Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
FERITRICE.
Apri Voce completa

pag.767


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 5 ° Ed.
FERITRICE.
Definiz: Femm. di Feritore; anche figuratam. –
Esempio: Bracciol. Schern. 9, 59: Rapida, più che fuor degli archi tesi La saetta volante e feritrice, ec.
Esempio: Pallav. Libr. Ben. 318: Quanto più vivace è la cognizione, tanto è ella più perfetta, più dilettevole e più feritrice dell'appetito.
Esempio: Filic. Poes. tosc. 72: Vedrei la feritrice Asia ferita, Vile ancella schernita, Mostrarsi a dito.
Esempio: Salvin. Pros. tosc. 1, 162: Nella stessa guisa che Bacco co' suoi pampinosi e ederacei tirsi (le punte feritrici dell'aste fasciando col verde della mansuetudine) la natura d'Iddio dimostra, ec.
Esempio: E Salvin. Inn. Omer. 608: Dïana io canto d'aurea conocchia, Rumorosa, fanciulla vereconda, Feritrice di cervi, frecciatrice.
Esempio: E Salvin. Annot. Tanc. 555: Arme da fuoco succeduta all'arco degli antichi, arme anch'essa feritrice da lungi.
Esempio: Vallisn. Op. 1, 358: Portate.... alcune vipere, si proccurò di farne una mordere, che quieta, e in sè stessa ritorta posava, irritando solamente la feritrice vipera, la quale con tal rabbia l'addentò, che ec.