Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
DISASPRARE.
Apri Voce completa

pag.471


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 5 ° Ed.
DISASPRARE.
Definiz: Att. Far cessar d'essere aspro, Togliere l'asprezza. ‒
Esempio: Magal. Sidr. trad. 35: Egli (Autunno) il troppo rappreso interno latte Ai pomi ammorbidisce, e gli fa dolci;... egli disaspra La fiera uliva.
Definiz: § E figuratam. riferito al morale. ‒
Esempio: Varch. Rim. 1, 10: Quanto meco tal'or m'induro e inaspro Veggendo come invan mia vita vole, Tanto pensando a voi, vivo mio sole, Intenerisco, e me stesso disaspro.
Esempio: Bott. Stor. Amer. 3, 377: Ma se la resistenza irritava quegli uomini feroci, o piuttosto quelle fiere avide del sangue umano, la cessione non gli disasprava.