Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
PORTICELLA
Apri Voce completa

pag.673


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
PORTICELLA.
Definiz: Dim. di Porta; Portella. Lat. ostiolum. Gr. κεκομμένος.
Esempio: Fir. nov. 3. 222. Fatto rivestir Carlo, per una porticella, che riusciva dietro alla casa, segretamente lo trasse fuori.
Esempio: E Fir. nov. 6. 251. Se n'andò a una porticella secreta della sua casa.
Esempio: Guicc. stor. 14. 671. S'accostasse a una porticella, che entra nel rivellino della porta.