Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
MATRIMONIALE
Apri Voce completa

pag.1034


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
MATRIMONIALE.
Definiz: Add. Proprio di matrimonio o del matrimonio, Appartenente al matrimonio, Che concerne il matrimonio, e simili; Coniugale.
Dal lat. matrimonialis. –
Esempio: Benciv. Esp. Patern. volg. 96: Già sia ciò che nello stato vedovile e matrimoniale, l'uomo possa ben guadagnare la corona di gloria.
Esempio: Vill. M. 9: La detta Giovanna.... rendeva poco onore al suo marito...; e l'amore matrimoniale, per ambizione della signoria e per inzigamento di perversi e di malvagi consigli, non conseguiva le sue ragioni, ma più tosto dechinava nell'altra parte.
Esempio: Strat. Mor. S. Greg.: Erano occupati alle cose terrene, e alla generazion de' figliuoli, e agli atti matrimoniali.
Esempio: But. Comm. Dant. 2, 611: La legge matrimoniale impone ai mariti che debbiano essere casti.
Esempio: E But. Comm. Dant. 3, 299: Adultero è quando lo sposo e la sposa si coniunge a chi non à dato la fede matrimoniale.
Esempio: Firenz. Pros. 1, 97: Giudicò che tempo fusse legarmi al matrimoniai giogo.
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 1, 92: I re accomunaron l'imperio e' reggimenti della republica per la congiunzione matrimoniale di due sangui.
Esempio: Davil. Guerr. civ. V. 1, 155: Ma perchè, vertendo lite matrimoniale innanzi al Re tra il Duca di Nemurs e Francesca di Roano sua nipote..., le pareva ec.
Esempio: Pallav. Vit. Aless. 1, 284: Unico lor figliuolo era Flavio..., dotato d'ingegno non sol vivace ma fisso, e però abile a profondarsi, benchè fin allora con piccola diligenza di studio, come ordinato da' genitori alla vita matrimoniale.
Esempio: Salvin. Annot. Tanc. 542: Vi fu chi disse.... olentis uxores mariti, trasportando i nostri nomi matrimoniali agli animali.
Esempio: Fag. Comm. 1, 137: Voi sarete testimone, come qui il signor Anselmo ha fatto la scritta matrimoniale della sua figliuola.
Esempio: Giust. Vers. 229: Poveri sì, ma in pace e con decoro, Contenti nel pudor matrimoniale.
Definiz: § Detto di letto matrimoniale, dicesi di Quello nel quale dormono insieme marito e moglie; ed anche, per similitudine, di letto capace di due persone. –
Esempio: Colonn. Guid. N. 505: Lo suo matrimoniale letto aveva (Clitennestra) conceduto ad uno sacerdote ch'avea nome Egisto.
Esempio: Manz. Prom. Spos. 332: Che notte, povero Renzo! Quella che doveva esser la quinta delle sue nozze! Che stanza! Che letto matrimoniale!