Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 361 msec - Sono state trovate 16267 voci

La ricerca è stata rilevata in 46481 forme, per un totale di 29506 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
44802 1679 46481 forme
28535 971 29506 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
220) Dizion. 4° Ed. .
IDEA
Apri Voce completa

pag.708



1) id: cf0140f31ffc44fea1486e56d7998171)
Esempio: Sen. Pist. 58. Idea è esemplo perpetuale delle cose, che si fanno per natura.
221) Dizion. 4° Ed. .
INGOMBRAMENTO
Apri Voce completa

pag.836



1) id: 2b81bc46eb61421f91b932926dc0ba75)
Esempio: Sen. Pist. E questo cotale è dilibero di tutte necessitadi, e di tutti ingombramenti.
222) Dizion. 4° Ed. .
GLORIA
Apri Voce completa

pag.633



1) id: 3ba46800a83c415d9abe49ad773ea95e)
Esempio: Sen. Pist. La gloria è ombra della virtù, e seguitala ancor mal suo grado.
223) Dizion. 4° Ed. .
FIACCAMENTO
Apri Voce completa

pag.444



1) id: 25109f147b3b4f709f818efedbd9219b)
Esempio: Sen. Pist. Dall'un lato abbiamo i mostri crudeli ec. dall'altro i fiaccamenti delle navi.
224) Dizion. 4° Ed. .
RISPIARMO.
Apri Voce completa

pag.229



1) id: dc8390f76e1c4038bd3f037aa22be46e)
Esempio: Sen. Pist. 1. Secondochè a' nostri antichi parve, tardo rispiarmo sì è nel fondo.
225) Dizion. 4° Ed. .
SOPRACCIGLIO
Apri Voce completa

pag.596



1) id: 3784ffa4f5664872814c636eead0fddf)
Esempio: Sen. Pist. 113. Queste son le cose, di che noi disputiamo co' sopraccigli levati.
226) Dizion. 4° Ed. .
SDRUCCIOLENTE, e SDRUCCIOLANTE
Apri Voce completa

pag.440



1) id: 0fda40acf47448d2bba0ed67e1935d65)
Esempio: Sen. Pist. 92. La virtù, ch'è divina, sì finisce in cosa sdrucciolante, e folleggiante.


2) id: 86e746d22fe94c3b85b0075da587b3e4)
Esempio: Sen. Pist. La natura ci ha messi in possessione di questa sola cosa sdrucciolente, e fuggitiva.
227) Dizion. 4° Ed. .
ROBUSTEZZA
Apri Voce completa

pag.256



1) id: 6da1525aebd048b095ab338693aeb212)
Esempio: Sen. Pist. Siccome sono ricchezza, onore, santà del corpo, robustezza, e fortezza di membri.
228) Dizion. 4° Ed. .
RICAPITARE, e RECAPITARE.
Apri Voce completa

pag.129



1) id: df254e1ec9b6467c86bed2d6390afb79)
Esempio: Sen. Pist. 27. Alcuni altri sono, a' quali è bisogno di mostrargli, e ricapitargli.
229) Dizion. 4° Ed. .
ACQUATTARE.
Apri Voce completa

pag.49



1) id: 9b45133412d24be6baee82a205e05112)
Esempio: Sen. Pist. Que' vizj s'acquattano, che non hanno altra utilità, che burbanza, e vanagloria.
230) Dizion. 4° Ed. .
CAVILLAZIONE.
Apri Voce completa

pag.607



1) id: 0dc2013fe551480c86d26e198f0ef000)
Esempio: Sen. Pist. Tuttavia traconvenevole nome mi par quello, che Tullio usa, ch'egli chiama cavillazioni.
231) Dizion. 4° Ed. .
ASSALIMENTO, e ASSAGLIMENTO
Apri Voce completa

pag.293



1) id: 00fd467284e9430cb0c92f1645b376de)
Esempio: Sen. Pist. Orazio, il quale fu chiamato Cocles, sostenne l'assalto, e l'assalimento de' nimici.


2) id: 906292631f6a47f1ba5a03b5a012f464)
Esempio: M. V. 1. 2. Volgendosi verso mezzogiorno, con più aspro assalimento, che sotto le parti settentrionali.
232) Dizion. 4° Ed. .
ASSALTO
Apri Voce completa

pag.294



1) id: 0eb3a83c057f4b1c8bad0abdb2b93e69)
Esempio: Sen. Pist. Orazio, il quale fu chiamato Cocles, sostenne l'assalto, e l'assalimento de' nimici.
233) Dizion. 4° Ed. .
MENOMAMENTO
Apri Voce completa

pag.207



1) id: ccd5204adda54d03a765a9ee755464df)
Esempio: Sen. Pist. Per opera, e per fermezza di coraggio, e per menomamento di cupidigia.
234) Dizion. 4° Ed. .
AMMISERARE.
Apri Voce completa

pag.159



1) id: fe088c2cc25f42ff8acdb04b5257ec26)
Esempio: Sen. Pist. Ma veramente e' si sapea ammiserare, e attapinare, cattiveggiare, e non vivere.
235) Dizion. 4° Ed. .
VISITARE.
Apri Voce completa

pag.286



1) id: cc509f2b94174e1ca35f15ae86c321cb)
Esempio: Sen. Pist. 95. Se alcun uomo vicita spesso l'amico suo infermo, noi il lodiamo.


2) id: 2aa0a23e9f464d31aa49c911bf7c3255)
Esempio: G. V. 10. 172. 2. Dando per li Vescovi perdono al popolo, che 'l vicitasse.


3) id: 81b6e22ac0934f198994ceb5a13f8954)
Esempio: M. V. 9. 36. Gl'impose, ch'egli vicitasse certe chiese di Faenza.
236) Dizion. 4° Ed. .
APPENARE
Apri Voce completa

pag.228



1) id: 8da643ffddfc4041b701e2e41ee58cc4)
Esempio: Sen. Pist. 67. Per essere battuto, o tormentato sulla colla, o appenato di gotta.
237) Dizion. 4° Ed. .
CONSONANZA
Apri Voce completa

pag.777



1) id: ec26a3a149394eb8a39eabc40667bf2e)
Esempio: Sen. Pist. S'assembrano diverse boci, e di tutte accordate insieme si fa una consonanza.
238) Dizion. 4° Ed. .
VESTITURA
Apri Voce completa

pag.255



1) id: 62e2c8a657c84237b4f0217d6476b294)
Esempio: Sen. Pist. Finalmente ti sarà tolta ancora la tua sezzaia vestitura (cioè: la pelle)
239) Dizion. 4° Ed. .
UGGIA.
Apri Voce completa

pag.260



1) id: 94ce91876b5749ab83f0656d87e52004)
Esempio: Sen. Pist. Si conviene schifare il caldo della state per ombra, e per uggia.


2) id: 3726165574b447c4861691934322178e)
Esempio: Sen. Pist. Niuno uomo ha sì buona uggia, o sì buona ventura ne' beneficj fare, e nelle cortesie, che spesse volte non sia ingannato.


3) id: 89a0ba5134e84d54affa0cf09a8cb34a)
Esempio: Rim. Ant. Faz. Ubert. 103. Così mi truovo in uggia A' cieli, al mondo, all'acqua, e all'Inferno.


4) id: 738a216ce0994fcdafc46b01e12f2913)
Esempio: M. V. 9. 97. E per tanto era in uggia, e crepore a' detti Francesco, e Niccolò.