Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
SMERATO.
Apri Voce completa

pag.547


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
SMERATO.
Definiz: V. A. Add. da Smerare. Lat. nitidatus. Gr. καθαρυσθείς καθαρισθείς.
Esempio: Tratt. Sapienz. Quella fontana è sì chiara, e sì smerata, che 'l cuore conosce, e vede se, e suo creatore, siccome l'uomo si vede in una bella fontana ben chiara, e ismerata.
Esempio: Red. annot. Ditir. 204. L'addiettivo smerato significa netto, limpido, trasparente.