Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
RACCHIUDERE.
Apri Voce completa

pag.31


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
RACCHIUDERE.
Definiz: Chiudere, Serrar dentro, Rinchiudere. Lat. concludere, claudere. Gr. συνείργειν.
Esempio: Bocc. nov. 41. 11. Fossono da invidiosa fortuna in picciolissima parte del suo cuore con legami fortissimi legate, e racchiuse.
Esempio: Petr. canz. 28. 7. In cielo, e 'n terra m'ha racchiusi i passi (cioè: impediti)
Esempio: Liv. dec. 3. Menato in cerchio quel corno, col quale i Sardi aveva cacciati, furon racchiusi.
Esempio: M. V. pr. E in quelle, che la chiara faccia della prosperità rapporta, non sanno usare il debito temperamento, racchiudendo sotto l'oscuro velo della ignoranza l'uscimento cadevole, e il fine dubbioso delle mortali cose (quì è in sentim. figurato, e così si legge nel T. Covoni, e in altri Mss. Lo stampato ha rischiudendo)
Esempio: Dant. Inf. 33. E son più anni Poscia passati, ch'ei fu sì racchiuso.