Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
ADRO.
Apri Voce completa

pag.36


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
» ADRO.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
ADRO.
Definiz: Atro. Lat. ater.
Esempio: Petr. c. 12. L'oblivion gli aspetti oscuri, e adri.
Definiz: §. Per mesto, luttuoso. Lat. ater, tristis, luctuosus.
Esempio: Dan. Purg. 30. Ne, ec. Valse alle guance nette di rugiada, Che lagrimando non tornassero adre.