
131384 3800 135184 forme
101422 2290 103712 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
20) Dizion. 4° Ed. .
INCAPPERUCCIARE
Apri Voce completa

pag.768



1) id: c1bb66af960d43259dbedafa1e6393ff)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 3. 7. Incapperuccia, e' ci è da giucar di bagattelle.


2) id: b1ecd0922a3846339ec02f2c8ae3115c)
Esempio: Varch. stor. 15. 609. Messer Gabriello Cesano ec. fu, non s'accorgendo egli da chi, incapperucciato, e minacciato ec.


3) id: 83cf52b45c37495bafcb0cb4943e80c9)
Esempio: Red. lett. 2. 88. Voglio di posta entrarmene nello spedale della Sporta, e quivi subito incapperucciarmi frate.
21) Dizion. 4° Ed. .
ESALTATORE.
Apri Voce completa

pag.302



1) id: da12acb26e7d4f478587a80f84d04de3)
Esempio: Segr. Fior. Art. guerr. 7. 76. Essendo io dall'uno canto esaltatore della antichità.
22) Dizion. 4° Ed. .
CONSEGUITARE
Apri Voce completa

pag.770



1) id: 4ae04732b2824d2fa9032019ea4c8672)
Esempio: Segr. Fior. art. guerr. Quegli, che conseguitavano doni per alcuna di queste cose.


2) id: 9cf93b3460914ee680d87c6bae10c86d)
Esempio: Guicc. stor. 1. 8. Non conseguitava con queste arti la moderazione dell'odio conceputo.
23) Dizion. 4° Ed. .
DISUNITO.
Apri Voce completa

pag.213



1) id: b01a3f63302540ad9d7f92ae90e1ba52)
Esempio: Segr. Fior. disc. 2. 25. Credettono i Veienti, assaltando i Romani disunti, vincerli.


2) id: a4c140c78bcf4248ac5a3ec9c65b7a92)
Esempio: E Segr. Fior. disc. appresso: Arebbono quanto più disunita vedevano Roma, tanto più tenuta da loro la guerra discosto.
24) Dizion. 4° Ed. .
DISALLOGGIARE
Apri Voce completa

pag.153



1) id: 64581457ff1645a69b9b5fb24b281bea)
Esempio: Segr. Fior. disc. 2. 17. Senza che tu abbi alcun rimedio ti disalloggia.


2) id: 898e6de3b32147cda2826c2d57233eff)
Esempio: E Segr. Fior. disc. 3. 18. Come se gli avessino disalloggiati i nimici.
25) Dizion. 4° Ed. .
OFFICIOSO.
Apri Voce completa

pag.391



1) id: 5e7b41b4b6fb4447b4c5120995386e78)
Esempio: Segr. Fior. stor. 7. 177. Era officioso negli amici, e misericordioso ne' poveri.
26) Dizion. 4° Ed. .
RIMESTA
Apri Voce completa

pag.180



1) id: 6e442705599c4e408fc7b9460e8528ad)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 5. 4. Ei debbe aver tocco una rimesta da Sofronia.


2) id: 29421c15e5e247ae92f54ffe8be56140)
Esempio: Cecch. Mogl. 3. 6. Ecco un'altra Rimesta.
27) Dizion. 4° Ed. .
PAPPATORE
Apri Voce completa

pag.484



1) id: aaf625412c2c4c6592011007feed422e)
Esempio: Segr. Fior. Mandr. 1. 1. Guardate, che non v'inganni; questi pappatori non sogliono avere molta fede.
28) Dizion. 4° Ed. .
TEMPOREGGIARE.
Apri Voce completa

pag.34



1) id: 9707d8b2543f481f853e89e3134432a8)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 1. 1. Addio, temporeggiati il meglio puoi, e se vuoi cosa alcuna, parla.


2) id: 49fc6f08247a405eac45ad735e0777a4)
Esempio: Guicc. stor. 3. 122. Si fermò a Montefuscoli, per temporeggiarsi senza tentare la fortuna.


3) id: 748f4e1e010a4fed88cc40970f15d561)
Esempio: Lasc. Spir. 3. 2. Non è meglio, che temporeggiargli, e andar loro a' versi.


4) id: a67e1650d5094e659a242c47c6813b1b)
Esempio: Stor. Eur. 6. 134. Ma il conte, che molto più si valeva dell'astuzia, che delle forze, senza voler venire alle mani, temporeggiava il più, che e' poteva.
29) Dizion. 4° Ed. .
DUPLICARE.
Apri Voce completa

pag.256



1) id: 7ace20ebb295459b8f6b4ebe967516d7)
Esempio: Segr. Fior. Art. guer. Egli non s'ha a fare altro, che duplicare gli ordini.


