Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
ANITRIRE
Apri Voce completa

pag.58


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
ANITRIRE.
Definiz: Il mandar fuor della voce, che fa il cavallo. Lat. hinnire.
Esempio: Lib. viag. E legano i cavalli, e le dette vacche alli detti traíni, acciocchè possano vedere le lor madri, e vedendoli, incominciano, chi e mugghiare, e chi ad anitrire.
Esempio: Cr. 9. 9. 2. Quando 'l cavallo non anitrisce, ne fa romor, ne suon con la bocca, è segno, che sia sordo.
Esempio: Liv. M. E lo stropiccío, e l'anitrir de' cavalli.
Esempio: Franc. Sacch. op. div. Continuo sta restío, e mordendo, e anitrendo, e calpestando.