Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
ARDUO.
Apri Voce completa

pag.669


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
ARDUO.
Definiz: Add. Malagevole a salirsi, Erto, Elevato.
Dal lat. arduus. –
Esempio: Sannazz. Arcad. 33: Le pecore e le capre, che più di pascere che di riposarsi erano vaghe, cominciarono ad andarsi appicciando per luoghi inaccessibili ed ardui del salvatico monte.
Esempio: Mont. Iliad. 16, 982: Tre volte il cavalier dell'arduo muro Su gli sproni montò.
Definiz: § I. Figuratam. Per Difficile, Malagevole a farsi o a intendersi o a conseguirsi. –
Esempio: Dant. Parad. 30: Cotal qual io la lascio a maggior bando Che quel della mia tuba, che deduce L'ardua sua materia terminando.
Esempio: Dav. Tac. 1, 396: Movesse armi contro. Molte cose mettendovisi riuscire, che paiono ardue a chi si sta.
Esempio: Segner. Crist. instr. 1, 73: La nostra salute non è un negozio di agevole riuscita, è un affare arduo, arrischiato.
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 88: Io sono inconsolabile d'essermi messo a cimento così arduo, con sì poco prevedimento.
Esempio: Maff. Veron. illustr. 4, 5: Arduo.... riesce a chi ben intende ogni assunto di cotal fatta.
Esempio: Fosc. Poes. 183: Nè senno astuto, nè favor di regi All'Itaco le spoglie ardue serbava.
Definiz: § II. E per Grandioso, Magnifico, Operato con grande travaglio. –
Esempio: Dant. Parad. 31: Se i barbari venendo da tal plaga, Che ciascun giorno d'Elice si cuopra,.... Veggendo Roma e l'ardua su' opra, Stupefaceansi.
Esempio: But. Comm. Dant. 3, 813: L'ardua sua opra, cioè li alti suoi edificj.
Definiz: § III. Arduo, detto di bisogno arduo, vale Urgente, Grave. –
Esempio: Bocc. Decam. 8, 119: A lui per loro strettissimi e ardui bisogni concorreano per consiglio.
Definiz: § IV. E in forza di Sost. per Difficoltà, Malagevolezza, Arduità. –
Esempio: Magal. Lett. At. 215: L'arduo dell'argomento, che prima di parlare mi dà contumacia della temerità d'intraprenderlo,.... mi servirà di scusa.
Esempio: E Magal. Lett. At. 264: Se per questo viaggio si trovasse una comodità, colla quale si potesse andare agiatamente per tutto l'arduo della teologia, diremmo che mettesse conto pigliarla.