Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
DITENERE
Apri Voce completa

pag.561


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
DITENERE.
Definiz: Intertenere, intrattenere, trattenere, tenere a bada. Lat. detinere.
Esempio: Sen. Pist. Perchè dunque mi ditieni più tra i vocaboli della Filosofia, che intra l'opere?
Definiz: §. Per Rattenere, sostenere. Lat. retinere.
Esempio: Guid. G. Infino a tanto, che e' pervenne a quelli, che ditenevano Polidamas, e intendevano menarnelo prigione.
Esempio: Stat. Merc. Sien presi, e ditenuti; ditenuti possano essere ed eglino, e le loro cose.