Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
INNATO
Apri Voce completa

pag.891


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
INNATO.
Definiz: Insieme nato, naturale. Lat. innatus, insitus.
Esempio: Fiam. lib. 1. 46. L'avarizia nelle femmine innata, da me fuggendosi, ec. liberal diventai.
Esempio: Dan. Pur. 18. Innata v'è la virtù, che consiglia.
Esempio: But. Innata, cioè dentro nata, e posta naturalmente.
Esempio: Stor. Europ. 5. 120. Donna sommamente amata da' Sudditi per la innata bontà, e prudenza sua.
Esempio: Tass. Gerus. 18. 38. Piena d'orror, ma dell'orrore innato.
Esempio: Pallav. Stor. Conc. 14. 385. Quasi ella sia (l'ambizione) un verme innato nell'aureo pomo del merito.