Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 1° Ed. .
INTERDETTO
Apri Voce completa

pag.456


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
INTERDETTO.
Definiz: Lo 'nterdíre, interdicimento, vietamento, proibizione. Latin. interdictum.
Esempio: Dan. Purg. 33. La giustizia di Dio, nello 'nterdetto, Conosceresti all'arbor moralmente.
Definiz: E INTERDETTO è una censura, o pena ecclesiastica, per la quale si vieta il celebrare, seppellire, e alcuni sacramenti. Lat. interdictum.
Esempio: G. V. 10. 113. 2. Appellarono al Papa, e misero lo 'nterdetto in Firenze.
Esempio: Maestruz. Lo 'nterdetto non si può porre senza ragionevol cagione, sì come il cessamento dalle cose divine.
Esempio: E Maestruz. di sotto. Che differenza ha tra lo interdetto, e la scomunicazione, o vero sospensione? ec.