2) id: 099ef0c205b34a7994e5226c2774b40d)
Esempio: Fir. disc. an. 30. In luogo di deporre il conceputo timore, Io avea duplicato, e triplicato.
30) Dizion. 4° Ed. .
ADDENTELLATO.
Apri Voce completa

pag.54



1) id: 061d033be9b04c70938f0e6ced335af1)
Esempio: Segr. Fior. pr. 2. Sempre una mutazione lascia lo addentellato per la edificazione dell'altra.
31) Dizion. 4° Ed. .
OSSIDIONE.
Apri Voce completa

pag.440



1) id: 22ad48b45c7d4860aa09b3836a9314ff)
Esempio: Segr. Fior. art. guerr. 153. Per potere nell'ossidioni più facilmente mettere, e trarre genti.


2) id: 8abc8dc3243e40e987144d88525dc64a)
Esempio: Guicc. stor. 1. 103. In tutti i luoghi vicino a Novare, che fussero opportuni all'ossidione.


3) id: f4886d45f93c4083ad2d39cadb9e5713)
Esempio: Bern. Orl. 2. 5. 68. Rimase Galafron quivi serrato, E la figliuola con la ossidione.
32) Dizion. 4° Ed. .
RESPONSO.
Apri Voce completa

pag.112



1) id: 4509b5ad538c418eaf9d092c4cec90e1)
Esempio: Segr. Fior. Art. guerr. 7. 167. Volere, che le parole loro fossero responsi d'oracoli.
33) Dizion. 4° Ed. .
CONESTABILE
Apri Voce completa

pag.751



1) id: 966eb463a7bb4f4db0738ff638f5a077)
Esempio: Segr. Fior. art. guerr. Con i centurioni per testa, e 'l conestabile nel mezzo.


2) id: ae9826096e6c42d883ab36728c9c8fe8)
Esempio: Bern. Orl. 2. 27. 14. E colse un conestabil nella pancia, Ch'era un uom grande, e portava la ronca.


3) id: 131bba37794e4ad9980ca2e72eed78b1)
Esempio: G. V. 7. 102. 2. Gianni di Aricorte conestabile, e maliscalco dell'oste del Re di Francia.
34) Dizion. 4° Ed. .
SGOMINARE.
Apri Voce completa

pag.516



1) id: 4eff9e2e630341399b5c1f9284f33877)
Esempio: Segr. Fior. Mandr. 1. 2. Pare a te una favola avere a sgominare tutta la casa.


2) id: f55982a3ae66447fad098c7a7f5c4115)
Esempio: Buon. Tanc. 1. 1. Per toccare or nel capo questa piota, Che mi sgomini tutto a imo a sommo.


3) id: cade989d3c8f415c9ad94be70f491ff8)
Esempio: Malm. 7. 89. Sgomina ciò, che v'è, da sommo a imo.
35) Dizion. 4° Ed. .
SOPPORTABILE.
Apri Voce completa

pag.592



1) id: 055ee23427e64d0eb9482ef83ab6fe9f)
Esempio: Segr. Fior. stor. 3. 67. Venivano ad essere le offese a i nobili più sopportabili.


2) id: f840b229a07a48d3a843b6b1de6dddfe)
Esempio: E Segr. Fior. stor. 8. 213. Per la sua prudenza ridusse ogni cosa a termini sopportabili.
36) Dizion. 4° Ed. .
A COSA A COSA.
Apri Voce completa

pag.46



1) id: 25740cab00b14419bada15de0e6bf13f)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 2. 2. Adagio un poco, a cosa a cosa: disse il Mirra.
37) Dizion. 4° Ed. .
PITOCCO.
Apri Voce completa

pag.636



1) id: 6c1d15c9740c4091a0050250566b579c)
Esempio: Segr. Fior. Mandrag. 5. 2. Tu Siro lo tieni per lo pitocco di dietro.
38) Dizion. 4° Ed. .
TOCCO
Apri Voce completa

pag.90



1) id: 553d0df59ad84e2db29353a3c4b1215c)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 1. 3. Tu hai codesto gabbano, che ti cade addosso, hai il tocco polveroso.


2) id: e4ce27e3ec6d45c7af060589b9764620)
Esempio: Varch. stor. 9. 228. Nella quale città entrò a ore 22. con un saio in dosso ec. e colla berretta in testa a uso di tocco di velluto nero.


3) id: 9f426a4849404743871429cb7ff484dd)
Esempio: E Varch. stor. 266. La notte, nella quale si costuma in Firenze andar fuori assai, si usano in capo tocchi, e in dosso cappe.
39) Dizion. 4° Ed. .
PADULOSO.
Apri Voce completa

pag.457



1) id: 36420d02cd7042529618d8d67fabbebc)
Esempio: Segr. Fior. stor. 2. 34. La città di Venezia posta in luogo paduloso, ed infermo.