Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
DIFFAMATO
Apri Voce completa

pag.503


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
DIFFAMATO.
Definiz: Add. da Diffamare. Lat. diffamatus, infamia notatus.
Esempio: Guid. G. Potremo racquistare Esiona, per la quale la diffamata schiatta di tutta la nostra generazione, per manifestamento del parlante vituperio, è adontata.
Esempio: Sen. Pist. Qui ha ordini villani, e diffamate eccezioni, ancora a coloro, che a Corte piatiscono.