Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
NUORA
Apri Voce completa

pag.369


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
» NUORA
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
NUORA.
Definiz: Moglie del figliuolo. Lat. nurus. Gr. νυός.
Esempio: Bocc. nov. 18. 4. Sempre d'ogni cosa con la Reina, e con la nuora di lei conferendo.
Esempio: Vit. SS. Pad. 1. 248. Così fece ad Albina sua nuora.
Esempio: Liv. M. Perciocchè egli non sapea, che la sua nuora fosse incinta, dimenticò egli il suo nipote.
Esempio: Alam. Gir. 21. 53. E le sue figlie gli offera per nuore.
Definiz: §. Dire alla figliuola, perchè la nuora intenda; proverb. che vale Chi ha a intendere, intenda.
Esempio: But. Purg. 30. 2. Secondo che dice lo proverbio delle femmine: io lo dico a te figliuola, perchè m'intenda la mia nuora.