Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
LASCIVANZA
Apri Voce completa

pag.24


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
LASCIVANZA.
Definiz: V. A. Lascivia. Lat. lascivia. Gr. ἀσέλγεια.
Esempio: Maestruzz. Per questo l'uomo diventa inchinevole a' vizj delle lascivanze.
Esempio: Coll. Ab. Isac. cap. 27. 38. In prima si conviene, che l'uomo getti da se le cagioni delle lascivanze.
Esempio: Fr. Iac. T. 2. 16. 6. Vidi mia temperanza, Ch'era una lascivanza Sfrenata senza freno.