Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
MENTITORE
Apri Voce completa

pag.98


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
MENTITORE.
Definiz: Verbal. masc. da Mentire. Chi o Che mente. –
Esempio: Dant. Conv. 103: Li ciechi soprannotati..., colla mano sulla spalla a questi mentitori, sono caduti nella fossa della falsa opinione, della quale uscire non sanno.
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 371: S'egli si fosse voluto iscusare, non poteva convenevolmente, e sarebbe istato tenuto mentitore.
Esempio: Comp. Din. Cron. DL. 178: Ginocchione si gittò in terra innanzi a messer Andrea da Cerreto giudice, pregandolo.... s'aoperasse nello scampo de' suoi figliuoli. Il quale rispose, che però andava a palazzo: e di ciò fu mentitore, perchè andò per farli morire.
Esempio: Ar. Orl. fur. 12, 45: Mentitor, brutto marrano, In che paese ti trovasti, e quando, A poter più di me con l'arme in mano?
Esempio: Alam. L. Gir. 6, 170: Ma l'innocenza ch'è di Giove figlia E mai non abbandona chi l'abbraccia, Fa che 'l rio mentitor partito piglia Di seguitar di Danain la traccia.
Esempio: Buonarr. M. V. Rim. G. 307: Come donna lievemente crede Al falso mentitor, che la menzogna Ben persuade a chi non tocca o vede.
Esempio: Segner. Crist. instr. 1, 452: Se [la verità] fosse stimata al pari dell'oro, si farebbe più rigorosa giustizia di un mentitore che non fassi di un monetario.
Esempio: Nell. Iac. Faccend. 3, 16: Favorisca dirmi, per potergli dar del mentitore: in che giorno fece egli tal confession di debito alla signora?
Esempio: Manz. Prom. Spos. 71: E se tu fossi cavaliere, come son io,... ti vorrei far vedere, con la spada e con la cappa, che il mentitore sei tu.
Definiz: § Far mentitore alcuno, o Farlo rimaner mentitore, vale Farlo apparir bugiardo, Smentirlo. –
Esempio: Nov. ant. B. 66: Ma dicolo per fare rimanere mentitori li malvagi.
Esempio: Bocc. Ninf. Fiesol. 2, 10: Ma per non farlo di ciò mentitore, E non paresse che se ne accorgesse, ec.
Esempio: E Bocc. Lett. 29: Passato questo primo empito, da rivocare è la smarrita virtù...; e coll'opere, per lo innanzi, far sì che ciascuno che meno che giustamente ha creduto o crede, se medesimo facendo mentitore, se ne penta.