Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
SCRANNA
Apri Voce completa

pag.429


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
» SCRANNA
Dizion. 3 ° Ed.
SCRANNA.
Definiz: Ciscranna, Sedia. Lat. scamnum.
Esempio: Dant. Par. 19. Or tu chi se', che vuoi sedere a scranna, Per giudicar da lungi mille miglia Con la veduta corta d'una spanna?
Esempio: Gr. S. Gir. 21. Davit disse: benavventurato è quegli, che non andrà al consiglio de' felloni, e non istarà nella via de' peccatori, e non sederà nella scranna di pistolenza (quì Lat. cathedra; lo stamp. ha cattedra in vece di scranna)
Esempio: Tass. Am. 1. 2. Le scranne, le lettiere, e le cortine, E gli arnesi di camera, e di sala Han tutti lingua, e voce.
Esempio: Malm. 6. 7. Ed oprar, che Baldon resti chiarito, Che ambisce in Malmantil sedere a scranna.