Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
CICOGNA.
Apri Voce completa

pag.659


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
CICOGNA.
Definiz: Lat. ciconia. Gr. πέλαργος.
Esempio: Tes. Br. 5. 23. Cicogna è uno grande uccello, e sono sanza lingua, e perciò fanno gran romore col becco, battendolo molto insieme, e sono nimiche delle serpi.
Esempio: Dant. Inf. 32. Eran l'ombre dolenti nella ghiaccia, Mettendo i denti in nota di cicogna.
Esempio: E Dan. Par. 19. Quale sovr'esso 'l nido si rigira, Poichè ha pasciuto la cicogna i figli.
Esempio: Bocc. nov. 12. 10. Sentì il pianto, e 'l tremito, che Rinaldo faceva, il quale pareva diventato una cicogna.
Definiz: §. Cicogna diciamo ancora a Quel legno, che bilica la campana.
Esempio: Bellinc. 152. E le cicogne suonan le campane.